HOME - Cronaca
 
 
23 Maggio 2016

EXPODENTALMeeting. A Rimini successo per la fiera che guarda al settore a 360°


Più che un sfida quella di UNIDI è stata una scommessa che a caldo, subito dopo la chiusura di questa edizione di EXPODENTALMeeting, può dirsi ampiamente vinta.

Se alla vigilia l'unica certezza era la collocazione temporale ed ambientale dell'evento (Rimini e penultima settimana di maggio), le incognite erano molte a cominciare dalla una crisi del settore non solo economica ma anche di fiducia, della prima volta a Rimini senza il congresso culturale degli Amici di Brugg, della scelta di utilizzare il padiglione più grande rispetto a quello utilizzato negli scorsi anni che avrebbe "sparso" i partecipanti.

Invece, salvo al giovedì mattina, tutti i padiglioni utilizzati sono stati visitati dando, certamente venerdì e sabato, una visione di "bello pieno".

16.000 le presenze totali, 800 incontri b2b con le imprese Italiane espositrici; in totale, i visitatori esteri in generale hanno visto un incremento del 72% rispetto all'evento riminese del 2015, con 563 nuovi visitatori dall'estero provenienti da 71 paesi diversi. Questi i numeri diffusi da UNIDI.

Ma la novità rispetto agli scorsi appuntamenti riminesi è stata quella del programma culturale organizzato non a margine dell'Expo ma all'interno di Expo, avvicinando EXPODENTAL ai modelli di fiere di settore da tempo sperimentati con successo non solo in Europa.

Una formazione a 360° grazie ai numerosissimi eventi organizzati, dove la clinica ed il "bel dente" si sono intersecati con il marketing, l'organizzazione aziendale, le nuove tecnologie, la comunicazione, la merceologia ed anche qualche argomento politico sindacale, molti argomenti che fino allo scorso anno, a Rimini, erano giudicati taboo.

Azzeccata anche l'idea degli "acquari", le sale di vetro allestite nello spazio espositivo dove si sono tenuti i Meeting. Da ripensare, invece la loro dimensione, per alcuni eventi i posti erano pochi, e l'acustica, in alcuni momenti sembrava di stare nella sala d'aspetto di un aeroporto.

Anche la presentazione della fotografia del mercato, questa volta non solo dal punto di vista della vendita ma anche da quello dei professionisti grazie alla collaborazione tra UNIDI ed ANDI, non è stata relegata in una saletta appartata come gli scorsi anni, ma in un'ampia sala che, purtroppo, non era pienissima. Ma si sa, il cambiamento ha bisogno dei suoi tempi.

"Una edizione -commenta UNIDI- che ha visto un incremento significativo delle presenze estere, confermando la forte vocazione internazionale di EXPODENTALMeeting e l'importanza della promozione estera come elemento da cui le Aziende del settore non possono prescindere".

Quest'anno, ricordano gli organizzatori, "grazie ad un eccezionale accordo di partnership con ICE (l'Istituto del Commercio Estero) e al sostegno del Ministero dello Sviluppo Economico, una delegazione di oltre 60 importatori è stata selezionata ed invitata a visitare gli stand delle aziende Italiane nei padiglioni di Rimini Fiera. Operatori stranieri altamente qualificati e provenienti da 21 Paesi (di cui 12 Africani): Albania, Algeria, Angola, Arabia Saudita, Armenia, Azerbaijan, Bosnia Erzegovina, Bulgaria, Congo, Costa d'Avorio, Etiopia, Ghana, Kazakistan, Kuwait, Marocco, Nigeria, Federazione Russa, Serbia, Sudafrica e Tunisia. La consistente presenza Africana nella Delegazione rende la fiera riminese una delle più importanti piattaforme in Europa dove le imprese possono incontrare buyers provenienti da questo continente di grande importanza strategica, e rientra insieme a IDEA (l'evento organizzato da UNIDI a Dakar che vedrà la sua seconda edizione dal 25 al 27 ottobre 2016) nel progetto di penetrazione del mercato Africano con cui l'Associazione sta supportando le Aziende Italiane".

"Il successo di questa prima edizione di Expodental Meeting a Rimini -commenta il presidente UNIDI Gianfranco Berrutti- non rappresenta un traguardo ma un punto di partenza, per migliorare e sviluppare una manifestazione che promette di diventare sempre più innovativa e rappresentativa del settore. È con questo spirito che UNIDI sta preparando l'appuntamento dell'anno prossimo, a Rimini dal 18 al 20 Maggio 2017".

Nor.Mac.

Sotto qualche scato dell'evento riminese di Davis Cussotto che ringraziamo

Articoli correlati

Con il 31 dicembre sono terminate le elezioni per i rinnovi delle CAO Provinciali e la nomina dei presidenti che saranno in carica fino al dicembre 2020.Rispetto alla precedente tornata elettiva...


