HOME - Cronaca
 
 
30 Marzo 2006

Assistenti di studio e sindacato

di G.C. Leghissa


Sul numero di novembre 2005 di Prevenzione & assistenza dentale è stato pubblicato un editoriale del Presidente dell’AIASO (Associazione Italiana Assistenti di Studio Odontoiatrico, ndr), Annamaria Girardi, che è indicativo della situazione della categoria. La signora Girardi (che io stimo moltissimo, come è giusto stimare tutti coloro che invece di starsene a casa in pantofole fanno sacrifici e si impegnano per migliorare il mondo) fa alcune affermazioni rivelatrici:
1) “… l’AIASO, ente privo di finalità lucrative e apolitico…”. Come fa un’associazione che si occupa dei diritti e dei doveri di una categoria professionale a essere apolitica? Lavorare per raggiungere regole, norme, quadri professionali, cioè situazioni pubbliche che sul pubblico intervengono, non è fare politica? Perché si ha paura della politica? Perché è sporca? Così come il danaro? Smettiamola con le facezie a assumiamoci con dignità e coraggio il ruolo che spetta a chiunque si occupi, in qualunque modo, della cosa pubblica: facciamo politica.
2) “… per quale motivo le associazioni che rappresentano gli assistenti non vengono quasi mai coinvolte… in occasione dei più importanti dibattiti ufficiali?”. Non sarà perché non hanno peso, visto che il numero di assistenti iscritti alle associazioni è quasi insignificante? Ma soprattutto: non sarà che le proposte delle associazioni sul piano sindacale sono praticamente inesistenti? Fate sforzi importanti e lodevoli per dare aggiornamenti culturali, ma a quale scopo? A cosa serve insegnare tutto sulla sterilità se poi nello studio non ci sono le autoclavi o non vengono fatti i controlli biologici? Se l’assistente che si cambia i guanti quando tocca il telefono viene guardata male? Se il tempo per il riordino e la decontaminazione è così compresso che è impossibile realizzarli compiutamente? Allora il vero problema è: cosa ci sta a fare un’associazione sindacale che non fa battaglie sindacali?
3) "… perché si pretende di voler dirigere, sempre dall’alto, le ‘crociate’ che gli assistenti vogliono intraprendere da soli, al fine di vedersi riconosciuti professionalità e diritti?”. Forse perché, in realtà, le crociate non le fa nessuno. Provate a organizzare una mobilitazione nazionale degli assistenti davanti al Parlamento per consegnare la richiesta di una legge sulla figura professionale e vedrete che… nessuno vorrà venire a dirigere dall’alto, anzi, vedrete che i dentisti ben si guarderanno dal partecipare. Ma la verità vera, amara, dura da digerire è che anche gli assistenti si guarderebbero bene dal partecipare, perché il senso di categoria, l’orgoglio professionale, la solidarietà di lavoratori sono bassi e flebili.
Sono pessimista? Lo spero. E se sono pessimista vuol dire che la realtà sarà migliore di quanto temo e che presto vedremo nascere serie iniziative sindacali da parte delle associazioni degli assistenti, vedremo la ricerca di unità delle associazioni, vedremo…

Italian Dental Economist 2006; 2

Articoli correlati

Le proposte di raccomandazioni del Gruppo di Lavoro ICT della FNOMCeO: no alle fake news e cautela nelle “amicizie” con pazienti


L’88% dei dentisti USA riceve recensioni online. Questi i 5 suggerimenti dall’American Dental Association (ADA) su come gestirle, soprattutto quelle negative

di Davis Cussotto


L'opportunità di acquisire competenze strategiche e pratiche per migliorare le proprie attività e attrarre più pazienti


Un manuale Edra per il team odontoiatrico che vuole capire come creare e gestire con successo gli strumenti per dialogare con i pazienti attraverso il web. Lo presenta uno degli autori


Acquisire le competenze comunicative necessarie per una vita professionale di qualità in modo originale, con ironia e divertimento


Creata per informare correttamente i cittadini sui temi legati alla salute orale, ora le notizie pubblicate vengono condivise anche sui canali di comunicazione delle Società scientifiche aderenti 


Portali evoluti che offrono non solo informazioni ma permettono di accedere ai propri dati sanitari e comunicare con il clinico, contribuiranno a migliorare la qualità dell’assistenza...


