HOME - Cronaca
 
 
30 Ottobre 2006

"Visto da fuori" - Finanziaria 2007… Parte seconda

di N. Maccagno


Dedicando il Visto da Fuori, lo scorso, alla Finanziaria nel pieno del proponi e smentisci parlamentare, sapevamo di rischiare di dare delle notizie che quando lette potevano risultare già vecchie.
Così è stato. Poco male, la notizia ci serve per avanzare delle considerazioni e la considerazione era quella di notare come il ministro della salute, a fronte di tante parole sulla necessità di favorire l’accesso alle prestazioni odontoiatriche da parte dei cittadini, non era riuscito a concretizzarle con norme realmente incisive: mai termine è stato così pertinente. Vediamo ora cosa è cambiato nella Finanziaria 2007, con la premessa, d’obbligo, che stiamo parlando ancora di proposte.
Tra le modifiche che interessano l’odontoiatria constatiamo che, come avvenuto già nella scorsa legislatura per la proposta avanzata dalla senatrice Boldi, l’abusivismo sanitario non è un tema ascrivibile a una legge di bilancio e quindi l’art 92 è stato stralciato dal testo della finanziaria.

L’articolo è stato poi riproposto sotto forma di disegno di legge dal Governo, ma per vederlo eventualmente diventare legge si dovrà attendere il normale iter parlamentare.
Se la norma contro l’abusivismo “lascia” il testo della Finanziaria, attraverso un emendamento proposto dallo stesso ministro Turco e ufficializzato in televisione nel salotto di Vespa, vengono introdotte tre norme in materia di assistenza odontoiatrica.

La prima riguarda i Lea  e prevede l’integrazione delle prestazioni in materia di programmi di tutela della salute odontoiatrica nell’età evolutiva e dell’assistenza odontoiatrica e protesica da garantire uniformemente sul territorio nazionale a determinate categorie di soggetti in condizioni di particolare vulnerabilità.
La seconda determina, se verrà approvata integralmente, che le prestazioni di assistenza odontoiatrica e applicazione di protesi dentaria indicate in un elenco ed erogate da strutture pubbliche del Servizio sanitario nazionale e da professionisti e strutture private accreditate, potranno godere di una detrazione maggiore del 19 per cento, fino a un tetto massimo di minori entrate di 90 milioni di euro per il 2008 e di 76 milioni di euro per il 2009.

L’elenco delle prestazioni, ma anche delle tariffe massime esigibili, sarà determinato tra ministero della salute e conferenza permanente stato - regioni. Anche se non si può ipotizzare la percentuale di detrazione, la norma ci lascia dubbiosi.
Dubbiosi non certo per i vantaggi che le maggiori detrazioni potrebbero portare sia ai pazienti che al settore, ma per il fatto che i cittadini dovranno rivolgersi, per ottenere lo sconto fiscale, solo alle strutture accreditate con il Ssn: che sappiamo essere, per le prestazioni odontoiatria, quasi esclusivamente le grosse strutture.

Oggi la detrazione del 19 per cento è ammissibile per tutte le prestazioni sanitarie erogate sia dal pubblico che dal privato. Perché in questo caso dovrebbe essere diverso?

Non essendoci stato fino a ora un mercato delle prestazioni odontoiatriche convenzionate, perché oggi un dentista privato doveva accreditarsi con il Ssn? Per questo lo sono principalmente le strutture che forniscono anche altre prestazioni rimborsate dal Ssn.
Il rischio potrebbe quindi essere che invece di agevolare il cittadino che già oggi si rivolge, a fatica, al servizio pubblico, la norma lo penalizzi.
è ipotizzabile che le strutture private accreditate, che offrono gratuitamente (rimborsate dalla regione con cifre insufficienti a coprire le sole spese) prestazioni odontoiatriche secondo le regole del Ssn, ma anche a pagamento, “scoraggiando” i fruitori dell’odontoiatria a carico del Ssn, incentivino, di fatto, chi può pagare. E le prestazioni a pagamento, grazie allo sconto fiscale, diventano concorrenziali rispetto a quelle praticate dal dentista privato.

Infine il terzo comma indica che le precedenti norme decadono con l’attivazione dei fondi integrativi previsti dalla riforma Bindi.

Ma su questo punto resta sempre valida la domanda che ci poniamo ogni volta che sentiamo riformulare la proposta di un fondo ad hoc per l’odontoiatria: ma i soldi dove si trovano?

GdO, Fascicolo - 15 - pag.1

Articoli correlati

Nel mese di novembre del 2015, è stata approvato nella finanziaria 2016, un provvedimento che consente un ammortamento del 140% per gli investimenti in beni strumentali; norma peraltro...


