HOME - Conservativa
 
 
10 Maggio 2017

Lesioni cervicali non cariose trattate con compositi fluidi: follow-up a tre anni

di Lara Figini


Le lesioni cervicali non-cariose (NCCLS) sono definite come la perdita di tessuto dentale duro a livello della giunzione amelo-cementizia. L'eziologia delle NCCLS è considerata multifattoriale, dovuta ad erosione, abrasione , stress occlusali, inclinazione dei denti, pur sempre però fattori meccanico-fisici e chimici ma non microbiologici . La loro prevalenza può variare tra il 5 e il 85% con maggior comparsa con l' aumentare dell'età del paziente. Pertanto, considerando il progressivo aumento dell'età media e dell'invecchiamento della popolazione, la prevalenza di NCCLS è destinata ad aumentare considerevolmente nel futuro. Le lesioni cervicali non-cariose possono influenzare notevolmente la comparsa della sensibilità dei denti, la ritenzione di placca, l'incidenza di carie cervicali e alla lunga possono compromettere la vitalità della polpa dentale. Ecco perché è importante eseguire dei corretti e efficaci trattamenti conservativi di queste lesioni.

Attualmente, il trattamento delle NCCLS si affida principalmente ai compositi a base di metacrilato, che per la loro estetica ottimale e le valide prestazioni meccaniche vengono preferiti ai cementi vetroionomerici . Tuttavia, tutti gli attuali compositi a base di metacrilato mostrano una certa contrazione volumetrica da fotopolimerizzazione che crea tensioni anche non trascurabili tra dente e restauro soprattutto nelle V classi. Un altro inconveniente dei compositi ibridi convenzionali è la bassa capacità di questi materiali di flettere quando la struttura del dente si deforma sotto carico meccanico. Per questi motivi è stato proposto per il restauro di NCCLS l'uso di compositi fluidi, i quali possedendo un modulo elastico notevolmente inferiore, possono parzialmente assorbire le sollecitazioni generate dalla contrazione da polimerizzazione e consentire al materiale di "flettersi funzionalmente''con il dente.

Ma quale prognosi offrono questi materiali fluidi?

In uno studio prospettico randomizzato controllato clinico split-mouth con follow-up a tre anni, pubblicato su Dental Materials di marzo 2017 viene indagata la performance clinica di due compositi fluidi per il restauro di NCCLS su premolari. Sono stati studiati due compositi fluidi, uno convenzionale (FiltekTM Supreme XTE Flow,3M-ESPE, Seefeld, Germany; FS) e uno di nuova matrice (N'Durance®Dimer Flow (ND), ne è stata valutata la loro durata, le loro proprietà meccaniche e ne è stata analizzata la riduzione dello stress da contrazione da polimerizzazione (vedi Tabella 1).

Tabella 1 (tratta integralmente dall'articolo originale)

In base ai dati di questo studio si è potuto constatare che dopo tre anni, le otturazioni cervicali di lesioni non cariose su premolari utilizzando i compositi fluidi (N'Durance®Dimer e FiltekTMSupreme XTE abbinati all'adesivo self-etch Clearfil Protect Bond) garantiscono tassi di successo clinico del 95,8%, soddisfacendo appieno le aspettative dei clinici e dei pazienti.

Nel suddetto studio 50 pazienti hanno ricevuto un restauro per NCCLS con ND e un restauro con FS in premolari utilizzando come adesivo il Clearfil Protect Bond (Kuraray) . I restauri sono stati valutati da due esaminatori al tempo basale 0 (BL), a 18 e 36 mesi.

I risultati evidenziati dagli autori sono stati i seguenti: 48 pazienti con entrambi i restauri hanno partecipato al richiamo a 36 mesi. Un paziente si è sottoposto al follow-up solo a 18 mesi. Un restauro ND è stato perso per frattura a 18 mesi. Un restauro con FS ha subito un distacco (debonding) a 36 mesi. Il 95,8% dei restauri valutati clinicamente sono stati considerati accettabili al follow-up a 36 mesi . Nessuna differenza significativa si è potuta riscontrare tra i due gruppi di compositi, ND e FS, per tutti i criteri valutati eccetto per la colorazione superficiale a 36 mesi e la colorazione marginale a 18 mesi e 36 mesi, dove il composito fluido FS ha mostrato risultati significativamente migliori. Per ogni materiale, non sono state riscontrate differenze significative nel corso del tempo, tranne che per la perdita di lucentezza superficiale per FS ( a 18 mesi)

A cura di: Lara Figini, Coordinatore Scientifico Odontoiatria33


Per approfondire:

Flowablecompositesforrestorationofnon-cariouscervicallesions:Three-yearresults.May S, Cieplik F, Hiller KA, Buchalla W, Federlin M, Schmalz G. Dent Mater. 2017 Mar;33(3

Articoli correlati

Lo studio valuta la suscettibilità dei pazienti affetti da asma cronica e broncopneumopatia cronica ostruttiva (BPCO) a sviluppare maggiormente carie dentale

di Lara Figini


Sono il 4,9% delle spese sanitarie e valgono oltre 500miliardi di dollari in tutto il mondo. Dal report EFP una nuova fotografia dei costi per le cure odontoiatriche e di come si...


