HOME - Cronaca
 
 
13 Dicembre 2021

Esonero contributivo, ENPAM ammette le domande di quasi 24mila medici e dentisti

Gli uffici dell’ENPAM hanno ammesso la stragrande maggioranza delle domande di esonero contributivo presentate dai propri iscritti. Ecco ora cosa si deve sapere


Introdotto dalla legge di Bilancio 2021 per aiutare i professionisti in difficoltà dopo lo stop dovuto al Covid, l’esonero contributivo non sembra ver avuto il “successo” ipotizzato: circa 100 mila i professionisti che lo hanno richiesto contro i circa 300 mila ipotizzati. Un potenziale risparmio per le casse dello Stato che aveva indotto il presidente AdEPP ed ENPAM Alberto Oliveti a chiedere di destinare quanto non speso al fondo per infortuni e malattie professionali dei professionisti. 

Ricordiamo che per poter richiedere l’esonero si doveva aver riscontrato un calo del fatturato nel 2020 rispetto al 2019 di almeno il 33%. 

Per quanto riguarda medici ed odontoiatri, informa ENPAM, sono state 24 895 le richieste presentate per avere accesso all’esonero parziale dei contributi dovuti all’ENPAM, 23.891 quelle ritenute valide, il 96% delle domande presentate. 

La misura consente di vedersi pagati dallo Stato, fino a 3mila euro, i contributi per la Quota A 2021 e la Quota B sui redditi 2020. Nella platea dei beneficiari erano stati inclusi anche i neoiscritti all’ENPAM – inscritti all’Ordine dei medici nel 2020 – e pensionati che durante lo scorso anno avevano nuovamente indossato il camice per contrastare la pandemia da Covid-19. 

Nei giorni ENPAM ha inviato una comunicazione per informare i titolari delle domande ammesse. A ciascuno dei medici e dentisti, la Fondazione ha fornito un prospetto personalizzato per indicare quale parte di contributi verrà coperta dall’intervento statale. 

Le possibilità sono tre, ricordano da ENPAM: “c’è chi avrà diritto a un rimborso sui contributi che rientrano nell’esonero e che il beneficiario aveva già pagato; chi dovrà completare i versamenti perché l’importo dell’esonero sarà inferiore a quello dei contributi dovuti e, infine, chi si vedrà coprire per intero i contributi e dunque non dovrà fare più nulla”. 

ENPAM precisa “che il periodo oggetto di esonero contributivo varrà per la pensione. I contributi, anche se versati dallo Stato, conteranno a tutti gli effetti per costruire un pezzo della pensione del beneficiario dello sconto”. “

In ogni modo –ricorda ENPAM- sulle domande ammesse dalla Fondazione, l’ultima parola spetterà allo Stato, che eroga la misura di sostegno. Sempre da Roma si attende un decreto ministeriale sull’effettivo importo che verrà messo a disposizione per ciascun professionista che risulterà beneficiario dell’esonero contributivo”.   


_______________________________________________________________________ 

Se hai trovato utile questo articolo e non sei ancora abbonato ad Odontoiatria33, sostieni la qualità della nostra informazione 

Articoli correlati

Si può fare solo on-line, attenzione alla sanzione. Ecco quanto e quando devono gli odontoiatri liberi professionisti devono versare per la Quota “A” e la Quota “B” 


Presentato il bando per i “bonus bebè”, punta a sostenere le spese necessarie ma anche a supportare l’attività lavorativa o di studio universitario. Domande fino al 4 ottobre


Per i professionisti viene confermata la necessità di attendere le indicazioni ministeriali. Per ora esclusi, invece, gli specializzandi


Potranno usufruirne i figli di medici ed odontoiatri liberi professionisti ed i figli di medici ed dentisti orfani. Oliveti: l’espressione della funzione di sostegno dell’ENPAM


Agevolazione è scaduta il 30 giugno. Una decisione governativa fanno notare dall’Ente di previdenza di medici e dentisti: attendiamo eventuali proroghe


Altri Articoli

Una due giorni ad un Congresso qualsiasi può essere un ritorno alla normalità dice il prof. Gagliani che avverte: la formazione deve essere debitamente certificata e tutelata con regole non fondate...

di Massimo Gagliani


Sono nato una domenica dell’agosto 1964, anagraficamente contando il Governo Draghi è stato il quarantottesimo che ho vissuto. In Germania, nello stesso periodo, di Governi ne hanno avuti 19...

di Norberto Maccagno


Il Consejo General de Dentistas ha elaborato una relazione tecnica dove sono state analizzate la densità di professionisti per popolazione, l'evoluzione demografica negli ultimi...


Maria Grazia Cannarozzo

Dalla collaborazione tra l’Azienda Ospedaliera Cannizzaro di Catania e il COI-AIOG nasce il progetto “Odontoiatria rosa”, che attenzionerà la salute orale delle donne...

di Lorena Origo


Sarà Catania ad ospitare, dal 20 al 22 aprile 2023, il Congresso numero 30 del CDUO organizzato dalle Università di Palermo, Messina e Catania


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Canino incluso: la pianificazione digitale

 
 
 
 
chiudi