HOME - Cronaca
 
 
03 Aprile 2024

Studi professionali: via libera al rinnovo del CCNL

ANDI e le altre Associazioni aderenti a Confprofessioni hanno approvato all’unanimità l’ipotesi di rinnovo del contratto. SIASO lo contesta per vie legali


Via libera del Consiglio generale di Confprofessioni all’ipotesi di contratto collettivo degli studi professionali sottoscritto lo scorso 16 febbraio tra le parti sociali. Le 20 associazioni che aderiscono alla Confederazione, tra cui ANDI, hanno approvato all’unanimità il nuovo CCNL che avrà una durata triennale e che introduce nuovi strumenti per rilanciare l’occupazione e importanti misure per potenziare il welfare all’interno degli studi professionali. 

In una fase economica molto delicata per il sistema professionale italiano, il Consiglio generale ha accolto con grande favore la nuova piattaforma contrattuale” ha dichiarato il presidente di Confprofessioni, Gaetano Stella. “In un contesto in cui i giovani neolaureati mostrano una scarsa propensione alla libera professione, sono state particolarmente apprezzate le misure, quali l’apprendistato per il praticantato, che puntano a favorire l’ingresso dei giovani nel mondo professionale. In quest’ottica, inoltre, il nuovo CCNL introduce e regolamenta alcuni istituti che rendono più flessibile l’accesso al mercato del lavoro come lo smart working. Molto positive anche le reazioni al potenziamento del welfare contrattuale che estende le tutele ai familiari dei lavoratori e l’introduzione, per la prima volta nel panorama della contrattazione collettiva, di una giornata dedicata alla prevenzione”.  

Tra le novità che interessano l’odontoiatria, oltre gli aumenti contrattuali (si veda il nostro approfondimento), la possibilità per gli ASO di essere inquadrati al terzo livello e l’integrazione rispetto al precedente CCNL, con definizione dei compiti, della figura del CSO (Collaboratore di Studio Odontoiatrico).  Ma proprio sul CSO nasce lo scontro con il sindacato degli ASO, il SIASO che fin dalla pubblicazione dell’ipotesi di rinnovo del CCNL si è schierato contro (si veda il nostro approfondimento).

La nostra impressione –aveva detto ad Odontoaitria33 il Segretario nazionale SIASO Fulvia Magenga- è che si voglia ancora una volta tentare di istituzionalizzare una ASO di serie “B”, senza un percorso formativo adeguato, con una retribuzione più bassa e contro questo il SIASO si batterà con tutte le forze, sia attraverso le vie legali che con manifestazioni di piazza per sensibilizzare anche i pazienti. Noi non siamo contrari all’individuazione di una figura intermedia, ma questa deve essere ben distinta sia dall’ASO che dal personale di segreteria. Quanto scritto nel CCNL in tema CSO non fa altro che creare confusione e poca chiarezza”.  

Di parere diverso ANDI che in una nota inviata ai propri Dirigenti per illustrare le novità del CCNL, sottolinea come quella del CSO “non si tratta di una figura sovrapponibile alla ASO né in opposizione ad essa; il CSO può, tuttavia, svolgere le mansioni di base della attività di supporto dell’Odontoiatra, ad esclusione della assistenza diretta alla poltrona e delle procedure di validazione e controllo della sterilizzazione degli strumenti riutilizzabili”. 

Rassicurazioni che non sembrano aver convinto il SIASO che, attraverso una nota stampa, informa di aver “conferito allo studio legale Stefanelli & Stefanelli, specializzato in diritto sanitario, l’incarico di promuovere le necessarie attività legali per rilevare gli eventuali profili di censura attinenti alla figura professionale del Collaboratore di Studio Odontoiatrico (c.d. CSO)”. “Lo Studio Legale –conclude la nota- è stato infatti investito di tutelare i diritti e le prerogative degli assistenti di studio odontoiatrico ove gli stessi siano lesi dalla nuova figura del CSO recentemente disciplinata dalla contrattazione collettiva nazionale. Nei prossimi mesi, il Sindacato renderà note le attività legali intraprese”.


