HOME - Cronaca
 
 
27 Gennaio 2022

Radioprotezione e registrazione alla piattaforma STRIMS: ANDI suggerisce di attendere

Per l’Associazione probabile l’inserimento nel Milleproghe di un rinvio della scadenza del termine ultimo per registrarsi alla piattaforma come detentori di sorgenti di radiazioni ionizzanti

Nor. Mac.

Obiettivo della piattaforma STRIMS (Sistema di Tracciabilità dei Rifiuti radioattivi, dei Materiali radioattivi e delle Sorgenti di radiazioni ionizzanti), è quello di creare un archivio nazionale delle sorgenti radiogene sul territorio come previsto dal Decreto legislativo 101/2020 (la normativa sulla radioprotezione) prevedendo l’obbligo di registrazione, ovviamente dopo la sua attivazione da parte dell’ISIN (Ispettorato nazionale per la sicurezza nucleare e la radioprotezione). 

Nell’ottobre scorso è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale l’atto di attivazione da parte dell’ISIN della piattaforma per la registrazione alla quale, entro 90 giorni, erano obbligati a registrarsi tutti gli operatori del settore, in particolare chiunque importa o produce a fini commerciali o, comunque, esercita commercio di materiali o sorgenti di radiazioni ionizzanti, chi effettua attività di intermediazione degli stessi, attività di detenzione di sorgenti di radiazioni ionizzanti, di trasporto di materiali radioattivi e tutti i soggetti che si occupano di gestione di rifiuti radioattivi.  

Subito dopo la pubblicazione dell’atto in Gazzetta Ufficiale, lo stesso l’Ispettorato nazionale per la sicurezza nucleare e la radioprotezione ha chiarito che, per ora, “Le strutture sanitarie pubbliche o private, studi odontoiatrici compresi, che impiegano ai fini di esposizione medica generatori di radiazione e materie radioattive, sono esentate dagli obblighi di registrazione e comunicazione previsti dall'art. 48 del D.Lgs. n. 101/20, nelle more dell'emanazione dell'accordo di cui al comma 4 del predetto articolo” (si veda il nostro approfondimento). 

Non una esenzione dall’obbligo di registrazione alla piattaforma STRIMS, ma una proroga visto che l’articolo 48 del Decreto Legislativo 1010/2020 individua come data ultima per la registrazione il 27 febbraio 2022. 

In una nota, l’ANDI “suggerisce” ai propri iscritti “di attendere”. 

Sempre stando alla nota dell’Associazione, nel decreto Milleproroghe, “sarà probabilmente inserito un rinvio di tale scadenza a nuova data, anche in considerazione della oramai diffusa convinzione della inutilità di tale obbligo che altro non fa che replicare quanto già normalmente eseguito a prescindere dall.art.48 della 101/2020”. 

“ANDI sta seguendo con costante attenzione questo tema”, informa nella nota il presidente ANDI, Carlo Ghirlanda. “Riteniamo infatti possibile l’approvazione di una proroga rispetto alla scadenza del 27 febbraio p.v.. Comunicheremo comunque e per tempo quanto sarà definito rispetto alla questione in oggetto per garantire che tutti noi si possa adempiere nel modo opportuno a quanto sarà stabilito”.

Articoli correlati

Il Ministero della Salute fornisce chiarimenti in tema di radioprotezione su obbligo formativo, esposizione medica e attività radiologiche complementari


È possibile adottare i nuovi protocolli a bassa dose, senza perdita di qualità diagnostica?


Se ne è discusso durante la Tavola rotonda organizzata da RAD in Expodental Meeting. Guarda la registrazione


La dott.ssa Giancarla Rossetti riprova a scrivere al Ministero per chiedere un intervento elencando gli “errori” contenuti nel decreto 101/2020


Alcune considerazioni del dott. Balduzzii sulla formazione sulla radioprotezione necessaria per ottemperare al decreto 101/20  e quella necessaria per la sicurezza sul lavoro


Altri Articoli

Una due giorni ad un Congresso qualsiasi può essere un ritorno alla normalità dice il prof. Gagliani che avverte: la formazione deve essere debitamente certificata e tutelata con regole non fondate...

di Massimo Gagliani


Sono nato una domenica dell’agosto 1964, anagraficamente contando il Governo Draghi è stato il quarantottesimo che ho vissuto. In Germania, nello stesso periodo, di Governi ne hanno avuti 19...

di Norberto Maccagno


Il Consejo General de Dentistas ha elaborato una relazione tecnica dove sono state analizzate la densità di professionisti per popolazione, l'evoluzione demografica negli ultimi...


Maria Grazia Cannarozzo

Dalla collaborazione tra l’Azienda Ospedaliera Cannizzaro di Catania e il COI-AIOG nasce il progetto “Odontoiatria rosa”, che attenzionerà la salute orale delle donne...

di Lorena Origo


Sarà Catania ad ospitare, dal 20 al 22 aprile 2023, il Congresso numero 30 del CDUO organizzato dalle Università di Palermo, Messina e Catania


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Canino incluso: la pianificazione digitale

 
 
 
 
chiudi