HOME - Approfondimenti
 
 
20 Gennaio 2023

Radioprotezione e periodicità dei controlli: le differenze tra sorveglianza e controlli di qualità

L’AIO cerca di fare chiarezza sulle varie tempistiche dei controlli. Positivo il giudizio per la decisione di delegare all’esperto i termini per quelli di qualità


Ogni norma, soprattutto quelle complesse come quella sulla radioprotezione, comporta una fase di assestamento dove le varie interpretazione guidano poi l’applicazione pratica. E questo capita anche quando vengono emanati i successivi provvedimenti legislativi che dovrebbero “assestare” quanto precedentemente definito.

E’ capitato anche per il nuovo decreto 203 del 25 novembre 2022 che modifica il decreto legislativo n. 101 (31 luglio 2020) di recepimento della direttiva europea 2013/59 in materia di radioprotezione. Tra le tante modifiche che vengono portate al decreto, quella che più interessa direttamente gli odontoiatri è la periodicità annuale dei controlli. Ne abbiamo parlato in questo approfondimento. 

Il Dlgs 101 imponeva un controllo annuale sulla qualità (mentre le linee guida europee concedevano scadenze temporali più ampie), ora il il Dlgs 203 si affida la periodicità dei controlli alla decisione dell’esperto di radioprotezione o dello specialista in Fisica Medica, presa sulla base delle norme universali di buona tecnica, per definire per ogni apparecchio la frequenza in base alla quale programmare i controlli. 

Dal nostro punto di vista si tratta di una buona notizia, ancorché limitata al solo versante dei controlli di qualità; la norma, ora più sostenibile, tiene conto di elementi contingenti quale ad esempio la vetustà degli apparecchi”, dice Danilo Savini, Segretario Sindacale AIO in una nota pubblicata sul sito dell’Associazione.
Resta peraltro la cadenza ‘almeno annuale’, ed invariato rispetto al D.lgs 101/2020, l’accesso dell’esperto per le verifiche relative alla sorveglianza fisica. Se fisico medico od esperto di radioprotezione, come auspichiamo, applicando le norme di buona tecnica decideranno cadenze meno rigide sui controlli di qualità, gli uni su ortopantomografo e su Tac Cone Beam e gli altri su apparecchi per rx endorale, i costi potranno essere eventualmente rivisti a valle di valutazioni tra le parti”. 

Una differenza temporale tra verifiche relative alla sorveglianza fisica che ad oggi rimane annuale (il Dlgs 203 non modifica quella parte del testo del Dlgs 101) e quelle per il controllo sulla qualità (con il Dlgs 203 diventa variabile sulla base della decisione dell’esperto) che potrebbe essere vista come una incongruenza. 

Sulla distinzione tra sorveglianza e controlli di qualità, AIO ha chiesto un contributo alla Segretaria dell’Associazione Nazionale degli Esperti Qualificati di Radioprotezione ANPEQ Samantha Cornacchia.
La sorveglianza fisica per la radioprotezione comprende tutte le verifiche tecniche, le valutazioni e le misurazioni atte a garantire la radioprotezione dei lavoratori e della popolazione dai rischi connessi con l'impiego di radiazioni ionizzanti”, spiega la dott.ssa Cornacchia.
Tra le verifiche –continua- rientrano (elenco non esaustivo) le progettazioni dei siti ove ubicare le macchine radiogene, le prime verifiche, le verifiche periodiche di sorveglianza ambientale e la valutazione delle dosi per la popolazione e per i lavoratori. La frequenza delle valutazioni è almeno annuale, come stabilito dall' articolo 131 , punto 1, comma c) del D.lgs. 101/2020”.  

Dall’altra parte, conclude la dott.ssa Cornacchia, “l'applicazione dei programmi di garanzia che comprendono l'esecuzione del controllo di qualità, è finalizzata ad accertare che l'impianto radiogeno o un suo componente o una procedura funzionerà in conformità agli standard stabiliti. A tale proposito, il controllo di qualità va eseguito ‘a intervalli regolari, di norma annuali o da definirsi con esplicito riferimento alle norme di buona tecnica applicabili laddove disponibili’ [art. 68, D.Lgs. 203/2022].  Ad esempio, esistono dei riferimenti nel campo della mammografia che prevedono frequenze semestrali per i controlli su particolari parametri macchina, trimestrali per i tomografi computerizzati, annuali nelle norme tecniche rx per gli impianti dentali”.


