HOME - Cronaca
 
 
14 Dicembre 2009

Contrastare il ricorso alla medicina difensiva

di Andrea Telara


Un coro di approvazione da parte delle associazioni mediche e molte critiche dalle organizzazioni dei consumatori.
È stato accolto così, nei mesi scorsi, il progetto di legge portato avanti da alcuni parlamentari della maggioranza per dare una nuova regolamentazione ai contenziosi giudiziari tra medici e pazienti. Un no deciso al progetto di legge è arrivato da Teresa Petrangolini, segretario generale di Cittadinanzattiva-Tribunale per i diritti del malato, che ha indicato una strada diversa per combattere il fenomeno della medicina difensiva e per ridurre il numero delle cause civili e penali contro i camici bianchi. “Dai nostri dati” ha sostenuto nei mesi scorsi Petrangolini “emerge che soltanto una parte minoritaria dei pazienti arriva a denunciare il medico”. E chi lo fa, secondo l'esponente di Cittadinanzattiva, spesso si è sentito abbandonato dal personale sanitario o ha ricevuto una cattiva comunicazione, per questo il primo problema da risolvere è il calo della fiducia verso i camici bianchi verificatosi in questi ultimi anni. La soluzione consiste dunque nell'assicurare un servizio migliore ai pazienti. In che modo? Il Tribunale per i diritti del malato ha redatto due documenti, la Carta della qualità in chirurgia e la Carta della qualità in medicina interna, ai quali potrebbero ispirarsi tutte le associazioni sanitarie, di qualsiasi area terapeutica.
I due documenti indicano alcuni impegni che i medici si assumono nei confronti del paziente per garantire un servizio migliore. Nel caso di un ricovero in ospedale, per esempio, il paziente dovrebbe contare su un'adeguata accoglienza, disporre di una segnaletica visibile, di una sala d’attesa confortevole e, durante il ricovero, dovrebbe disporre di un medico di riferimento che lo informi e lo accompagni nel suo percorso di cura, insieme a un professionista parasanitario che svolge il ruolo di tutor.
Di segno opposto è invece la posizione espressa da alcune associazioni dei medici e in particolare dall'Amami (Associazione per i medici accusati di malpractice ingiustamente), un'organizzazione nata per contrastare il fenomeno delle denunce infondate contro i camici bianchi e per aiutarli a difendersi (nel direttivo di questa associazione siede anche un rappresentante del mondo dell'odontoiatria: il dottor Gian Luca Picozzi, in qualità di segretario). Per l'Amami, le proposte di legge ancora all'esame del Parlamento vanno nella direzione giusta e non porteranno, come qualcuno sostiene, a una depenalizzazione dell'errore sanitario. Più semplicemente, vi sarà una migliore definizione di quella che è l'attività medica, in modo tale da individuare in maniera più precisa le responsabilità dei camici bianchi, scoraggiando così le denunce infondate. L'Amami auspica anche che, prima di arrivare nelle aule dei tribunali, le controversie tra medici e pazienti siano regolate da delle procedure di conciliazione, cioè da degli organismi extra-giudiziali super partes che permettano ai contendenti di giungere a un accordo senza affrontare le lungaggini della giustizia italiana.

GdO 2009;17

Articoli correlati

Si è tenuto a Nara (Giappone), tra il 5 e 7 Ottobre, il quindicesimo congresso dell’IFDAS, la Federazione Internazionale delle Società di Anestesia Odontoiatrica, un avvenimento con cadenza...


È stato forte e chiaro il messaggio che AIDI e UNID, le associazioni degli igienisti dentali, hanno voluto lanciare alla politica e alle istituzioni relativamente alle tematiche che riguardano e in...


Odontoiatria 33, riprendendo un comunicato dell'Ufficio Stampa della FNOMCeO ha divulgato la notizia che il Presidente Nazionale della Commissione Albo Odontoiatri Dott. Giuseppe Renzo, esasperato...


Il Social Dreaming è una tecnica di lavoro ideata da G. W. Lawrence negli anni '80 quando era direttore al Tavistock Institute of Human Relations di Londra. Tale modello, considera "le...


