HOME - Conservativa
 
 
31 Maggio 2009

Infiltrazione marginale tra differenti tipi di restauro

di P.F. Lugliè, A. Lumbau, A. Bortone, S. Sale, M. Schifone


OBIETTIVI. Le indicazioni alla scelta dei restauri diretti in materiale composito o amalgama d’argento e quelli indiretti in composito sono dettate dalle differenti esigenze cliniche. Scopo del lavoro è confrontare l’adattamento marginale offerto dai tre diversi tipi di restauro.
MATERIALI E METODI. Sono stati selezionati 24 molari, suddivisi in tre gruppi: gruppo A (restauri indiretti in composito), gruppo B (restauri diretti in composito) e gruppo C (restauri in amalgama). Sono state eseguite, dallo stesso operatore, cavità di I Classe di identiche dimensioni. Per tutti i campioni sono state previste le fasi della mordenzatura con acido ortofosforico, del sistema adesivo e del composito flow. Su un unico elemento dentario, di ciascun gruppo, il restauro è stato eseguito senza avvalersi delle procedure di mordenzatura e adesione e l’utilizzo del flow. I campioni, dopo stress termomeccanico, sono stati sottopo sti alle prove di infiltrazione marginale, sezionati e osservati allo stereomicroscopio ottico a diversi ingrandimenti.
RISULTATI E CONCLUSIONI. In tutti i campioni si è osservata la totale assenza di infiltrazione marginale; l’infiltrazione era evidente nei campioni il cui restauro non prevedeva le metodiche di mordenzatura e adesione.

Marginal infiltration among different types of restoration
OBJECTIVES. Indications of different dental restorations, direct or indirect composite restorations or amalgam, depend on clinical needs. Aim of this study is to compare margin sealing offered by three different restorative techniques.
MATERIALS AND METHODS. 24 molars were selected and divided into three groups according to the technique used: group A (composite inlays), group B (direct composite restoration), group C (amalgam). First Class cavities having equal size were created by the same operator. All the samples were treated with ortho-phosphoric acid, adhesive system and composite flow. A cavity of each group was filled without etching and bonding before using the composite flow. After thermo-mechanical stress all samples underwent marginal leakage tests. Samples were sectioned and observed by optical stereomicroscope at various degree.
RESULTS AND CONCLUSIONS. Leakage was evident in those samples which were not submitted to etching and bonding; all remaining samples showed no leakage at all. Choice of restoration must consider operative time, operating field, aesthetic needs, cost and patient.



Articoli correlati

Chi deve istallarlo, quali le soluzioni da adottare e le limitazioni tecniche. Maurizio Quaranta ci aiuta a capire 


I dubbi e le considerazioni di Maurizio Quaranta: Stabilite le sanzioni ora partiranno i controlli? I verificatori saranno in grado di verificare la presenza del separatore di amalgama? E come?


Via libera dal Consiglio dei Ministri alla disciplina sanzionatoria: fino a 100 mila euro per l’odontoiatra che non rispetta il regolamento sull’utilizzo del mercurio


Per il prof. Mangani l’amalgama non ha più senso di essere utilizzata perché esistono validissime alternative. Ecco quali e perchè


La pigmentazione grigio-bluastra del tessuto gengivale, definita tatuaggio da metallo o amalgama, è stata riscontrata nel 3,3% degli adulti negli Stati Uniti ed è causata dalla...

di Lara Figini


Altri Articoli

Fiorile: viene ribadito quanto da sempre sosteniamo, la pubblicità sanitaria può essere solo informativa e vigilata dall’Ordine


A ricordarlo è il presidente Cacioppo (RAD) sottolineando come la sentenza (erroneamente) insinua che l’attività odontoiatrica sia limitata alla sola terapia e che invece la diagnosi sia...


Quali i rischi e quali le precauzioni che dovrebbero essere adottate nella pratica clinica per prevenire il rischio di osteonecrosi

di Arianna Bianchi


La prof.ssa Milena Cadenaro è stata eletta presidente. È a prima donna italiana a ricoprire questo incarico nella Accademia con sede a San Digo (USA)


TePe Italia si tinge di rosa e sceglie di unirsi alla Lega Italiana per la Lotta contro i Tumori per promuovere l’iniziativa “LILT for Women - Campagna Nastro Rosa”


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Canino incluso: la pianificazione digitale

 
 
 
 
 
 
 
 
chiudi