HOME - Cronaca
 
 
20 Novembre 2013

Abusivismo odontoiatrico, gli italiani conoscono problemi e rischi ma ci vanno ugualmente. I dati (a sorpresa) di un sondaggio ANDI

Presentata una campagna informativa rivolta ai cittadini

Gli italiani conoscono il problema dell'abusivismo ed i rischi connessi ma se ne fregano e scelgono di farsi mettere le mani in bocca dai finti dentisti perché pensano di risparmiare.

Secondo un sondaggio, realizzato intervistando circa 600 cittadini e presentato durante il 61° Congresso Scientifico ANDI, alla domanda  "Sa cosa sono i falsi dentisti" il 75% degli intervistati ha risposto affermativamente, segno che il problema è ben conosciuto.  Identica percentuale in
relazione alla domanda "Sa cosa rischia facendosi curare da un falso dentista?".
Altro dato in controtendenza alle tante notizie di cronaca che informano di finti dentisti e finti prestanome denunciati, le risposte alla domanda che chiedeva se si conosceva qualcuno che andava da un finto dentista: il 78% ha detto di no.

Ma perché si va dall'abusivo?

Coloro che hanno risposto al sondaggio ANDI pensano che lo si faccia per risparmiare (il 55,8% lo pensa), mentre il 14% per scarsa informazione ed il 5% per superficialità. Alta invece la percentuale di quelli che non se lo spiegano, il 31,2%.

Intanto ANDI ha presentato una campagna nazionale contro l'abusivismo ed il prestanomismo con l'obiettivo di accendere i riflettori sugli aspetti sociali, culturali ed etici della annosa problematica.
La campagna, realizzata insieme alla Fondazione ANDI Onlus e già presentata in anteprima alla stampa in Expodental dal vicepresidente vicario ANDI Mauro Rocchetti, prevede una serie di iniziative sul territorio che avranno come apice la messa in onda nei prossimi mesi di uno spot televisivo sulle reti Rai e Mediaset.

Ma se gli italiani sanno bene cosa è l'abusivismo odontoiatrico e cosa si rischia, che senso ha una campagna informativa sul tema?

"Per sensibilizzarli che la cura odontoiatria è un atto medico", ci dice Gianfranco Prada presidente nazionale ANDI. "Spesso il dentista è visto come colui che risolve un problema, il dolore, il dente che manca, e non il professionista che come il medico lo cura e lavora per mantenere sano il proprio corpo. La campagna servirà a spiegare questo, a spiegare che chi si finge dentista commette un reato; che non esiste un finto dentista che "lavora bene" così come un finto cardiologo non può fare una corretta diagnosi; che non è vero che dall'abusivo si risparmia. Inoltre cercheremo di sfruttare l'attenzione dei media per ribadire che coloro che si affidano ad un finto dentista non devono pagarlo, chiedere i danni e denunciarlo. ANDI continuerà a supportarli in queste azioni legali, come da sempre fa".

Sotto alcuni dei messaggi pubblicitari che saranno utilizzati.

Articoli correlati

L’obiettivo è sensibilizzare un numero sempre maggiore di donne sull’importanza della prevenzione e della diagnosi precoce dei tumori al seno


È trascorso poco più di un anno dall'avvio della campagna gengiveINforma promossa dalla SIdP (Società Italiana di Parodontologia e Implantologia) con l'obiettivo di informare il...


GSK Consumer Healthcare per il secondo anno è sponsor della Festa dei Nonni - Millepiazze 2017, la campagna nazionale organizzata dalla Fondazione Senior Italia che per un mese, dal 16...


Dentsply Sirona Endodontics renderà noto il suo nuovo posizionamento del marchio con una campagna stimolante e di vasta portata - "Partner per un futuro migliore" - volta a sottolineare la...


Enfatizzare i benefici delle gomme da masticare alludendo ad una possibile equivalenza ad una corretta igiene orale inganna il consumatore. A confermare la sanzione di 180 mila euro inflitta...