La recente revisione sistematica con meta-analisi mira a stabilire un risultato clinicamente rilevante di gerarchia dei diversi approcci adesivi e/o restaurativi per ripristinare...

di Lara Figini


Per promuovere la remineralizzazione è possibile un’azione sinergica tra le proteine della matrice dello smalto, in particolare il peptide...

di Arianna Bianchi


La revisione sistematica valuta la coincidenza della presenza di carie dentale tra gemelli monozigoti (che hanno codici genetici identici) e gemelli dizigoti (che condividono...

di Lara Figini


Si definisce recessione gengivale lo spostamento apicale del margine gengivale rispetto alla giunzione smalto-cemento (CEJ), che porta all’esposizione della superficie...

di Lara Figini


In uno studio di coorte longitudinale, pubblicato sul Journal of Periodontology , gli autori hanno studiato la prevalenza delle lesioni cervicali non cariose e la loro...

di Lara Figini


Le lesioni cervicali non cariose spesso dopo il restauro con resine composite vanno incontro a fallimento, a causa di: mancata preparazione della cavità, uso di adesivi...

di Simona Chirico


Le lesioni cervicali non cariose spesso dopo il restauro con resine composite vanno incontro a fallimento, a causa di: mancata preparazione della cavità, uso di adesivi...

di Simona Chirico


Il prof. Gagliani nel suo Agorà del Lunedì, oggi ci parla di “tempi di cottura” legati alla polimerizzazione del composito ...

di Massimo Gagliani


In uno studio clinico randomizzato, che verrà pubblicato sul Journal of Dentistry, gli autori hanno valutato clinicamente le prestazioni di inlay indiretti in composito cementati con tre diverse...

di Lara Figini


Valutazione in vitro dell’integrità marginale dei compositi bulk dopo polimerizzazione rapida ad alta intensità

di Lara Figini


Altri Articoli

I dati diffusi dal MEF (2022, dichiarazione 2023) indicano una crescita delle partite Iva soggette ad ISA mentre il fatturato è stabile


Roberto Messina, presidente di Senior Italia Federanziani e responsabile terza età della Lega, è agli arresti domiciliari con l’accusa di truffa, associazione a delinquere e riciclaggio


D’ora in poi l’appuntamento si terrà con cadenza annuale. Offrirà ai soci l’opportunità di un confronto senza i vincoli inevitabilmente posti dalle manifestazioni...


Il nuovo libro EDRA in collaborazione con Styleitaliano per approfondire le tecniche ed i materiali per offrire ai propri pazienti soluzioni estetiche, pratiche, funzionali, biologicamente...


Sesta puntata del podcast Dentechstry di IDI Evolution dedicata all’innovazione tecnologica e come sta modificando, in meglio, le cure odontoiatriche ma anche il rapporto con il paziente....


L’odontoiatra Dario Tamburrano torna a Strasburgo. Aveva seguito le politiche energetiche e le questioni inerenti i dispositivi medici ed in particolare la stampa 3D


Le considerazioni ed i consigli del prof. Antonio Pelliccia che ricorda che il prezzo non lo si determina solo guardando i conti ed indica 5 aspetti base da considerare


Il contributo previdenziale del 4 per cento a carico degli specialisti esterni è pienamene legittimo, e le società accreditate con il Servizio sanitario nazionale hanno l’obbligo di versarlo...


Il Premio è stato istituito nel 2021 con l'obiettivo di promuovere la ricerca in Europa e nel mondo. Inviate le vostre proposte originali in tema “salute delle gengive”...


Secondo uno studio commissionato dall'ADF, le malattie parodontali associate alle patologie correlate provocano un costo sanitario che sfiora il miliardo di euro


Un evento per celebrare i 20 anni di attività, ripercorrere quanto fatto e guardare ai progetti futuri


La recente norma sulla neutralità fiscale le rende ancora più convenienti per aggregarsi. Il presidente CAO Roma ci spiega cosa sono e perché possono essere un ottimo strumento...


Bquadro Astidental consolida la sua leadership nel settore dentale aumentando il livello dei servizi da offrire ai propri clienti


Alla vigilia del Congresso dei Docenti abbiamo intervistato il presidente prof. Roberto Di Lenarda.Tra i temi toccati anche l’odontoiatria pubblica ed i test di ammissione ai corsi di laurea


 
 
 
 

Il Podcast
dell'Innovazione
Odontoiatrica

TUTTI GLI EPISODI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Iscriviti alla Newsletter

 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La lezione di storia dell’odontoiatria del prof. Guastamacchia

 
 
 
 
 
 
 
 
chiudi