HOME - Approfondimenti
 
 
11 Settembre 2023

Anche l’uso delle sigarette elettroniche minaccia la salute orale

Non esistono differenze rispetto alla sigaretta tradizionale, la Federazione Europea di Parodontologia invita odontoiatri ed igienisti a sensibilizzare i pazienti

Valentina Viganò

L’abitudine al fumo di sigaretta è ormai associata da svariato tempo a problematiche di salute, soprattutto per quanto riguarda il legame con malattie legate all’apparato polmonare e a quello cardiovascolare, ma allo stesso tempo colpisce anche altri distretti dell’organismo come il cavo orale, infatti i fumatori presentano più patologie gengivali, maggior perdita di denti e sono maggiormente esposti allo sviluppo di tumore orale.
E’ inoltre risaputo che le malattie gengivali possano giocare un ruolo negativo anche sulla salute sistemica, per esempio esponendo ad un più alto rischio di sviluppare diabete, malattie cardiovascolari, malattie respiratorie croniche e malattie infiammatorie intestinali. In parallelo nei tempi recenti si è sviluppata anche una nuova abitudine voluttuaria attraverso l’uso delle sigarette elettroniche, i cui effetti sull’organismo sono stati per vario tempo sottovalutati. Il fumo di sigaretta elettronica comporta un rischio di sviluppare danni ai polmoni e al cuore, ma anche ad altri organi tanto quanto il fumo di sigaretta tradizionale e lo stesso vale anche per i rischi sulla salute orale. 

L’evidenza delle ricerche mostra una connessione chiara tra l’utilizzo delle sigarette elettroniche e la progressione verso una salute orale scadente.  

Mentre i fumatori tradizionali sono più consapevoli dei rischi che il fumo comporta per la salute umana in generale, i fumatori di sigarette elettroniche sono spesso fuorvianti dal fatto che la sigaretta elettronica possa avere un minor rischio, se non addirittura possa essere sicura per la salute.  

Uno dei fattori negativi comune sia alla sigaretta elettronica sia a quella tradizionale è la nicotina,  in quanto comporta una riduzione del flusso sanguigno alle gengive. Altri composti chimici dannosi contenuti nelle sigarette elettroniche includono formaldeide, benzene e glicole propilenico che potrebbero aumentare il danno al cavo orale, iniziando con una progressiva distruzione del parodonto e del tessuto di supporto del dente.Sfortunatamente il numero di fumatori di sigaretta elettronica sta crescendo velocemente a livello globale, soprattutto tra i giovani e tra le persone che non avevano mai fumato in precedenza, conducendoli ad abitudini pericolose per la salute. 

Il danno provocato sulle gengive e sui tessuti che supportano il dente, spesso degenera verso uno stato di irreversibilità, questo danno include un riassorbimento permanente delle gengive e dell’osso alveolare, perchè spesso i trattamenti per queste problematiche sono difficili e costosi: questo è quello che sostiene il presidente del comitato affari scientifici della EFP (Federazione Europea di Parodontologia) Andreas Stavropoulos (nella foto) ed è un probabile effetto avverso del fumo di sigaretta elettronica.  

Per queste ragioni la EFP suggerisce ai fumatori di sigarette tradizionali di non usare la sigaretta elettronica come mezzo per giungere alla cessazione totale del fumo, ma invece sarebbe più opportuno rendere prioritario la cessazione immediata della pratica del fumo per ogni tipo di fumatore e cercare di fornire al paziente informazioni sul probabile impatto nocivo sulle gengive e sulla salute orale.  

Il fumo di sigaretta elettronica può danneggiare infatti in svariate modalità, che includono una cattiva respirazione, irritazione della bocca e della gola, edema della trachea, laringite, lingua nera, stomatite da tabacco, lingua villosa, mal di denti, discolorzione dentale, carie, sensibilità dentinale, perdita di denti, un aumento delle carie, una diminuzione della durezza dello smalto e un aumento del rischio di cancro orale. E’ quindi importante promuovere a livello globale l’importanza della salute orale e parodontale, incoraggiando stili vita salutari e scoraggiando pratiche dannose come quelle legate al fumo.In questa direzione si impegna la EFP, la cui visione guida è “La salute parodontale per una vita migliore” e attraverso i suoi professionisti organizza eventi e campagne sulla parodontologia e sulla salute orale, inoltre ha istituito il “giorno” delle gengive che ricorre ogni 12 maggio, oltre ad organizzare progetti che coinvolgono anche altri ambiti della medicina come le correlazioni tra malattia parodontale e diabete, il coinvolgimento con le malattie cardiovascolari e le tematiche su gravidanza e salute parodontale.  