Articoli correlati

AIO, sollecitata dalle richieste di alcuni pazienti, ritorna sulla questione pubblicando una serie di consigli ed indicazioni dell’avvocato Maria Maddalena Giungato


Per gli endodontisti negli Stati Uniti ha rivoluzionato la pratica endodontica risultando un ottimo investimento nonostante l’aspetto economico


Giustificazione ed ottimizzazione, ovvero effettuare un esame accurato, garantire al paziente la minor dose di radiazioni possibili e come “dimostrarlo”. I consigli del dott. Cacioppo


Evento annuale della Federazione Italiana delle Società Scientifiche per approfondire alcuni dei temi “caldi” della professione


Rossetti: perché dico no alla frequenza almeno annuale dei Controlli di Qualità per la “protezione del paziente” in Radiologia Odontoiatrica 2D


Per chi è in pensione ma continua a lavorare conta il reddito annuo. Obbligatorio indicare nel portale CoGeAPS se si continua a lavorare per non rischiare di perdere la copertura assicurativa


La Commissione Nazionale ECM ha approvato la delibera sull’obbligo formativo per il triennio 2023/2025 e sulla possibilità di spostamento crediti al triennio precedente. Indiscrezioni su crediti...


A presentarlo l’On. Michela Biancofiore al decreto “Anticipi”, l’esenzione sarebbe legata ad una esigenza clinica, anche psico-fisica


Liberi professionisti e ditte individuali potranno posticipare il versamento ed eventualmente rateizzarlo fino a 5 rate. Questi vincoli e scadenze


Con l’odontoiatria tradizionale, ora si dice analogica, poteva capitare (o capita ancora) che il dentista mandasse l’impronta al laboratorio con la generica richiesta di realizzare un apparecchio...

di Norberto Maccagno


Dal CED di Bruxelles i moniti per professionisti, politici, utenza. Colasanto (AIO): “monitoriamo e contrastiamo le terapie fai da te”


Durante il Dentistry Summit EDRA, abbiamo coinvolto il Segretario COI AIOG prof. Giuseppe Lo Giudice sul tema del ruolo delle società scientifiche nella formazione sui temi legati alla...


Altri Articoli

Il libro EDRA di Giuliano Garlini e Marco Redemagni per guidare i lettori, step by step, alla risoluzione di un’ampia casistica di situazioni cliniche


Per il prof. Gagliani, l’adesione non è stata solo un processo per sé stesso rivoluzionario ma ha rivoluzionato un modo d’intendere l’odontoiatra che ha spaziato in vaste...

di Massimo Gagliani


Devono inviarla i titolari di società di capitale. Ecco quando sono interessati gli studi odontoiatrici ed i laboratori odontotecnici


Approfondimenti      04 Dicembre 2023

Influenza e salute orale

Dall’ADA 5 semplici consigli da dare ai pazienti per prendersi cura della salute orale quando sono malati


I vantaggi fiscali derivanti dai versamenti contributivi al fondo pensione integrativo ed al fondo ENPAM, i consigli dei consulenti fiscali AIO


Dal 2019 i professionisti sanitari non possono (vi è un divieto) emettere fatturazione elettronica per le prestazioni rese ai pazienti. Stessi sanitari che sono invece obbligati, come le...

di Norberto Maccagno


Considerati per molto tempo elementi utili o cruciali per l’ottenimento di condanne, negli anni si sono appurate criticità concernenti i rilievi identificativi delle lesioni...


Una revisione della letteratura conferma che gli interventi di prevenzione della carie dentale nei giovani tra i 5e i 17 anni, con gel, integratori al fluoro, vernici e sigillanti fluorurati...


Per il prof. Mattina, in odontoiatria manca la specificità prescrittiva e serve una consapevolezza collettiva sul problema che deve coinvolgere tutti, a cominciare da medici e...


Supplemento di International Dental Journal (IDJ) con l’obiettivo di fornire dati sempre più attuali sul tema e sulle possibili alternative


Capita a Mantova, non sono basati quasi otto anni di processo per arrivare ad una sentenza che stabilisse se aveva o non aveva svolto abusivamente la professione di dentista


Il sostegno dell’azienda triestina, che vuole dare continuità alle attività del reparto odontoiatrico, contribuendo all’acquisto di attrezzature per lo studio ed il...


La prof.ssa Nardi evidenzia l’importante ruolo dell’igienista dentale come attenta sentinella della salute del cavo orale

di Prof.ssa Gianna Maria Nardi


Gallmetzer Holding lascia il settore dentale privato e si impegna nel settore della sanità pubblica


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Iscriviti alla Newsletter

 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La lezione di storia dell’odontoiatria del prof. Guastamacchia

 
 
 
 
chiudi