Il 54% dei medici ha raccolto il numero di crediti necessario nel triennio 2014-2016 mentre i dentisti ligi alla norma sono stati il 51%. Il Segretario FNOMCeO Sergio Bovenga non concorda con i...


Il degrado dell'interfaccia dei restauri adesivi in composito è il risultato di più fattori combinati. Alla base vi è la contrazione da polimerizzazione tipica dei materiali compositi, che può...


Si chiama diabete urbano, in quanto il 75% dei pazienti diabetici si colloca in aree urbane. Per sfidare la nuova emergenza intorno al paziente si sono "auto-contingentati" medici diabetologi,...


Il corso universitario di qualificazione dei primi dentisti del Burundi è stato ufficialmente accettato nell'ordinamento nazionale del Burundi. Mercoledì 29 aprile 2017 alla presenza di...


L’appuntamento destinato a catalizzare l’attenzione degli odontotecnici italiani si presenta in una veste rinnovata e con una proposta di sessioni ancora più ricca


XyliMelts®, un innovativo prodotto efficace contro la xerostomia, anche durante il sonno. Richiedi i campioni gratuiti per il tuo studio


Unica società del settore ad avere ottenuto il prestigioso attestato, la sua presenza alla kermesse riminese offrirà ai professionisti l’opportunità di incontrare il team e...


Un innovativo software di pianificazione del trattamento orto-restaurativo che consente agli odontoiatri di integrare la terapia con allineatori trasparenti nei loro piani di...


prodotti     15 Maggio 2023

La forza delicata del trealosio

Le polveri per profilassi a base di trealosio garantiscono un’igiene profonda e mini-invasiva


Nota congiunta CAO, ANDI ed UNIDI. Confermate le indicazioni sulla registrazione dei dispositivi medici che non hanno ancora il codice UDI


Lo abbiamo chiesto dalla dott.ssa Linda Sanin di UNIDI. “Può capitare che per alcuni dispositivi non sia ancora indicato, dipende da quando è stato immesso in commercio, ma lo...


Altri Articoli

Un Decreto del Presidente della Repubblica accoglie il ricorso CAO, ANDI, AIO contro l’autorizzazione sanitaria concessa in Friuli ad uno studio di igiene dentale


Andrea Piantoni

“Sono molto onorato e orgoglioso di poter assumere questo ruolo in IDI Evolution, che considero la mia famiglia, e di poter proseguire il percorso iniziato ormai diversi anni...


Attraverso il nuovo CCNL vengono definite formazione e mansoni. Per diventare CSO si dovrà frequentare un corso di 90 ore, potrà organizzarlo solo ANDI


Per la prof.ssa Nardi, la prevenzione ha un valore fondamentale che deve essere espresso a livello globale, sia in ambito pubblico che privato, per permettere a tutte le persone assistite degli...

di Prof.ssa Gianna Maria Nardi


Per la Società Italiana di Ortodonzia, alcune malocclusioni possono essere intercettate già a 5/6 anni, queste alcune indicazioni per i genitori


Pensato per persone con disabilità è una sorta di trackpad inserito in una mascherina trasparente posizionata nell’arcata superiore e realizzata con una stampante 3D 


47 gli odontoiatri denunciati, 5milioni di euro il valore dei beni sequestrati e 33 milioni di euro l’ammontare delle tasse non versate


Il dott. Migliano sulla sperimentazione in Lombardia del percorso di apprendistato per ASO e non solo


ANDI dettaglia gli aumenti salariali (indicativi) per i dipendenti degli studi odontoiatrici con l’entrata a regime del nuovo CCNL


L’applicazione si applica anche alle lavoratrici degli studi odontoiatrici con rapporti di lavoro dipendente a tempo indeterminato sia già instaurato che in via di instaurazione


Acquisire le conoscenze e le competenze idonee per riconoscere i segni e i sintomi caratteristici di tale condizione al fine di prevenire e/o attutirne le conseguenze


Immagine di repertorio

L’odontoiatra è titolare di studio, il padre lo “aiutava” curando i pazienti ma non aveva la laurea. Lo studio non era autorizzato, all’interno rivenuto un radiografico senza la...


Se ne deve parlare per evitare d’innestare un circolo vizioso che penalizza studi e pazienti scrive il prof. Gagliani indicando nelle tecnologie uno dei possibili strumenti che possono aiutare...

di Massimo Gagliani


Diego Catania, Presidente dell’Ordine TSRM e PSTRP: “Siamo professioni intellettuali, la nostra autonomia non sia messa in dubbio”


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Annuncio in Evidenza


12 Febbraio 2024
Vendo immobile adibito a studio odontoiatrico dal 1960

Vendita a Chiasso centro, in Svizzera, immobile adibito dal 1960 a studio odontoiatrico composto da quattro unità operative, con autorizzazione sanitaria. Per informazioni contattare Marzio Negrini: cell. whatsapp +393756589128

 
 

Iscriviti alla Newsletter

 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La lezione di storia dell’odontoiatria del prof. Guastamacchia

 
 
 
 
chiudi