Articoli correlati

Lo studio approfondisce gli effetti degli interventi per ottenere la cessazione dal fumare, compresa la consulenza e la farmacoterapia, sui parametri parodontali e gengivali nei...

di Lara Figini


La revisione sistematica mira a eseguire un'analisi dettagliata degli studi di ricerca sulle manifestazioni orali osservate nelle donne in gravidanza

di Lara Figini


Promuovere la consapevolezza delle diverse dimensioni della salute della donna pensando ad un approccio personalizzato deve essere l’obiettivo anche di odontoiatri ed igienisti dentali


Lo studio valuta se un dentifricio contenente enzimi e proteine salivari può migliorare la salute orale e ridurre la presenza di agenti patogeni parodontali in soggetti...

di Lara Figini


Al Master COI, incontro con prof. Richard Watt. "Servono politiche preventive ed una cura integrata e congiunta che possa affrontare le esigenze complete degli individui"

di Davis Cussotto


Citando uno studio coreano, il prof Gagliani ricorda a odontoiatri e igienisti dentali che il trattamento della perimplantite non deve essere considerata una singola procedura, ma un ciclo continuo...

di Massimo Gagliani


Il paziente può trovare informazioni, filmati e notizie utili per individuare i sintomi comuni della malattia parodontale e sapere quando è il momento fare visita al proprio dentista  


Maggiore predisposizione ad ascessi periapicali acuti nei pazienti con SM e con infezione da EBV: dati di un recente studio retrospettivo che verrà pubblicato prossimamente...

di Lara Figini


Partendo da una ricerca italiana il prof. Gagliani pone alcune riflessioni sul ruolo centrale dell’odontoiatra nel “monitoraggio della salute del cittadino e quello della...

di Massimo Gagliani


Si celebra oggi la Giornata mondiale contro il fumo. Molte le correlazioni dannose che interessano la salute orale tra cui la sopravvivenza dell'impianto. Una revisione della letteratura ha...

di Lara Figini


Le donne diventano dipendenti dal fumo più rapidamente e hanno difficoltà a smettere e a mantenere l’astinenza da fumo. La prof.ssa Nardi analizza una serie di dati sul tema ...

di Prof.ssa Gianna Maria Nardi


Una recentissima revisione sistematica evidenzia che il fumo è un notevole fattore di rischio per la parodontite e può influenzare il profilo del microbiota nel tessuto perimplantare

di Lara Figini


Altri Articoli

“L’estro” italico di trovare il sistema di interpretare a proprio favore le norme è oramai una caratteristica distintiva. E non sempre (quasi mai all’estero), questo...

di Norberto Maccagno


ANDI punta a convincere i giovani all’aggregazione e mette in campo un servizio di consulenza e sostegno per il passaggio generazionale


Da sinistra, Carlo Ghirlanda Presidente ANDI, On. Marcello Gemmato, Raffaele Iandolo Presidente CAO

Il Sottosegretario alla Salute visita l’Expodental Meeting: conferma il sostegno al settore e promuove l’aggregazione dei professionisti per garantire un modello...


Otto Climan porterà l’ecosistema di IDI Evolution all’interno dei suoi video, per spiegare come l’evoluzione tecnologica sia la strada per il progresso dell’odontoiatria...


Iandolo: il passaggio generazionale non si garantisce con l’aumento del numero di studenti ma favorendo aggregazione e l’accesso alle cure


Gianni Storni CEO Rhein83 presenta le novità portate in Expodental legate al prodotto di punta dell’azienda: l’Equator.


Focus sui principi cardine per il mantenimento del microbioma e per meglio comprendere come questo possa impattare sullo stato di salute prevenendo e/o...


Il dolore dentale si verifica solitamente a causa dell'infiammazione della polpa. Ciò è generalmente causato da batteri provenienti da denti cariati o da otturazioni dentali...


Cronaca     15 Maggio 2024

EDRA in Expodental Meeting

Incontri con gli Autori, con le redazioni e firma copie. Venite a trovarci allo stand EDRA per scoprire tutte le novità e darci indicazioni e suggerimenti


Nuova puntata del podcast Dentechstry di IDI Evolution si parla di contenzioso in odontoiatria e di odontologia forense. Protagonista di questa puntata, il dott. Marco Scarpelli ...


 La riabilitazione protesica non solo dal punto di vista puramente clinico/tecnico ma del paziente, è questo il filo conduttore delle relazioni al Congresso SIPRO. Ne abbiamo parlato con il...


Dalla valutazione preliminare del paziente alle lezioni di igiene e mantenimento della terapia fino al supporto per alleviare la paura del dentista


In programma a Rimini dal 16 al 18 maggio, la più importante manifestazione italiana del dentale e l’edizione del 2024 si annuncia con una crescita a doppia cifra. Ricordatevi...


I consigli su come rapportarsi al meglio ma anche quali accorgimenti devono essere presi durante la cura e per accoglierlo in studio. Ne parliamo con Mauro Dori


 
 
 
 

Il Podcast
dell'Innovazione
Odontoiatrica

TUTTI GLI EPISODI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Iscriviti alla Newsletter

 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La lezione di storia dell’odontoiatria del prof. Guastamacchia

 
 
 
 
chiudi