HOME - Approfondimenti
 
 
16 Marzo 2023

Giornata Mondiale del Sonno e odontoiatria

Mezzofranco (SIMSO): un momento di informazione e sensibilizzazione verso i cittadini che deve coinvolgere anche l’odontoiatra nel suo ruolo di sentinella diagnostica


Si celebra il 17 marzo la Giornata Mondiale del Sonno, istituita nel 2008 dalla World Sleep Society, per sensibilizzare l'opinione pubblica sull'importanza del sonno e dei suoi disturbi, promuovere la ricerca e lo sviluppo di nuove terapie e diffondere la consapevolezza sui disturbi del sonno, sulla loro diagnosi ed il trattamento.

È un momento che coinvolge l’odontoiatra nel suo ruolo di sentinella diagnostica, dato l’elevato numero di pazienti visti, e di terapeuta per la possibilità di intervenire nei casi selezionati sia nel paziente adulto che in quello pediatrico, così come indicato già nel 2014 e nel 2016 dalle Linee Guida Nazionali.  

Negli Stati Uniti, circa 50-70 milioni di persone soffrono di patologie del sonno che compromettono la loro salute generale e la loro efficienza nelle attività quotidiane. Gli effetti economici e sociali dei disturbi del sonno sono stimati in 16 miliardi di dollari all'anno per le spese di assistenza sanitaria e in 50 miliardi di dollari all'anno per la perdita di produttività. Nonostante i disturbi del sonno siano tra i problemi di salute più comuni, tra l'82% e il 98% degli adulti con disturbi respiratori legati al sonno non ha ancora ricevuto una diagnosi strumentale corretta. 

In Italia, nonostante la situazione certamente analoga, è crescente l’interesse nei confronti non solo della patologia ma anche del sonno come mezzo necessario per il benessere ed è il momento sia per gli odontoiatri specialisti che per coloro che si affacciano alla professione per la prima volta di investire nella formazione e nello studio dei fenomeni alla base del sonno. È auspicabile per questo che già a livello universitario vi sia una formazione sufficiente ma è evidente come poi l’aggiornamento da parte del professionista debba essere costante. Per agevolare la formazione dell’odontoiatra e del suo Team sul tema, EDRA da anni edita Sleep Medicine in Dentistry Journal.  

Prendersi cura di un paziente con disturbi del sonno, frequentemente con OSAS, significa non solo applicare un trattamento odontoiatrico di tipo “meccanico” ma anche avere le competenze per far parte a pieno titolo del team multidisciplinare medico”, sottolinea il dott. Luca Mezzofranco (nella foto) segretario culturale di SIMSO.

Una delle principali criticità che rilevo oggi parlando con i colleghi è la difficoltà a fare rete sul territorio con tutte le figure professionali coinvolte, mentre in parallelo le maggiori conoscenze sul campo ci stanno portando ad allargare sempre di più l’orizzonte terapeutico verso terapie che coinvolgono a 360 gradi il paziente: per il futuro immagino percorsi individualizzati che si prendano cura anche di un corretto riposo ed un migliore stile di vita”.  


Articoli correlati

La Food and Drug Administration (FDA) pubblica indica i sintomi da considerare per diagnosticare e prevenire la sindrome dell’apnea ostruttiva notturna (OSAS)


Tra le più frequenti interazioni tra odontoiatria e altre discipline della Medicina c’è quella che si instaura con l’otorinolaringoiatria nella diagnosi e cura della...

di Dino Re


Odontoiatria33 ha voluto approfondire l'argomento con il prof. Antonio Luigi Gracco, Professore associato all'Università di Padova, Direttore della Scuola di Specializzazione in Odontoiatria...

di Norberto Maccagno


Audizione in Commissione Affari Sociali nell’ambito della legge che vuole riconoscere l’apnea ostruttiva nel sonno come malattia cronica e invalidante


Gli autori hanno valutato l'effetto genotossico e citotossico dei dentifrici disponibili in commercio con i diversi agenti sbiancanti

di Lara Figini


In Italia colpiti 7 milioni adulti, di cui 4mln con forma conclamata. Conseguenze anche sul piano neurologico


World Sleep Day (17 marzo): Straumann Group e la dottoressa Paini svelano il ruolo da sentinella del dentista per la diagnosi e cura dei disturbi del sonno di cui soffrono 7,5...


