HOME - Cronaca
 
 
04 Luglio 2017

Primo workshop ANCOD conferma la crescita dell'odontoiatria organizzata. L'obiettivo strutturarsi ed associare il 100% delle strutture italiane


Ad un anno dalla sua nascita l'Associazione Nazionale Centri Odontoiatrici (ANCOD) ha organizzato questa mattina a Milano un Workshop informativo per fare il punto sul mercato odontoiatrico italiano, le scelte dei pazienti in tema di dentista, gli aspetti normativi che regolamentano le strutture e quelli del credito al consumo.

Ma l'evento è stato, oltre ad un momento formativo, l'occasione per fare il bilancio del primo anno di attività della associazione e per tracciare gli obiettivi per il prossimo futuro a cominciare dalla volontà di strutturarsi e di allargare il numero degli marchi rappresentati.

"Il mondo dell'odontoiatria organizzata sta crescendo molto rapidamente e i pazienti che non lo conoscono ne sono fortemente soddisfatti dopo averlo conosciuto", ha detto il presidente ANCOD Michel Cohen presentando l'evento e commentando i dati presentati.

700 circa le strutture operanti con circa 5 mila tra collaboratori clinici ed amministrativi occupati, 700 mila i pazienti trattati nel 2016 sono i numeri dell'odontoiatria organizzata, come sottolinea il presidente ANCOD che non vuole sentire parlare di "catene".

"Siamo nati per poter dare una univoca risposta alle tante accuse che ci venivano lacciate", ha ricordato Cohen ripercorrendo questo primo anno di lavoro fatto di molta attività sindacale per contrastare "i tentativi di impedirci di lavorare". E così l'attività di lobbie sul Ddl Concorrenza affiancata da quella di comunicazione attività per fare conoscere la loro attività e correttezza.

ANCOD che nel frattempo si è strutturata, Massimo Turchetti è stato nominato segretario generale con il compito di creare una struttura operativa, si è dotata di un codice etico, ha aderito all'Istituto dell'Autodisciplina Pubblicitaria con il quale lavorerà per stilare un regolamento di comportamento specifico per la pubblicità in ambito odontoiatrico, si è associata all'AIOP (Associazione Italiana Ospedalità Privata), prima associazione ad entrare nell'organismo che rappresenta la sanità privata italiana ed attivato una serie di servizi per le aziende associate.

"ANCOD continua ad impegnarsi per la promozione di servizi odontoiatrici che garantiscano la massima qualità e continuità dei servizi ai pazienti, e a questo scopo ci siamo dotati di un nostro codice di autoregolamentazione. Con l'adesione all'Istituto dell'Autodisciplina pubblicitaria ogni nostro associato si è impegnato ad accettare le linee guida del Giurì riconosciute a livello nazionale da chiunque faccia comunicazione in modo corretto: pensiamo che promuovere buone pratiche di comunicazione sia assolutamente fondamentale in un settore in cui i messaggi ambigui rischiano di ingannare il paziente".

Tra gli obiettivi del prossimo futuro quello di aumentare il numero dei marchi associati, ad oggi ANCOD rappresenta il 40% di quelle presenti sul territorio nazionale, instaurare un dialogo più strutturato con le Istituzioni ed il Ministero della salute, "quando si parla di odontoiatria non possono non coinvolgerci visto che ora rappresentiamo una fetta del mercato odontoiatrico italiano", ha ricordato Cohen, così come instaurare un dialogo di confronto con CAO e le associazioni di categoria.

Ma non solo attività sindacale, tra gli obiettivi anche quello di organizzare in Expdental il primo congresso scientifico ANCOD.

Il workshop

Durante il workshop è stata presentata una vasta ricerca sul mercato odontoiatrico commissionata da ANCOD a Key Stone, che ha intervistato un campione di oltre 1.500 persone. Fra le evidenze emerse c'è la forte crescita dell'odontoiatria organizzata, che pur rappresentando solo il 2% del mercato cura l'8% dei pazienti. Uno dei risultati più rilevanti dalla ricerca è quello che riguarda chi ha deciso di non andare nel dentista nel 2016: fra questi, il 36% ha rinunciato pur avendone bisogno. Il ricorso ai centri odontoiatrici, però, aumenta al 25% in caso di trattamenti che presuppongono un investimento economico maggiore, come protesi, implantologia e ortodonzia, dato che dimostra la buona risposta dei centri alla minor disponibilità economica delle famiglie italiane. La sensibilità al prezzo sembra quindi una variabile decisiva nella scelta delle cliniche, visto che il 45% degli intervistati ha dichiarato di averle scelte perché più economiche; addirittura il 31% (contro il 24% del dentista privato) dice di aver scelto un centro "perché mi ha convinto maggiormente", mentre chi si affida al dentista privato lo fa soprattutto in virtù del rapporto di fiducia (27%).

La ricerca ha rivelato anche il giudizio nei confronti dell'odontoiatria organizzata da parte di chi non si è mai rivolto a una clinica migliora fortemente dopo essersi stati in un centro; coloro che si sono curati in un centro appartenente a un gruppo organizzato hanno infatti espresso opinioni nettamente più positive, soprattutto su aspetti come la gestione delle relazioni personali, l'operato del professionista e gli orari di apertura.

