HOME - Cronaca
 
 
08 Febbraio 2018

Requisiti autorizzativi nel Lazio. Serve autocertificazione permanenza e rinnovo accreditamento entro il 25 febbraio


"Con il DCA 552 pubblicato sul Bollettino Ufficiale il 27 dicembre 2017, la Regione Lazio ha operato un importante mutamento di posizione in merito all'obbligo di inviare la dichiarazione concernente la permanenza del possesso dei requisiti minimi ex art. 5 c. 1 lett. a) L.R. 4/2003, affermando che "anche le strutture iscritte in piattaforma SAASS da oltre cinque anni ed entro il 30.06.2013, che non abbiano ancora ottenuto la conferma autorizzativa sono tenute a presentare la dichiarazione sostitutiva di atto notorio".

A dare la notizia è l'OMCeO di Roma ricordando come la Regione abbia chiarito quali sono i soggetti tenuti all'invio della dichiarazione sostitutiva di atto notorio:

  • le strutture che hanno ottenuto la conferma dell'autorizzazione all'esercizio e il rilascio dell'accreditamento istituzionale definitivo da oltre cinque anni e fino al 30.6.2013;
  • le strutture e gli studi medici professionali che sono stati autorizzati all'esercizio da oltre cinque anni e fino al 30.6.2013;
  • le strutture e gli studi medici professionali iscritti in piattaforma SAASS da oltre cinque anni ed entro il 30.6.2013, pur non essendo ancora in possesso di un titolo autorizzativo rilasciato dalla Regione Lazio.

Il termine per la presentazione della dichiarazione è di 60 giorni, che decorrono dalla data di pubblicazione della nota: pertanto tale scadenza è prevista per il 25 febbraio 2018.

L'eventuale mancato invio della suddetta dichiarazione sarà oggetto di diffida e potrà essere punito con l'avvio del procedimento di sospensione dell'autorizzazione o mancato rinnovo dell'accreditamento da parte della Regione Lazio.

Per effettuare la conferma autorizzativa è necessario compilare l'apposito modulo predisposto dalla Regione Lazio (vedi sotto) inviandolo, esclusivamente, a mezzo PEC all'indirizzo autorizzazione-accreditamento@regione.lazio.legalmail.it, riportando in oggetto "Dichiarazione sostitutiva struttura auotrizzata (accreditata) e nome della struttura".



Articoli correlati

L’ordinanza avrà validità di un mese, il tampone almeno ogni 10 giorni. AIO Roma scrive a Zingaretti chiedendo chiarimenti ma precisa ai soci: l’Ordinanza vale solo per gli...


Sono tenuti all’invio della dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà tutte gli studi già autorizzati all’esercizio. Le modalità per la compilazione


Il presidente della Regione Lazio e commissario ad acta per la sanità Nicola Zingaretti ha firmato il decreto con le misure straordinarie da introdurre a seguito del devastante sisma che ha...


Con l'approvazione della Delibera della Giunta Regionale avvenuta oggi 9 settembre 2015 vengono definite le nuove procedure autorizzative per gli studi medici e odontoiatrici laziali."Una riforma...


Altri Articoli

Dare notizia di Leggi e sentenze è uno degli aspetti della mia professione che trovo più interessante, ogni parola deve essere soppesata per capirne il giusto significato. Per poter dare la notizia...

di Norberto Maccagno


Aveva effettuato indagini radiografiche con “Cone Beam” su pazienti che non hanno poi effettuato gli interventi di implantologia. La Cassazione ritiene che non erano “complementari” alla cura


Il Ministro della Salute proroga di un mese l’obbligo, per i pazienti, di indossare le mascherine FFP2 per accedere. Nulla cambia per i sanitari


Dall’Università degli Studi della Campania Luigi Vanvitelli. Iscrizioni entro il 14 dicembre 2022


5 laureati in medicina di cui 2 con specialità in odontostomatologia, due i laureati in odontoiatria. Bergamo, Brescia, Genova, Napoli, Cosenza, Catania e Sassari gli Ordini dove sono iscritti


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Canino incluso: la pianificazione digitale

 
 
 
 
chiudi