HOME - Approfondimenti
 
 
15 Giugno 2022

Sicurezza dei pazienti e dei dentisti durante la pandemia da Covid -19

Il CED fa il punto sulla sicurezza nello studio odontoiatrico rilevando che, rispetto ad altri ambiti sanitari, i contagi negli studi odontoiatrici sono stati significamene più bassi

Cristoforo Zervos

Il Consiglio dei dentisti europei (CED) ha pubblicato un nuovo statement sulla sicurezza dei pazienti, degli odontoiatri e del loro staff durante la pandemia da Sars-Cov-2. La pandemia ha comportato vaste criticità per tutti i segmenti della nostra società, compresa la professione odontoiatrica. Le varie restrizioni per contenere l’infezione hanno costretto i dentisti a riorganizzare tutti gli aspetti del loro lavoro: nel triage, nella pianificazione degli appuntamenti, nell’uso dei DPI, oltre all’adeguata ventilazione degli ambienti per garantire la sicurezza all’interno degli studi. 

Nei primi mesi in cui l’infezione si stava propagando, senza ancora una reale consapevolezza del virus, i trattamenti odontoiatrici sono stati fortemente impattati probabilmente per via della diffusione incontrollata del virus e dalla insufficiente comprensione della modalità della sua trasmissione. Oltretutto, le linee guida dei vari governi ed importanti istituzioni sanitarie mondiali hanno creato l'impressione errata che l'odontoiatria non fosse sicura e che molti trattamenti dentali avrebbero dovuto essere rinviati fino alla fine della pandemia. In realtà, come anche indicato dal basso numero di casi di infezione segnalati dagli studi dentali, soprattutto rispetto ad altre professioni sanitarie, gli odontoiatri si sono prodigati a mantenere alte ed ampie misure di sicurezza: sui dispositivi di protezione individuale, nelle misure adeguate di ventilazione dei locali degli studi e nei severi protocolli di triage.Infatti, le statistiche disponibili sul numero di infezioni contratte negli studi sembrano produrre numeri significativamente più bassi, rispetto ad altri ambiti sanitari. 

La posizione del CED, rispetto alla sicurezza durante questo periodo pandemico, si può riassumere nei seguenti punti:

  • L’assistenza orale, non solo per i trattamenti urgenti ed essenziali, ma anche per le cure di routine come i controlli, le pulizie dentali e i trattamenti preventivi, dovrebbero essere considerati assistenza sanitaria prioritaria e non dovrebbero essere posticipati. La salute orale è parte integrante della salute generale e il rinvio dell’assistenza avrebbe un impatto negativo sulla salute generale delle nostre popolazioni.
  • Nonostante le criticità create dal Covid-19, l'odontoiatria si è dimostrata sicura per i pazienti, per lo staff degli studi e per i dentisti. Si è dimostrato efficace l’uso dei DPI e dei disinfettanti per rafforzare l'efficacia dei protocolli. Soprattutto sono da segnalare, durante le fasi iniziali della pandemia, alcune carenze di DPI accompagnate da prezzi alti, elementi che in alcuni casi persistono ancora. Occorre uno sforzo delle istituzioni per evitare queste situazioni.
  • Il CED ritiene che, indipendentemente dal tipo di trattamento, privato o pubblico, il paziente dovrebbe ricevere lo stesso standard di cura, specialmente durante i periodi endemici o pandemici. Sono necessarie azioni di sostegno per migliorare la sicurezza dei pazienti e la qualità delle cure fornite, considerando le differenti condizioni mediche dei pazienti che ricevono i trattamenti. I rischi che influenzano la sicurezza dei pazienti e i modi più appropriati per minimizzarli, possono variare a seconda delle condizioni di salute individuali. I dentisti europei si sono sempre impegnati a fornire assistenza orale di qualità, oltre a minimizzare i relativi rischi. In questa prospettiva, un continuo aggiornamento e il rafforzamento dei protocolli relativi alla sicurezza del paziente e alla qualità delle cure sono una delle principali preoccupazioni della professione odontoiatrica, e tutto questo è fornito in maniera efficace. Inoltre, un gran numero di approcci alle attività amministrative e terapeutiche odontoiatriche sono stati aggiornati e modificati, al fine di soddisfare pienamente gli standard richiesti per la fornitura sicura dei servizi. Queste misure hanno, però, aumentato considerevolmente il costo per i DPI e dei protocolli igienici per gli studi dentistici e le cliniche.
  • Per prevenire le infezioni da Sars-Cov-2, continuando a fornire una gamma completa di trattamenti per i pazienti, i dentisti sono incoraggiati a seguire i protocolli clinici, le linee guida e le raccomandazioni sulla sicurezza e la prevenzione delle infezioni a livello nazionale, subnazionale e locale, in linea con le condizioni epidemiologiche locali, delle specificità delle varianti e della disponibilità dei DPI.
  • Recenti valutazioni scientifiche dell'Agenzia europea per i medicinali (EMA) hanno mostrato che i benefici dei vaccini autorizzati sono, in termini di protezione delle persone contro le malattie, molto maggiori rispetto a qualsiasi potenziale rischio di effetti collaterali, così come per qualsiasi altro medicinale. La ricerca e sviluppo nella lotta alla pandemia continuano ad andare avanti ed i test e la vaccinazione completa del personale degli studi dentistici e dei pazienti giocherà un ruolo cruciale.
  • Considerando che il CED riconosce che è impossibile eliminare il rischio rappresentato dall’aerosol, è tuttavia possibile minimizzare il rischio mediante l'uso appropriato di DPI, igiene, disinfezione e misure di sterilizzazione e ventilazione.
  • Il CED ritiene che ulteriori ricerche sugli AGP (aerosol) in odontoiatria sia necessario per evitare il più possibile l’infezione. Ciò è particolarmente vero alla luce della natura della scienza, che è in continua evoluzione. Per questo sorge la necessità che i professionisti dentali si tengano aggiornati costantemente. Il CED vuole anche sottolineare che, per fornire un ambiente sicuro per i pazienti ed il team degli studi, i professionisti non dovrebbero trascurare l'importanza della loro buona salute mentale e fisica mentre si lavora con i nuovi protocolli durante la pandemia.