Nel convegno si è parlato anche dei recenti cambiamenti che hanno riguardato l'odontoiatria dal punto di vista normativo. Silvia Stefanelli, avvocato specializzato in diritto sanitario, ha approfondito i temi toccati dalla legge Gelli, che ha modificato il quadro relativo alla responsabilità medica, e dal Ddl Concorrenza.

A proposito della necessità di facilitare l'accesso alle cure alle famiglie sono intervenuti Michele Fornelli di Prestitempo, che hanno discusso gli scenari attuali e futuri sul credito al consumo in ambito sanitario.

Argomenti che nei prossimi giorni Odontoiatria33 approfondirà con dei focus specifici.

Norberto Maccagno

Articoli correlati

Ancod organizza un evento al Ministero della Salute per presentare le “Catene” come realtà importante per il sistema salute del Paese e sfatare le “fake-news”


Spadafora (ANCOD): facilitare l'accesso alle cure odontoiatriche per le fasce più deboli è uno dei valori fondamentali dei Centri odontoiatrici associati


Tra i temi toccati nella video intervista la disponibilità a definire regole per evitare altri casi Dentix. Tra i primi confronti avuti quello con ANDI


Cambio al vertice di ANCOD, la scelta è di affidare la presidenza dell’Associazione ad un professionista esterno ai Marchi associati 


Ovviamente divisi tra soddisfazione (Catene) per aver tutelato il lavoro ed amarezza (Sindacati odontoiatrici) per l’ennesima bocciatura ad una proposta che vuole tutelare la salute del cittadino


La richiesta: necessario un intervento normativo urgente per potenziare le cure odontoiatriche pubbliche e per regolamentare meglio il settore delle catene dentistiche


Nel novembre 2020 il tribunale di Milano, dopo aver concesso un periodo di tempo per trovare un acquirente, dichiara il fallimento di Dentix così come avviene per le società di qualsiasi...

di Norberto Maccagno


Secondo Codacons alcuni dei pazienti che hanno sospeso i pagamenti delle rate dei finanziamenti ora sarebbero segnalati come “cattivi pagatori” 


Denunciato il presidente CAO di La Spezia, per il PM ed il GIP non c’è reato. Confermata la legittimità dell’azione di verifica da parte dell’Ordine


Altri Articoli

Sesta puntata del podcast Dentechstry di IDI Evolution dedicata all’innovazione tecnologica e come sta modificando, in meglio, le cure odontoiatriche ma anche il rapporto con il paziente....


L’odontoiatra Dario Tamburrano torna a Strasburgo. Aveva seguito le politiche energetiche e le questioni inerenti i dispositivi medici ed in particolare la stampa 3D


Le considerazioni ed i consigli del prof. Antonio Pelliccia che ricorda che il prezzo non lo si determina solo guardando i conti ed indica 5 aspetti base da considerare


Il contributo previdenziale del 4 per cento a carico degli specialisti esterni è pienamene legittimo, e le società accreditate con il Servizio sanitario nazionale hanno l’obbligo di versarlo...


Il Premio è stato istituito nel 2021 con l'obiettivo di promuovere la ricerca in Europa e nel mondo. Inviate le vostre proposte originali in tema “salute delle gengive”...


Secondo uno studio commissionato dall'ADF, le malattie parodontali associate alle patologie correlate provocano un costo sanitario che sfiora il miliardo di euro


Un evento per celebrare i 20 anni di attività, ripercorrere quanto fatto e guardare ai progetti futuri


La recente norma sulla neutralità fiscale le rende ancora più convenienti per aggregarsi. Il presidente CAO Roma ci spiega cosa sono e perché possono essere un ottimo strumento...


Incontro con la dott.ssa Barbara Sabiu: “Si deve considerare il flusso di lavoro nel suo insieme dove concorrono tutti i componenti del Team odontoiatrico ed i pazienti”


Bquadro Astidental consolida la sua leadership nel settore dentale aumentando il livello dei servizi da offrire ai propri clienti


Alla vigilia del Congresso dei Docenti abbiamo intervistato il presidente prof. Roberto Di Lenarda.Tra i temi toccati anche l’odontoiatria pubblica ed i test di ammissione ai corsi di laurea


La notizia è stata ripresa, con l'enfasi della rivoluzione, anche dai più importanti giornali e TG generalisti, anche dal sito della Gazzetta dello Sport, con questo titolo (questo quello del...

di Massimo Gagliani


Imminente il Summit sulla Sostenibilità in Odontoiatria della FDI World Dental Federation, che si terrà a giugno. Contestualmente si terrà il Contest per la Sostenibilità FDI...


La prof.ssa Nardi indica l’importante ruolo degli operatori sanitari di facilitare e permettere alla persona assistita di adattarsi ed autogestire sfide sociali, fisiche ed...

di Prof.ssa Gianna Maria Nardi


 
 
 
 

Il Podcast
dell'Innovazione
Odontoiatrica

TUTTI GLI EPISODI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Iscriviti alla Newsletter

 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La lezione di storia dell’odontoiatria del prof. Guastamacchia

 
 
 
 
chiudi