HOME - Approfondimenti
 
 
06 Luglio 2022

Igienista dentale e gli approcci clinici di prevenzione

Professione indispensabile per promuovere e mantenere la salute orale sul territorio anche attraverso il SSN. Per la prof.ssa Nardi serve una implementazione dei LEA

di Prof.ssa Gianna Maria Nardi


La pratica clinica di prevenzione si deve avvalere di approcci terapeutici chiari e basati su dati scientifici per tutte le singole problematiche specifiche per la salute dento parodontale, in modo da consentire all’operatore sanitario di fornire la migliore risposta ai bisogni di salute orale, non solo sulla base della propria individuale scienza e coscienza.  

Altro elemento fondamentale è una maggiore condivisione delle finalità terapeutiche tra professionista e paziente, in modo che possa essere chiara la necessità di un mantenimento ideale e di un follow-up continuativo, indicato secondo gli indici di rischio alle patologie.  Sono circa 662 gli articoli medline che citano in latino o in inglese l’aforisma “primum non nocere”, in inglese “first do no net harm”: quindi l’approccio clinico importante da considerare è la mini-invasività. La scelta di procedure operative che prioritariamente devono procurare benefici alla salute superiori ai probabili danni che una fase operativa terapeutica possa produrre, è fondamentale.  

L'invito della letteratura scientifica a personalizzare assistenza con l’utilizzo di strumenti e dispositivi biomedicali dedicati con l’elaborazione di protocolli di mantenimento specifici è stata accolta dagli igienisti dentali con entusiasmo, prova ne è la frequenza di iscrizione ai Master Universitari Specialistici e Corsi di Alta Formazione dedicati e la continua programmazione di eventi scientifici che approfondiscono uso di tecnologie sofisticate, leggono con attenzione la letteratura e seguono relatori autorevoli impegnati nella ricerca e nella pratica clinica. 

La formazione post laurea permetterà all'igienista dentale di essere figura professionale pronta per il reclutamento in ambito universitario, alla luce di probabili importanti cambiamenti, e di essere inserita in servizio nelle strutture pubbliche.  

Alla luce di quanto indicato dalla letteratura, l'igienista dentale diventa figura indispensabile per promuovere la salute sul territorio, ed erogare prestazioni di prevenzione a beneficio della persona assistita. Anche per questo sarebbe opportuno implementare nei LEA prestazioni di prevenzione primaria, secondaria e di mantenimento della terziaria che possano permettere il mantenimento della salute e permettano il risparmio della spesa sanitaria.    


Articoli correlati

In uno studio pubblicato sul Journal of Periodontology, gli autori hanno indagato se l'applicazione locale di simvastatina, in combinazione con il trattamento mini-invasivo di ribaltamento della...

di Lara Figini


In uno studio clinico controllato, pubblicato su Clinical Oral Investigation, gli autori hanno valutato gli effetti clinici e microbiologici di una singola somministrazione sotto-gengivale di gel...

di Lara Figini


La prof.ssa Nardi ricorda perché la personalizzazione del trattamento sia alla base di una buona pratica clinica ed indica una serie di attenzioni da seguire

di Prof.ssa Gianna Maria Nardi


Dalla ricerca nuove indicazioni sull’utilizzo dell'acido tricloroacetico nel trattamento delle parodontiti, alcune considerazioni della prof.ssa Nardi

di Prof.ssa Gianna Maria Nardi


AIDI incontra i cittadini in 14 piazze italiane da Nord a Sud, da Bolzano a Lecce nei weekend dell’8/9 e 15/16 ottobre. Bari, Bolzano, L’Aquila, Genova, Milano, Torino i capoluoghi coinvolti 


Altri Articoli

Da molti anni è chiaro a chiunque si occupi di implantologia che il punto nevralgico, decisivo per il successo a lungo termine della terapia, è la connessione tra impianto e abutment. Il gap della...


Sottolineate le criticità del sistema tra cui la non possibilità di scegliere il dentista a cui affidarsi. Dall’incontro emerge la proposta di individuare dei Livelli...


Confermato che il ricorso alla Commissione Centrale sospende la sanzione comminata fino a quando la decisione non viene pressa, ma se questa non arriva dopo 5 anni scatta la...


Serie di incontri del presidente ANDI con rappresentati di Camera e Santo su temi di interesse dalla professione


Dal Convengo ASSO la proposta di un tavolo per valutare gli eventi ECM sulla base della qualità formativa per superare la corsa al credito. La qualità delle cure si tutela...


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Iscriviti alla Newsletter

 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

L’esercizio dell’attività odontoiatrica sotto forma d’impresa

 
 
 
 
chiudi