Tra il 5% e il 15% di tutti i pazienti ha una fobia odontoiatrica e questo rischia di compromettere la cura: ecco qualche consiglio su come individuare il paziente odontofobico ...


didomenica     02 Aprile 2023

L’opinione del paziente

Il titolo me lo ha suggerito il prof. Carlo Guastamacchia inviandomi la mail con cui un suo paziente tornato a casa dopo, mi dice, una “lunga chiacchierata con me, dato che aveva seguito il video...

di Norberto Maccagno


Rivivi il webinar con i dottori Daniele Beretta ed Eugenio Brenna realizzato per la Digital Dental Week 


Per i medici è uno strumento “invasivo” secondo un sondaggio dell’OMCeO di Firenze. Per gli studi odontoiatrici può essere un utile strumento, ecco come


inchieste     01 Marzo 2023

Dentisti e social media

Solo il 48% ha un profilo dedicato allo studio e prevalentemente è su Facebook. Il 62% ha invece un sito 


Altri Articoli

Per la prof.ssa Nardi fondamentale è il ruolo dell’igienista dentale a supporto di questi pazienti e dei familiari, come fondamentale è l’uso delle nuove tecnologie

di Prof.ssa Gianna Maria Nardi


Tra le criticità esposte da CNA e Confartigianato, il profilo fermo al 1928 e il troppo abusivismo nella professione svolto da soggetti non abilitati alla fabbricazione delle...


Al centro Giorgio Albonetti con Gianpaolo Crasta e Alessio Crisantemi

Il Presidente del nostro Gruppo Editoriale guiderà l’Associazione degli editori b2b, professionali e specializzati


AIO, sollecitata dalle richieste di alcuni pazienti, ritorna sulla questione pubblicando una serie di consigli ed indicazioni dell’avvocato Maria Maddalena Giungato


In occasione della Giornata mondiale sull'Alzheimer, riproponiamo una intervista fatta al dott. Mario Ghezzi ed intanto tutti i quotidiani del Gruppo EDRA si "vestono" di viola


Dal 19 al 22 settembre offerte visite gratuite di screening e informazioni sui tumori testa-collo grazie ad un'azione multidisciplinare tra i reparti di Chirurgia...


Organizzati per area clinica sono consultabili liberamente sul sito della più longeva rivista scientifica del settore dentale


Presentate ad Amsterdam dopo 8 anni le nuove indicazioni per questa patologia. Ecco le indicazioni per gli odontoiatri e le procedure odontoiatriche considerate a rischio

di Arianna Bianchi


I 5 elementi da considerare per rendere il proprio studio un ambiente di lavoro piacevole e che allo stesso tempo offra al paziente una esperienza positiva. I consigli dell’Architetto Tradati di...


Il punto su Ni-Ti, strumenti endodontici e detersione: l’anteprima della relazione del dottor Andrea Polesel al 38° Congresso Nazionale SIE


L’uscire da un modello centenario è cosa assai complicata, dice il prof. Gagliani aggiungendo che sarebbe ora di avanzare risposte adeguate, prima che un mercato furibondo abbia il sopravvento

di Massimo Gagliani


Il nuovo vaccino è fortemente raccomandato per i sanitari, per quanto riguarda mascherine in studio non c’è obbligo ma spetta al titolare decidere. Le nuove regole per i...


Perossido d’idrogeno o perossido di carbammide? Sbiancamento in poltrona o sbiancamento domiciliare? Queste sono solo alcune domande che quotidianamente odontoiatri ed igienisti...

di Dino Re


Salvatore D'Amato, Presidente IAED

A Salvatore D’Amato, Presidente dell'Italian Academy Estethic Dentistry, abbiamo chiesto di anticipare i contenuti dell’appuntamento che si terrà il 20 e 21 ottobre prossimi...


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Iscriviti alla Newsletter

 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Il presidente Iandolo commenta le norme odontoiatriche contenute nel Decreto bollette

 
 
 
 
chiudi