HOME - Cronaca
 
 
22 Dicembre 2022

Manovra, per il settore non sembrano arrivare neppure le briciole

Salta la norma sulla medicina estetica, confermato l’aumento del tetto al fatturato per aderire al regime forfettario e l'aumento del limite al contante. Per il Pos nulla cambia

Nor. Mac.

La manovra finanziaria, tecnicamente la Legge di Bilancio 2023 che in queste ore è approdata alla Camera per la discussione che dovrebbe portarla, forse il 24 dicembre, alla sua approvazione con voto di fiducia, e poi subito al Senato per vederla licenziata definitivamente entro fine anno, non sembra portare nessuna novità per il settore dentale. E questo potrebbe essere anche una buona notizia, perché non sempre le novità introdotte, per il settore sono risultate positive, anche se la lista di quelle che servirebbero, per i dentisti e per i pazienti, è bella lunga.
Sarà poi un’attenta analisi da parte degli esperti, una volta che sarà pubblicata in Gazzetta Ufficiale, a sancire se questa impressione sarà reale. 

L’unico emendamento presentato che interessava direttamente l’odontoiatria, quello sulla medicina estetica (LINK), è stato per l’ennesima vota accantonato. 

Tra le novità che possono interessare il settore dentale, magari più gli igienisti dentali, gli odontotecnici e gli odontoiatri collaboratori piuttosto che gli studi odontoiatrici (visto che il loro fatturato medio è di circa 150mila euro) l’innalzamento a 85 mila euro del tetto del fatturato per poter accedere al regime fiscale agevolatoche consente di pagare una aliquota forfettaria del 15%. Rimangono esclusi coloro che hanno compartecipazioni in società di capitale o di persona. 

Altra norma, anche in questo caso che tocca marginalmente gli studi odontoiatrici, la decisione di non cambiare nulla sull’obbligo di Pos e sulle sanzioni che rimangono invariate, si veda il nostro approfondimento.
Nessuna novità neppure per quanto riguarda gli sgravi su commissioni e canoni di noleggio del Pos, sarà un Tavolo che verrà costituito a valutare le misure da attivare.     

Sembrerebbe anche confermato l'aumento del tetto ai pagamenti in contante che sale a 5 mila euro. Nessuna novità invece per quanto riguarda la detrazione delle spese delle prestazioni sanitarie per i pazienti, detrazioni che saranno possibili sono se pagate con strumenti tacciabili. 

Articolo modificato il 23 dicembre 2022 ore 14:00


Photo Credit: Governo.it

Articoli correlati

Pensato per persone con disabilità è una sorta di trackpad inserito in una mascherina trasparente posizionata nell’arcata superiore e realizzata con una stampante 3D 


47 gli odontoiatri denunciati, 5milioni di euro il valore dei beni sequestrati e 33 milioni di euro l’ammontare delle tasse non versate


Acquisire le conoscenze e le competenze idonee per riconoscere i segni e i sintomi caratteristici di tale condizione al fine di prevenire e/o attutirne le conseguenze


Immagine di repertorio

L’odontoiatra è titolare di studio, il padre lo “aiutava” curando i pazienti ma non aveva la laurea. Lo studio non era autorizzato, all’interno rivenuto un radiografico senza la...


Diego Catania, Presidente dell’Ordine TSRM e PSTRP: “Siamo professioni intellettuali, la nostra autonomia non sia messa in dubbio”


Altri Articoli

Andrea Piantoni

“Sono molto onorato e orgoglioso di poter assumere questo ruolo in IDI Evolution, che considero la mia famiglia, e di poter proseguire il percorso iniziato ormai diversi anni...


Attraverso il nuovo CCNL vengono definite formazione e mansoni. Per diventare CSO si dovrà frequentare un corso di 90 ore, potrà organizzarlo solo ANDI


Per la prof.ssa Nardi, la prevenzione ha un valore fondamentale che deve essere espresso a livello globale, sia in ambito pubblico che privato, per permettere a tutte le persone assistite degli...

di Prof.ssa Gianna Maria Nardi


Per la Società Italiana di Ortodonzia, alcune malocclusioni possono essere intercettate già a 5/6 anni, queste alcune indicazioni per i genitori


Pensato per persone con disabilità è una sorta di trackpad inserito in una mascherina trasparente posizionata nell’arcata superiore e realizzata con una stampante 3D 


47 gli odontoiatri denunciati, 5milioni di euro il valore dei beni sequestrati e 33 milioni di euro l’ammontare delle tasse non versate


Il dott. Migliano sulla sperimentazione in Lombardia del percorso di apprendistato per ASO e non solo


ANDI dettaglia gli aumenti salariali (indicativi) per i dipendenti degli studi odontoiatrici con l’entrata a regime del nuovo CCNL


L’applicazione si applica anche alle lavoratrici degli studi odontoiatrici con rapporti di lavoro dipendente a tempo indeterminato sia già instaurato che in via di instaurazione


Acquisire le conoscenze e le competenze idonee per riconoscere i segni e i sintomi caratteristici di tale condizione al fine di prevenire e/o attutirne le conseguenze


Immagine di repertorio

L’odontoiatra è titolare di studio, il padre lo “aiutava” curando i pazienti ma non aveva la laurea. Lo studio non era autorizzato, all’interno rivenuto un radiografico senza la...


Non si vive di sola burocrazia dicono i presidenti di AMOlp e  Andiamoinordine chiedendo alle Istituzioni di essere ascoltate e coinvolte su temi fondamentali per lo sviluppo e la sopravvivenza...


Diego Catania, Presidente dell’Ordine TSRM e PSTRP: “Siamo professioni intellettuali, la nostra autonomia non sia messa in dubbio”


Nella due giorni dei lavori a Catania focus sulla multidisciplinarietà dell’odontoiatria del domani e sull'odontoiatria di genere per aprire nuovi orizzonti di prevenzione e...


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Annuncio in Evidenza


12 Febbraio 2024
Vendo immobile adibito a studio odontoiatrico dal 1960

Vendita a Chiasso centro, in Svizzera, immobile adibito dal 1960 a studio odontoiatrico composto da quattro unità operative, con autorizzazione sanitaria. Per informazioni contattare Marzio Negrini: cell. whatsapp +393756589128

 
 

Iscriviti alla Newsletter

 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La lezione di storia dell’odontoiatria del prof. Guastamacchia

 
 
 
 
chiudi