Articoli correlati

Mentre l’Unione Europea lavora per un Green Deal europeo per trasformare l’economia dell’Unione in un modello moderno ed efficiente sotto il profilo della sostenibilità, le...

di Norberto Maccagno


La revisione esamina e meta-analizza le prove esistenti per valutare l’associazione tra profilassi antibiotica e incidenza di endocardite infettiva a seguito di procedure...

di Lara Figini


Dal CED di Bruxelles i moniti per professionisti, politici, utenza. Colasanto (AIO): “monitoriamo e contrastiamo le terapie fai da te”


Si lavora su quattro direttrici: i diritti fondamentali, la comunicazione, le nuove tecnologie, la responsabilità che comprende autonomia e rischio clinico. Alla Consulta...


Il CED analizza le azioni e le politiche da attivare per sostenere l’odontoiatria come attività produttiva che cura le persone


A 4 anni dalla prima pandemia uno studio analizza la correlazione tra lo stress causato dalla pandemia e lo sviluppo di parafunzioni dell'articolazione temporo-mandibolare e dei...

di Lara Figini


In uno studio clinico indiano, gli autori hanno segnalato una condizione post-Covid di uno sviluppo spontaneo di necrosi avascolare indotta da steroidi in pazienti che si sono recentemente ripresi...

di Lara Figini


Dopo la riunione di venerdì, elaborata una bozza di documento che ora è al vaglio della Categoria. Raccolti i suggerimenti, il testo sarà inviato al Ministero per l’eventuale approvazione


Intanto da domani via all’obbligo di mascherine al chiuso, ma non sui mezzi pubblici, in ospedali ed Rsa. Le decisioni del Governo


In uno studio investigativo, pubblicato sul The Journal of the American Dental Association, gli autori hanno valutato la portata dei cambiamenti sul mantenimento della salute orale e dentale nei...

di Lara Figini


Sono esclusi i liberi professionisti e gli studi associati, possono goderne le Società odontoiatriche, sia Srl che Stp. Le indicazioni dei consulenti fiscali AIO


L’articolo recensisce i recenti progressi della microrobotica nel settore sanitario e in particolare nella disinfezione endodontica e offre prospettive per il futuro

di Lara Figini


Altri Articoli

L’On. Dario Tamburrano, odontoiatra romano, è l’unico dentista italiano, e forse anche europeo, nel nuovo parlamentare europeo. Avevamo annunciato la sua elezione in questo...

di Norberto Maccagno


Chi non ha effettuato la nuova registrazione non può emettere dichiarazione di conformità per i dispositivi realizzati. E’ comunque ancora possibile registrarsi


Un diplomato odontotecnico svolgeva l’attività dell’odontoiatra, la segretaria quella di ASO. Nei guai anche un terzo soggetto che potrebbe essere il direttore sanitario


Presentato oggi durante il convegno: Odontoiatria italiana, il futuro passa per una formazione universitaria basata su intelligenza artificiale e tecnologie


Sono esclusi i liberi professionisti e gli studi associati, possono goderne le Società odontoiatriche, sia Srl che Stp. Le indicazioni dei consulenti fiscali AIO


Pressoché invariato per odontoiatria, 1585 i posti, la CAO ne aveva indicati 1200. Per i corsi in Igiene dentale il numero di posti disponibili sarà 755


L'azienda fornirà una suite di prodotti di consumo, apparecchiature e tecnologie per aiutare gli odontotecnici ad accelerare la trasformazione digitale


45 i posti disponibili, di questi il 70% riservato ai residenti. Il costo: 300 euro per i residenti, 600 euro per i non residenti. Entro il 9 agosto le domande di iscrizione


Cairo (SIdP): lavoriamo per promuovere la formazione e la sensibilizzazione verso una malattia ancora troppo sottovalutata. Ghirlanda (ANDI): solo il 30% dei dentisti è consapevole...


La prof.ssa Nardi ricorda come la carenza di vitamina D sia stata associata a una maggiore prevalenza del rischio di parodontite e infiammazione gengivale

di Prof.ssa Gianna Maria Nardi


Come ottenere 5mila euro per essere ospitati in uno dei collegi universitari accreditati. Attivo il bando ENPAM 2024


La società tedesca promuove un’odontoiatria più sostenibile, dimostrando che è possibile coniugare eccellenza tecnologica e rispetto per l'ambiente


L’Associazione dentisti americana mette in guardia i pazienti verso i soggetti che privi di abilitazione professionale propongono faccette dentali 


La selezione dei nuovi docenti AIO under 40 mette le ali. A breve saranno scelti i dieci finalisti che esporranno nel 2025 al 5° Congresso AIO Academy a Palermo


 
 
 
 

Il Podcast
dell'Innovazione
Odontoiatrica

TUTTI GLI EPISODI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Iscriviti alla Newsletter

 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La lezione di storia dell’odontoiatria del prof. Guastamacchia

 
 
 
 
chiudi