HOME - Cronaca
 
 
26 Novembre 2021

UK: novembre è il mese della prevenzione del tumore del cavo orale

Da Oral Health Foundation le indicazioni ai pazienti su come riconoscerlo e prevenirlo. In un report i dati di incidenza della patologia

Cristoforo Zervos

In questo periodo in Inghilterra si sta svolgendo “Il mese di azione contro il cancro orale”. Questa campagna, promossa dalla Oral Health Foundation, si prefigge, con report e linee guide, di sensibilizzare la popolazione su un problema di salute che ormai si sta sempre più diffondendo.

In occasione di questo evento è stato redatto un rapporto che ha esaminato tutte le statistiche più recenti nella regione inglese. I dati comprendono le nuove cifre di incidenza della malattia, le percentuali di sopravvivenza, le localizzazioni più frequenti dove si sviluppa la malattia, i fattori temporali, le sfide future e alcune raccomandazioni.

In sintesi i dati principali indicano:

  • L'anno scorso il tumore orale nel Regno Unito ha raggiunto un totale di 8.772 casi.
  • I casi sono aumentati del 58% nell'ultimo decennio e del 97% rispetto a 20 anni fa.
  • Il 58% di questi tumori si manifesta sulla lingua e sulle tonsille.
  • L'anno scorso, 2.702 britannici, hanno perso la vita a causa della malattia.
  • Il tasso di sopravvivenza a dieci anni è compreso tra il 18% ed il 57%, a seconda di dove il cancro colpisce e da quanto precocemente viene diagnosticato.
  • Quasi nove su dieci (86%) adulti britannici hanno sentito parlare della malattia, ma c’è scarsa consapevolezza su segnali, sintomi e fattori di rischio.
  • La consapevolezza fra la popolazione dei principali segnali e sintomi del tumore orale è del 23%.
  • La consapevolezza sui principali fattori di rischio è del 16%.
  • Secondo uno dei più grandi fondi inglesi del NHS, lo spostamento delle cure da medico di base a specialista o su clinica specializzata per il tumore orale è diminuito del 65% dall'inizio della pandemia.
  • Migliori scelte di vita, diagnosi precoce e migliore accesso alle pratiche odontoiatriche durante la pandemia sono alcune delle sfide chiave nell'affrontare il tumore.
  • Occorrono maggiori investimenti nell'istruzione e nella comunicazione nazionale dei pericoli della malattia, nonché una campagna educativa per la vaccinazione contro l'HPV (Human Papilloma Virus). 


Invece, in termini di informazione del rischio e prevenzione il report riferisce in sintesi: 

  • Ulcere di lunga durata, macchie rosse o bianche e insoliti grumi o protuberanze sono tre segnali di allarme comuni della malattia. Un semplice controllo richiede solo pochi minuti e potrebbe essere determinate per evitare esiti fatali. 
  • Le scelte quotidiane che facciamo possono influenzare le nostre possibilità di sviluppare un tumore orale: fumare sigarette aumenta significativamente il rischio di sviluppare la malattia; bere alcool in eccesso è responsabile di circa un terzo di tutti i tumori della bocca. Bere tra 1,5 e 6 unità di alcol al giorno potrebbe aumentare il rischio del 81%. Il tumore orale è 2,5 volte più alto nei bevitori regolari rispetto a non bevitori o bevitori occasionali. Per tutti coloro che bevono e fumano molto, il rischio aumenta di 30 volte. 
  • Il papillomavirus umano (HPV) di tipo 16 e 18 sono collegati a circa tre su quattro (73%) tumori orofaringei e oltre uno su dieci (12%) tumori della cavità orale e dell'ipofaringe.
  • L’età avanzata è un altro dei fattori di rischio, perché le nostre cellule e il nostro DNA sono più danneggiati. Questo è un fattore biologico, tuttavia può anche essere determinato dall’esposizione a fattori di rischio. Non è chiaro il motivo ma le percentuali dei tumori del cavo orale risultano più alte negli individui di sesso maschile, ciò potrebbe essere dovuto ad abitudini di vita scorrette. Gli altri fattori di rischio associati al cancro della bocca includono: tabacco da masticare, cattiva alimentazione, raggi X e radiazioni gamma, sovraesposizione a luce solare, storia familiare di tumori e fumo passivo.
  • Le visite regolari dal dentista sono fondamentali. Prevedere appuntamenti periodici rende più probabile che eventuali problemi vengano rilevati il ​​prima possibile, inclusa questa malattia. 
  • Prima viene individuato un problema, più è facile affrontarlo. Il tumore orale non fa eccezione. Più piccola è l'area interessata, maggiori sono le possibilità di un completo recupero. In caso di dubbio, consultare immediatamente il proprio dentista o il medico curante.  

Approfondimenti a questo link 



Articoli correlati

La possibilità è valutata dallo studio IMPEDE in corso all’Università di Brescia. Anche gli studi odontoiatri privati possono contribuire allo sviluppo della ricerca


In occasione della Giornata Nazionale del Malato Oncologico, Straumann Group rivela insieme al chirurgo maxillo facciale la relazione tra salute orale e cancro, con consigli per la gestione della...


Sabato 14 maggio prende il via la campagna di prevenzione del tumore del cavo orale di Fondazione ANDI Onlus. Questi i dati sull'incidenza della malattia in Italia e nel mondo


Il prof. Giovani Lodi illustra le procedure per arrivare ad una diagnosi “serena” e come mettere in patica la regola dei 14 giorni

di Arianna Bianchi


Odontoiatra: medico o “slot machine” del sorriso? Riflessione del prof. Massimo Gagliani sul ruolo del dentista

di Massimo Gagliani


Altri Articoli

Una due giorni ad un Congresso qualsiasi può essere un ritorno alla normalità dice il prof. Gagliani che avverte: la formazione deve essere debitamente certificata e tutelata con regole non fondate...

di Massimo Gagliani


Sono nato una domenica dell’agosto 1964, anagraficamente contando il Governo Draghi è stato il quarantottesimo che ho vissuto. In Germania, nello stesso periodo, di Governi ne hanno avuti 19...

di Norberto Maccagno


Il Consejo General de Dentistas ha elaborato una relazione tecnica dove sono state analizzate la densità di professionisti per popolazione, l'evoluzione demografica negli ultimi...


Maria Grazia Cannarozzo

Dalla collaborazione tra l’Azienda Ospedaliera Cannizzaro di Catania e il COI-AIOG nasce il progetto “Odontoiatria rosa”, che attenzionerà la salute orale delle donne...

di Lorena Origo


Sarà Catania ad ospitare, dal 20 al 22 aprile 2023, il Congresso numero 30 del CDUO organizzato dalle Università di Palermo, Messina e Catania


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Canino incluso: la pianificazione digitale

 
 
 
 
chiudi