Articoli correlati

Immagine d'archivio

Dopo la sentenza del Tar era tornato il “concorsone”,  ma adesso i giudici del Consiglio di Stato hanno riabilitato il TolC test online. Cosa potrà cambiare?


La norma contenuta nel Decreto PNRR non convince il Sindacato Italiano Medici di Medicina Ambulatoriale e del Territorio (SIMMAT)


Lo prevede il Decreto PNRR. L’assunzione sarà a discrezione delle Aziende e per fini didattici. Il contratto potrà essere prorogato fino alla acquisizione del titolo


8 relatori di fama internazionale, 8 moduli videoregistrati per un totale di 16 ore formative per valutare le varie scelte di come approcciare un caso mono e pluri-disciplinare in un corso unico di...


cronaca     12 Aprile 2024

Abusivo scoperto a Ferrara

Finanza denuncia odontotecnico che curava pazienti in uno studio medico. Avviate le indagini per verificare gli eventuali reati fiscali


Altri Articoli

Nuova puntata del podcast Dentechstry di IDI Evolution. Protagonisti di questa puntata, l’odontoiatra Gabriella Grassi e lo psicologo Feliciano Lizzadro. Il tema la medicina...


Immagine d'archivio

Dopo la sentenza del Tar era tornato il “concorsone”,  ma adesso i giudici del Consiglio di Stato hanno riabilitato il TolC test online. Cosa potrà cambiare?


Intervista con Karim Boussebaa, Executive Vice President and Managing Director, iTero Scanner and Services Business di Align Technology


La norma contenuta nel Decreto PNRR non convince il Sindacato Italiano Medici di Medicina Ambulatoriale e del Territorio (SIMMAT)


A poche settimane dalla scadenza per la re-iscrizione al Registro dei fabbricanti, una utile guida di ANTLO per capire e determinare la classe di rischio dei dispositivi fabbricati


Le tempistiche e le indicazioni per presentare domanda per essere iscritto nell’elenco presso i Tribunali. Ma chi è il CTU e quali le sue funzioni ed i suoi compiti?


Lo prevede il Decreto PNRR. L’assunzione sarà a discrezione delle Aziende e per fini didattici. Il contratto potrà essere prorogato fino alla acquisizione del titolo


8 relatori di fama internazionale, 8 moduli videoregistrati per un totale di 16 ore formative per valutare le varie scelte di come approcciare un caso mono e pluri-disciplinare in un corso unico di...


Sovente, direi sempre, le lotte sindacali contro le norme che impongono nuovi adempimenti si concentrano sulla burocrazia, sulle responsabilità, sull’opportunità, quasi mai sulle sanzioni. Forse...

di Norberto Maccagno


Sfogliando l’innovativo e importante strumento è possibile conoscere la gamma di prodotti offerta, ma anche approfondire gli aspetti clinici grazie alla presentazione di casi e...


Dall’evento SEPA le raccomandazioni sul ruolo di alcuni collutori nell'igiene orale, e nel trattamento della gengivite e nella prevenzione della parodontite


Cronaca     12 Aprile 2024

Abusivo scoperto a Ferrara

Finanza denuncia odontotecnico che curava pazienti in uno studio medico. Avviate le indagini per verificare gli eventuali reati fiscali


Rimborsi in arrivo, scadenze e altri avvisi personalizzati. L’Agenzia comunica con i cittadini anche sull’App IO


10 ore di aggiornato valido per l’assolvimento dell’obbligo annuale. Update circa la gestione delle attrezzature ed i macchinari presenti in uno studio odontoiatrico


 
 
 
 

Il Podcast
dell'Innovazione
Odontoiatrica

TUTTI GLI EPISODI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Iscriviti alla Newsletter

 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La lezione di storia dell’odontoiatria del prof. Guastamacchia

 
 
 
 
chiudi