HOME - Approfondimenti
 
 
14 Novembre 2013

Cambiano i pazienti degli studi dentistici in USA: più bambini e anziani

Come in Italia aumenta il numero degli studi e calano i pazienti

Pubblicati dall'American Dental Association i dati sull'accesso alle cure odontoiatriche negli Stati Uniti suddivisi per età e tipologia sociale. L'indagine effettuata tramite sondaggio (Medical Expenditure Panel Survey) è stata realizzata da una apposita Agenzia Governativa (AHRQ Agency for Healthcare Research and Quality) che studia la situazione sanitaria in tutto il Paese.

Secondo i dati presentati, nell'ultimo decennio è diminuito il numero di adulti occupati che si rivolgono al dentista indipendentemente dalle fasce di reddito. In controtendenza invece le cure nell'infanzia, tramite il programma Governativo Medicaid, e quelle rivolte alle persone anziane con assicurazione privata che hanno incrementato gli accessi dal dentista.

"L'odontoiatria Americana è a un bivio", sostengono gli autori della ricerca  "e  ci saranno notevoli cambiamenti nell' assetto degli studi dentistici. Sono in aumento il numero delle strutture che erogano cure dentali, così come è fortemente aumentato il costo per la formazione del dentista e quindi lo Student Debt  (il prestito che il dentista neolaureato proveniente da una famiglia non abbiente, deve restituire allo Stato che gli ha finanziato gli studi)".

Nel 2003 il 41% degli adulti (tra i 19 ed i 65 anni) occupati andava dal dentista, nel 2011 erano il 36%. In questo gruppo sono diminuite le coperture assicurative private e si sono fortemente erose le risorse pubbliche indirizzate invece a favore dell'infanzia meno abbiente (Medicaid) . Le cure dentali degli over 65 sono invece passate dal 38% del 2000 al 42% nel 2011.

L'ADA commenta così i dati dell' indagine:  "è estremamente positivo che siano aumentati i bambini curati nell'ultimo decennio grazie all'assistenza pubblica".  Associazione che stigmatizza, invece, che in molti Stati dell'Unione non esistono benefici pubblici (Medicaid) per gli adulti ed è notevolmente cresciuta la fascia di "povertà" a cui le cure sono precluse.
La differenze tra i diversi Stati dell'Unione in fatto di accesso alle cure è legata alla situazione occupazionale,  più cure dentistiche nelle aree con più alti tassi di occupazione.
Nonostante i progressi positivi, rimangono aperte alcune sfide significative per garantire che tutti gli adulti , in particolare quelli a basso reddito, possano accedere almeno alle cure  di routine per  raggiungere una ottimale salute orale.
 
A cura di: Davis Cussotto  Twitter@DavisCussotto

Articoli correlati

L'American Dental Association Science&Research Institute (ADASRI), la School of Dental Medicine dell'Università di Pittsburgh e il Center for Integrative Global Oral Health...


Uno studio indaga la possibilità di resistenza batterica a questo principio antisettico e le sue possibili conseguenze

di Arianna Bianchi


In una revisione, pubblicata sul Journal of Prosthodontics, gli autori hanno confrontato i risultati del trattamento protesico per portatori di protesi mascellare completa che si opponesse a...

di Lara Figini


Da una ricerca emerge che gli acidi presenti nelle bevande senza zucchero potrebbero erodere lo smalto dei denti. Intanto una ricetta che mescola acqua frizzante aromatizzata con...

di Lorena Origo


In un recente studio, pubblicato sul Journal of Endodontic, gli autori hanno confrontato i livelli di diversi A disintegrina e metalloproteinasi trombospondina (ADAMTS), correlati alla...

di Lara Figini


Una ricerca inglese ha valutato l’impatto che può aver avuto la pandemia da Covid-19 sulla salute mentale dei dentisti oltre a comprendere i livelli di stress che la pandemia ha causato e i...

di Lara Figini


Uno studio inglese indaga il suo “potere distrattivo” durante le sedute

di Lara Figini


Chiudono gli studi singoli, tiene il fatturato ma sono le società ad incrementare


L'Ufficio Statistico dell'Unione Europea (Eurostat), come ogni anno, pubblica un una classifica delle varie professioni, anche quelle sanitarie, in base al numero dei professionisti in funzione del...


Altri Articoli

A Napoli operativa la clinica mobile, obiettivo: offrire un servizio territoriale di prevenzione e prima cura alle categorie più fragili della società, garantendo loro il...


Lunedì 22 aprile alle ore 9:00 il ministero della Salute organizza, con il supporto di Edra S.p.A., un incontro interamente dedicato al tema della salute femminile, in occasione della Giornata...


UNIDI ha realizzato una collettiva con 23 aziende italiane per promuovere l’eccellenza italiana e presentare l’innovazione per il settore del Made in Italy


Gli attuali 10mila pensionati liberi professionisti prendono, in media, poco più di 16mila euro l’anno, ma il dato medio è falsato, spiegano da ENPAM indicando come fare a conoscere l’importo...


In vista della Giornata nazionale della salute della donna, la prof.ssa Nardi riflette sulla medicina personalizzata al genere applicata alla salute orale

di Prof.ssa Gianna Maria Nardi


È stato nominato nel corso della recente Assemblea Generale dell'EFP. Espandere la leadership della Federazione, incentivare la formazione dei clinici,...


E’ possibile recuperare le ore mancanti e in attesa di recuperarle l’ASO può comunque essere assunto? Il parere di ANDI, IDEA e del SIASO 


La fotografia dall’indagine dell’Osservatorio Sanità di Unisalute: Un italiano su tre non fa una visita odontoiatrica o una seduta di igiene orale da oltre tre anni


Nuova puntata del podcast Dentechstry di IDI Evolution. Protagonisti di questa puntata, l’odontoiatra Gabriella Grassi e lo psicologo Feliciano Lizzadro. Il tema la medicina...


Immagine d'archivio

Dopo la sentenza del Tar era tornato il “concorsone”,  ma adesso i giudici del Consiglio di Stato hanno riabilitato il TolC test online. Cosa potrà cambiare?


Obiettivo: formare in real time i professionisti del dentale attraverso la realtà aumentata attraverso un'esperienza di apprendimento personalizzata con consulenze live a distanza


Tra abbuoni ed atre riduzioni, un odontoiatra che lo scorso triennio ha raccolgo almeno 120 crediti può assolvere l’obbligo formativo di questo triennio recuperando 46 crediti in tre anni, ecco...


La norma contenuta nel Decreto PNRR non convince il Sindacato Italiano Medici di Medicina Ambulatoriale e del Territorio (SIMMAT)


A poche settimane dalla scadenza per la re-iscrizione al Registro dei fabbricanti, una utile guida di ANTLO per capire e determinare la classe di rischio dei dispositivi fabbricati


 
 
 
 

Il Podcast
dell'Innovazione
Odontoiatrica

TUTTI GLI EPISODI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Iscriviti alla Newsletter

 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La lezione di storia dell’odontoiatria del prof. Guastamacchia

 
 
 
 
chiudi