HOME - Approfondimenti
 
 
12 Ottobre 2022

Sistema Dental Monitoring basato sull’intelligenza artificiale (terza parte)

di Camilla Molinari

Per chi si fosse perso i due precedenti articoli stiamo descrivendo step by step l’andamento della terapia ortodontica di Anna, con un focus particolare sui vantaggi del Sistema Dental Monitoring (DM), ovvero un sistema di monitoraggio a distanza basato sull’intelligenza artificiale (IA).

Anna ha intrapreso un trattamento con espansore palatale su viti e bracci interni per la maschera di Petit, a cui seguirà una fase con l’utilizzo degli allineatori trasparenti. Ad Anna è stato consegnato lo Scanbox DM per effettuare scansioni della bocca a scadenze prefissate.

Nel dicembre 2021 la paziente ha sospeso le attivazioni dell’espansore palatale ed è stata immediatamente consegnata la maschera di Petit con la prescrizione di indossarla circa 14 ore al giorno. L’apparecchiatura rimovibile era collegata a dei ganci, posti sulla porzione palatale, collegati all’espansore su viti.

Grazie al monitoraggio a distanza è stato possibile controllare nel corso delle settimane l’aumento progressivo dell’overjet, ottenuto grazie alla trazione degli elastici extraorali (fig. 1).


Figura 1


Grazie all’IA, infatti, in questa fase i controlli in studio erano fissati a circa due mesi e mezzo proprio perchè l’analisi delle scansioni rendeva possibile il controllo dell’efficacia della trazione extraorale. Tuttavia la paziente è tornata in studio poco prima delle vacanze natalizie in quanto ci aveva comunicato, tramite l’applicazione, un fastidio in corrispondenza di 7.5 e 8.5, ipermobili.

Quando si è quindi presentata in studio abbiamo estratto i due elementi. Non solo, ci siamo resi conti della necessità di avvitare ulteriormente una delle viti che si era leggermente allentata. È chiaro quindi che durante le nostre terapie i controlli in studio sono necessari e da associarsi a quelli virtuali.

L’IA, infatti, non deve essere concepita come un nostro sostituto, quanto piuttosto come un avatar che ci affianca grazie alla specificità dei protocolli che settiamo per ogni paziente.

Dopo quella seduta, infatti, il DM è stato estremamente utile per rimanere in contatto con la paziente nelle ore successive. La sera stessa ci ha contattato tramite messaggio per informarci che continuava a esserci un sanguinamento nella zona delle estrazioni, che abbiamo gestito a distanza in modo molto comodo consigliandole di tamponare con garze imbevute di acqua ossigenata, senza farla tornare nuovamente in ambulatorio.

Nella scansione successiva a distanza di 14 giorni è stato possibile monitorare anche l’andamento della guarigione dei tessuti, insieme alla progressiva chiusura del diastema superiore, creatosi con la precedente espansione (fig. 2).

 

Figura 2


Quindi il sistema di monitoraggio a distanza è estremamente utile per permettere al medico di rimanere sempre in contatto con il paziente e di monitorare gli obiettivi e gli aspetti correlati al trattamento ortodontico, ma anche di osservare l’igiene orale, la guarigione e a gestire a distanza molte delle più comuni urgenze.

I precedenti approfondimenti della dott.ssa Camilla Molinari

03 Maggio 2022: I vantaggi di utilizzare una tecnologia specifica per effettuare le visite a distanza

20 Maggio 2022: Sistema Dental Monitoring basato sull’intelligenza artificiale

Articoli correlati

Quinto articolo sul percorso step by step della terapia ortodontica di Anna, con un focus particolare sui vantaggi del Sistema Dental Monitoring per le visite ortodontiche a distanza


L’Europa dell’AI Act c’è, ora bisogna che tutti conoscano qualità e limiti dell’intelligenza artificiale. Il Consiglio dei premier dei Ventisette stati UE ha approvato il nuovo Regolamento...


Come molti boomer sono attratto dalla tecnologia. In realtà lo ero anche prima di essere un boomer, ho ancora cassetti pieni di aggeggi tecnologici quasi mai usati e peraltro spesso inutili, ma...

di Norberto Maccagno


Dalla valutazione preliminare del paziente alle lezioni di igiene e mantenimento della terapia fino al supporto per alleviare la paura del dentista


Una revisione della letteratura esplora i principi dell’intelligenza artificiale, le sue applicazioni in ortodonzia e la sua implementazione nella pratica clinica

di Lara Figini


Lo studio ha tentato di progettare una varietà di restauri dentali utilizzando l'intelligenza artificiale e ne ha valutato l’applicabilità clinica

di Lara Figini


Altri Articoli

Durante la permanenza il team ha vissuto a stretto contatto con la popolazione locale, adattandosi alle loro abitudini alimentari basate principalmente sul riso e visitando tra...


Una ricerca di Philips Sonicare, in collaborazione con la dott.ssa Angelica Cesena, svela l’impatto dell’igiene orale su estetica e benessere. Sotto la lente d’ingrandimento...


Anche per odontoiatria ai 27 stati membri della Comunità è stato chiesto di adeguare, entro il 2026, i requisiti minimi di formazione alle nuove competenze. Le riflessioni di AIO


La pubblicità deve essere chiaramente riferita alla struttura che ha l’autorizzazione sanitaria e non al marchio. La Commissione conferma la sospensione per il Direttore...


I dati diffusi dal MEF (2022, dichiarazione 2023) indicano una crescita delle partite Iva soggette ad ISA mentre il fatturato è stabile


Roberto Messina, presidente di Senior Italia Federanziani e responsabile terza età della Lega, è agli arresti domiciliari con l’accusa di truffa, associazione a delinquere e riciclaggio


D’ora in poi l’appuntamento si terrà con cadenza annuale. Offrirà ai soci l’opportunità di un confronto senza i vincoli inevitabilmente posti dalle manifestazioni...


Il nuovo libro EDRA in collaborazione con Styleitaliano per approfondire le tecniche ed i materiali per offrire ai propri pazienti soluzioni estetiche, pratiche, funzionali, biologicamente...


Sesta puntata del podcast Dentechstry di IDI Evolution dedicata all’innovazione tecnologica e come sta modificando, in meglio, le cure odontoiatriche ma anche il rapporto con il paziente....


L’odontoiatra Dario Tamburrano torna a Strasburgo. Aveva seguito le politiche energetiche e le questioni inerenti i dispositivi medici ed in particolare la stampa 3D


Le considerazioni ed i consigli del prof. Antonio Pelliccia che ricorda che il prezzo non lo si determina solo guardando i conti ed indica 5 aspetti base da considerare


Il contributo previdenziale del 4 per cento a carico degli specialisti esterni è pienamene legittimo, e le società accreditate con il Servizio sanitario nazionale hanno l’obbligo di versarlo...


Secondo uno studio commissionato dall'ADF, le malattie parodontali associate alle patologie correlate provocano un costo sanitario che sfiora il miliardo di euro


Un evento per celebrare i 20 anni di attività, ripercorrere quanto fatto e guardare ai progetti futuri


 
 
 
 

Il Podcast
dell'Innovazione
Odontoiatrica

TUTTI GLI EPISODI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Iscriviti alla Newsletter

 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La lezione di storia dell’odontoiatria del prof. Guastamacchia

 
 
 
 
chiudi