Le indagini finanziarie anche dette "controlli bancari" sono una delle principali metodologie di accertamento e di verifica che l'Agenzia delle Entrate e, più in generale il Fisco, utilizza...


Case di proprietà, ville, terreni, aerei privati, barche, oggetti preziosi e persino cavalli da corsa. È davvero lunga la sfilza dei beni che quest’anno finiranno sotto la lente del Fisco. Per...


prodotti     24 Novembre 2023

Innovative soluzioni ortodontiche

Bite ramps posteriori per il trattamento dei casi di morso crociato e morso aperto anteriore e per l’esecuzione di movimenti difficili, nuova versione del software di...


O33pedodonzia     28 Giugno 2023

Igiene orale negli asili nido

Valutazione della conoscenza e dell’attuazione delle manovre di igiene orale nei bambini di età compresa tra 0 e 3 anni, sulla base dei dati raccolti tra gli educatori che...

di Lara Figini


aziende     13 Aprile 2023

30 anni di Philips Sonicare

Innovazione continua e supporto all’igiene orale come base per la salute generale gli obiettivi di Philips Sonicare


In uno studio clinico, pubblicato sul Journal of Oral Maxillofacial Pathology, gli autori hanno studiato e indagato se vi potesse essere una correlazione tra i cambiamenti della mucosa orale e il...

di Lara Figini


In uno studio di coorte retrospettivo negli USA, gli autori hanno condotto un’analisi della sopravvivenza globale e della qualità della vita di giovani pazienti con carcinoma orale a cellule...

di Lara Figini


Ai medici va stretto l’aggiornamento scientifico. Leggi, tributi, nuove norme sono tra gli argomenti che affiancano quelli di interesse clinico. Infatti il 60% dei medici ritiene di aver bisogno di...


"La pubblicità è l'anima del commercio", dicono i businessmen più navigati. Chissà se un giorno lo diranno pure tutti i liberi professionisti, per esempio gli avvocati,...


Altri Articoli

Una piattaforma permette di monitorare le performance di incasso con un'unica dashboard, gestendo diversi metodi di pagamento, dal tradizionale POS a soluzioni più avanzate come...


L'American Dental Association non raccomanda più l'uso di collari tiroidei sui pazienti durante gli esami radiografici e aggiorna le linee guida sulla diagnostica per immagini


In occasione della Giornata nazionale della salute della donna, Straumann Group e l’esperta hanno fatto un punto sull’odontoiatria di genere in Italia, sulle differenze del sorriso di donne e...


Promuovere la consapevolezza delle diverse dimensioni della salute della donna pensando ad un approccio personalizzato deve essere l’obiettivo anche di odontoiatri ed igienisti dentali


Patrimonio sale di 1,6 miliardi di euro e registra un utile di 538milioni. Di euro Nel 2023 ENPAM ha erogato prestazioni previdenziali ed assistenziali per 3,34miliardi di euro


Etica ed estetica nell’ambito odontoiatrico sono strettamente legate; entrambe sono cruciali per garantire cure efficaci e rispettose dei pazienti. E’ il tema affrontato in...

di Dino Re


A Napoli operativa la clinica mobile, obiettivo: offrire un servizio territoriale di prevenzione e prima cura alle categorie più fragili della società, garantendo loro il...


Lunedì 22 aprile alle ore 9:00 il ministero della Salute organizza, con il supporto di Edra S.p.A., un incontro interamente dedicato al tema della salute femminile, in occasione della Giornata...


UNIDI ha realizzato una collettiva con 23 aziende italiane per promuovere l’eccellenza italiana e presentare l’innovazione per il settore del Made in Italy


Gli attuali 10mila pensionati liberi professionisti prendono, in media, poco più di 16mila euro l’anno, ma il dato medio è falsato, spiegano da ENPAM indicando come fare a conoscere l’importo...


In vista della Giornata nazionale della salute della donna, la prof.ssa Nardi riflette sulla medicina personalizzata al genere applicata alla salute orale

di Prof.ssa Gianna Maria Nardi


È stato nominato nel corso della recente Assemblea Generale dell'EFP. Espandere la leadership della Federazione, incentivare la formazione dei clinici,...


La fotografia dall’indagine dell’Osservatorio Sanità di Unisalute: Un italiano su tre non fa una visita odontoiatrica o una seduta di igiene orale da oltre tre anni


Nuova puntata del podcast Dentechstry di IDI Evolution. Protagonisti di questa puntata, l’odontoiatra Gabriella Grassi e lo psicologo Feliciano Lizzadro. Il tema la medicina...


 
 
 
 

Il Podcast
dell'Innovazione
Odontoiatrica

TUTTI GLI EPISODI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Iscriviti alla Newsletter

 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La lezione di storia dell’odontoiatria del prof. Guastamacchia

 
 
 
 
chiudi