O33patologia-orale     24 Gennaio 2023

OSA Wellness Scale (OWS)

Dai ricercatori italiani un nuovo questionario per valutare la qualità della vita diurna del paziente con apnea ostruttiva notturna asintomatica (OSA) e sintomatica (OSAS)


Disponibili, online, su Dental Cadmos i 66 abstract inviati al Congresso nazionale sulla Osteonecrosi delle ossa mascellari denominato “ONJ (MRONJ) update 2024"


Una revisione della letteratura chiarisce i possibili effetti di questi farmaci a livello del cavo orale

di Arianna Bianchi


In questo studio è stata confrontata la prevalenza di parodontite apicale in soggetti affetti da malattie autoimmunitarie a confronto con la prevalenza di parodontite apicale in...

di Lara Figini


In uno studio caso-controllo, che verrà pubblicato prossimamente su Oral Surgery Oral Medicine Oral Phatology Oral Radiology 2023, gli autori hanno determinato se l'igiene orale fosse associata a...

di Lara Figini


Altri Articoli

A Napoli operativa la clinica mobile, obiettivo: offrire un servizio territoriale di prevenzione e prima cura alle categorie più fragili della società, garantendo loro il...


Lunedì 22 aprile alle ore 9:00 il ministero della Salute organizza, con il supporto di Edra S.p.A., un incontro interamente dedicato al tema della salute femminile, in occasione della Giornata...


UNIDI ha realizzato una collettiva con 23 aziende italiane per promuovere l’eccellenza italiana e presentare l’innovazione per il settore del Made in Italy


Gli attuali 10mila pensionati liberi professionisti prendono, in media, poco più di 16mila euro l’anno, ma il dato medio è falsato, spiegano da ENPAM indicando come fare a conoscere l’importo...


In vista della Giornata nazionale della salute della donna, la prof.ssa Nardi riflette sulla medicina personalizzata al genere applicata alla salute orale

di Prof.ssa Gianna Maria Nardi


È stato nominato nel corso della recente Assemblea Generale dell'EFP. Espandere la leadership della Federazione, incentivare la formazione dei clinici,...


E’ possibile recuperare le ore mancanti e in attesa di recuperarle l’ASO può comunque essere assunto? Il parere di ANDI, IDEA e del SIASO 


La fotografia dall’indagine dell’Osservatorio Sanità di Unisalute: Un italiano su tre non fa una visita odontoiatrica o una seduta di igiene orale da oltre tre anni


Nuova puntata del podcast Dentechstry di IDI Evolution. Protagonisti di questa puntata, l’odontoiatra Gabriella Grassi e lo psicologo Feliciano Lizzadro. Il tema la medicina...


Immagine d'archivio

Dopo la sentenza del Tar era tornato il “concorsone”,  ma adesso i giudici del Consiglio di Stato hanno riabilitato il TolC test online. Cosa potrà cambiare?


Obiettivo: formare in real time i professionisti del dentale attraverso la realtà aumentata attraverso un'esperienza di apprendimento personalizzata con consulenze live a distanza


Tra abbuoni ed atre riduzioni, un odontoiatra che lo scorso triennio ha raccolgo almeno 120 crediti può assolvere l’obbligo formativo di questo triennio recuperando 46 crediti in tre anni, ecco...


La norma contenuta nel Decreto PNRR non convince il Sindacato Italiano Medici di Medicina Ambulatoriale e del Territorio (SIMMAT)


A poche settimane dalla scadenza per la re-iscrizione al Registro dei fabbricanti, una utile guida di ANTLO per capire e determinare la classe di rischio dei dispositivi fabbricati


 
 
 
 

Il Podcast
dell'Innovazione
Odontoiatrica

TUTTI GLI EPISODI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Iscriviti alla Newsletter

 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La lezione di storia dell’odontoiatria del prof. Guastamacchia

 
 
 
 
chiudi