In uno studio, che verrà pubblicato sul Journal of Dentistry, gli autori hanno esaminato i tratti tipici della personalità dei dentisti e ne hanno discusso in modo critico la loro influenza...

di Lara Figini


Corsa per agevolare il più possibile la somministrazione delle dosi. Ci si potrà rivolgere anche dal dentista o in farmacia. In Baviera è già possibile 


Uno strumento nuovo per il settore dentale che consente di ricercare prodotti ed attrezzature e comparare i prezzi proposti dai vari siti di vendita online 


Il Consejo General de Dentistas spagnolo ha pubblicato il suo Rapporto tecnico demografico sui dentisti in Spagna nel 2021, in cui analizzava vari parametri come il rapporto...


Pubblicato uno dei primi lavori europei riguardante l’impatto che il Covid-19 ha avuto sugli odontoiatri. Ricerca condotta grazie alla collaborazione tra Federazione Regionale degli Ordini...


Un 2016 davvero diverso dagli anni che hanno caratterizzato il dentale italiano nell'ultimo decennio. Per la prima volta, infatti, la produzione italiana è stata sostenuta soprattutto dalla...


Mentre si attende il decreto che indicherà il numero di posti disponibili per i 35 Atenei italiani sede di corso di laurea in odontoiatria, negli scorsi mesi Ministero della Salute, Regioni,...


Altri Articoli

Andrea Piantoni

“Sono molto onorato e orgoglioso di poter assumere questo ruolo in IDI Evolution, che considero la mia famiglia, e di poter proseguire il percorso iniziato ormai diversi anni...


Attraverso il nuovo CCNL vengono definite formazione e mansoni. Per diventare CSO si dovrà frequentare un corso di 90 ore, potrà organizzarlo solo ANDI


Per la prof.ssa Nardi, la prevenzione ha un valore fondamentale che deve essere espresso a livello globale, sia in ambito pubblico che privato, per permettere a tutte le persone assistite degli...

di Prof.ssa Gianna Maria Nardi


Per la Società Italiana di Ortodonzia, alcune malocclusioni possono essere intercettate già a 5/6 anni, queste alcune indicazioni per i genitori


Pensato per persone con disabilità è una sorta di trackpad inserito in una mascherina trasparente posizionata nell’arcata superiore e realizzata con una stampante 3D 


47 gli odontoiatri denunciati, 5milioni di euro il valore dei beni sequestrati e 33 milioni di euro l’ammontare delle tasse non versate


Il dott. Migliano sulla sperimentazione in Lombardia del percorso di apprendistato per ASO e non solo


ANDI dettaglia gli aumenti salariali (indicativi) per i dipendenti degli studi odontoiatrici con l’entrata a regime del nuovo CCNL


L’applicazione si applica anche alle lavoratrici degli studi odontoiatrici con rapporti di lavoro dipendente a tempo indeterminato sia già instaurato che in via di instaurazione


Acquisire le conoscenze e le competenze idonee per riconoscere i segni e i sintomi caratteristici di tale condizione al fine di prevenire e/o attutirne le conseguenze


Immagine di repertorio

L’odontoiatra è titolare di studio, il padre lo “aiutava” curando i pazienti ma non aveva la laurea. Lo studio non era autorizzato, all’interno rivenuto un radiografico senza la...


Non si vive di sola burocrazia dicono i presidenti di AMOlp e  Andiamoinordine chiedendo alle Istituzioni di essere ascoltate e coinvolte su temi fondamentali per lo sviluppo e la sopravvivenza...


Diego Catania, Presidente dell’Ordine TSRM e PSTRP: “Siamo professioni intellettuali, la nostra autonomia non sia messa in dubbio”


Nella due giorni dei lavori a Catania focus sulla multidisciplinarietà dell’odontoiatria del domani e sull'odontoiatria di genere per aprire nuovi orizzonti di prevenzione e...


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Annuncio in Evidenza


12 Febbraio 2024
Vendo immobile adibito a studio odontoiatrico dal 1960

Vendita a Chiasso centro, in Svizzera, immobile adibito dal 1960 a studio odontoiatrico composto da quattro unità operative, con autorizzazione sanitaria. Per informazioni contattare Marzio Negrini: cell. whatsapp +393756589128

 
 

Iscriviti alla Newsletter

 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La lezione di storia dell’odontoiatria del prof. Guastamacchia

 
 
 
 
chiudi