La scorsa settimana un comunicato stampa annunciava la nascita dell' ANCOD l'Associazione Nazionale dei Centri Odontoiatrici. Odontoaitria33 ha intervistato il presidente Michel Cohen (nella foto)...


Ha soltanto pochi mesi di vita, ma vuole crescere in fretta. Ed è nato sotto i migliori auspici, perché si rivolge a un nutrito esercito di lavoratori autonomi che intendono costruirsi...


Un prodotto realizzato in tessuto fresco e traspirante, lavabile in lavatrice fino a 90° e candeggiabile


Abbiamo chiesto alla presidente SIOF Gabriella Ceretti cosa potrebbe cambiare se venisse approvata la bozza del Decreto previsto dalla Gelli


Previsto dalla Legge sulla responsabilità sanitaria, il decreto attuativo vicino al traguardo. Ecco cosa prevede per strutture sanitarie e professionisti


Nella classifica della tipologia di notizie più lette su Odontoiatria33, quelle ordinistiche quasi mai arrivano ai primi posti: salvo non trattino di procedimenti disciplinari e...


L’europarlamentare Nicola Danti presenta interrogazione per verificare che non siano state violate le norme su libera concorrenza  


Due distinti ricorsi contestano i contenuti e ne chiedono l’annullamento e misure cautelari, violerebbero le norme esistenti


Altri Articoli

Diventa operativo il decreto attuativo della legge Gelli, il testo regolamenta le polizze assicurative in materia sanitaria introducendo i massimali minimi a seconda della classe di rischio


Il progetto è finanziato dal Ministero della Salute tramite l’Istituto nazionale per la promozione della salute delle popolazioni migranti e contrasto delle malattie della povertà


Medici e dentisti, anche liberi professionisti che decidono di andare in pensione dopo i 68 anni e fino ai 75, matureranno una pensione significativamente più alta


Sembra una ovvietà ma non credo che questa affermazione sia un percepito di voi dentisti quando si parla di società odontoiatriche, di “Catene”.Invece l’aveva chiaro il legislatore quanto nel...

di Norberto Maccagno


Di Marco: “non sussiste alcuna subordinazione dell’Igienista dentale rispetto all’Odontoiatra, bensì vi è una proficua e paritetica sinergia nell’interesse della...


Proseguendo la collaborazione con TeamSmile per altri due anni l'azienda compie un ulteriore passo avanti verso il raggiungimento di uno degli obiettivi centrali del suo programma...


Per approfondire l’odontoiatria digitale. Scopri gli appuntamenti e gli eventi gratuiti per odontoiatri ed odontotecnici


Immagine di repertorio

Molti pazienti avevano già versato anticipi per le cure o attivato finanziamenti. Le indicazioni di Adiconsum e della CAO Oristano. Da valutare le responsabilità degli odontoiatri e del direttore...


E' online il corso FAD ECM su Medicina estetica odontoiatrica, relatore Michele Cassetta. Un corso per approfondire ma anche solo capire le possibilità che si sono aperte per lo studio odontoiatrico


In collaborazione con Curasept fino al 13 aprile un doppio appuntamento quotidiano per per raccontare i benefici dell’igiene orale e della cura della bocca


Una guida ENPAM sulle tutele previste per l’inattività temporanea, ma scattano dal 31° giorno di inattività. Per essere coperti sempre, serve anche una polizza ad hoc


Ne abbiamo parlato con la dott.ssa Maria Grazia Cannarozzo in occasione del lancio del corso FAd Edra sul tema


Ancora due mesi di tempo per i fabbricanti di disposivi medici su misura che devono rifare l’iscrizione al nuovo Registro telematico dei fabbricanti


Il primo italiano ad avere l’onore di aprire la Convention annuale tenendo la Buonocore Memorial Lecture, riconoscimento riservato a pochissimi professionisti al mondo


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Iscriviti alla Newsletter

 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La lezione di storia dell’odontoiatria del prof. Guastamacchia

 
 
 
 
chiudi