HOME - Conservativa
 
 
30 Settembre 2009

Sbiancamento dentale domiciliare e ambulatoriale a confronto

di S. Corbella, M. Basso, E. Roci, F. De Siena, L. Francetti


OBIETTIVI. Valutare l’efficacia di due tipologie di trattamento sbiancante (domiciliare e ambulatoriale) in relazione anche agli effetti collaterali riferiti dai fascicoli.
MATERIALI E METODI. 21 pazienti sono stati selezionati e suddivisi in due gruppi, di cui uno ha subito un trattamento ambulatoriale con perossido di idrogeno al 38% e l’altro un trattamento domiciliare con perossido di carbamide al 10%. A tutti i pazienti è stato prescritto l’utilizzo quotidiano di un prodotto desensibilizzante (Curasept Sensitivity dentifricio e collutorio – Curaden Healthcare). Sono stati valutati e registrati i valori di FMPS%, FMBS%, il grado di ipersensibilità dentinale, il grado di soddisfazione e il colore degli elementi trattati in un periodo di tempo fino a sei mesi di distanza dalla prima seduta.
RISULTATI E CONCLUSIONI. Lo sbiancamento dentale domiciliare o ambulatoriale è un trattamento di scelta nel caso di una richiesta estetica da parte dei pazienti con di discromie di varia natura a carico degli elementi dentari che ne alterano la normale colorazione. Tale trattamento si dimostra ampiamente supportato dalla letteratura internazionale, sebbene siano spesso riferiti effetti collaterali come, per esempio, l’ipersensibilità dentinale. Entrambe le modalità di trattamento si sono dimostrate efficaci nello sbiancamento degli elementi dentari inducendo elevati livelli di soddisfazione nei pazienti trattati. L’utilizzo di un prodotto desensibilizzante si è dimostrato utile nel limitare l’insorgenza di elevata ipersensibilità dentinale.



Articoli correlati

Immagine di repertorio

In uno studio in vitro di laboratorio, in pubblicazione sul Journal of Dentistry, gli autori hanno esaminato la capacità di un adesivo borato di proteggere lo smalto/dentina...

di Lara Figini


Grazie all’evoluzione degli ultimi anni, i nuovi sistemi di ablazione magnetostrittiva possono essere oggi utilizzati con ottimi risultati anche in situazioni cliniche...

di Giulia Ottaviano


L’ipersensibilità dentinale (DH) è un sintomo che frequentemente i pazienti riportato all’odontoiatra. Si manifesta più spesso durante i pasti, mentre si beve o durante lo...

di Lara Figini


L'impiego di agenti sbiancanti, sia nella pratica professionale odontoiatrica, sia nei trattamenti domiciliari sta riscuotendo sempre più successo e ha sempre maggiori richieste.La maggiore...


Altri Articoli

Cronaca     29 Settembre 2022

A Roma al via l'Assemblea CAO

ECM, pubblicità sanitaria, l’odontoiatria digitale saranno molti degli argomenti su cui discuteranno i 106 presidenti delle Commissioni Albo Odontoiatri degli Ordini.


Quest’anno, oltre a sensibilizzare i cittadini verso la prevenzione si punta a porre l’attenzione sull’importanza della relazione odontoiatra-paziente


Maggiore integrazione tra medico di base, pediatre e dentista ma anche un maggiore rapporto tra pubblico e privato tra i temi toccati durante la presentazione del Mese della Prevenzione, Il video...


Il MUR definisce le nuove regole per accedere ai test di ammissione. Prof. Di Lenarda: novità significativa che dovrà essere valutata nella pratica dopo la pubblicazione dei decreti attuativi 


Gli errori da non fare, gli strumenti da utilizzare e come utilizzarli nelle considerazioni della prof.ssa Nardi che si sofferma sui livelli di attenzione dedicati alla gestione del paziente in...

di Prof.ssa Gianna Maria Nardi


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Canino incluso: la pianificazione digitale

 
 
 
 
 
 
 
 
chiudi