HOME - Cronaca
 
 
11 Febbraio 2015

Regione Lombardia finanzia il progetto di odontoiatria sociale. Assistenza protesica ai bisognosi in collaborazione con i privati e prevenzione nelle scuole


Le difficoltà dei cittadini, non solo lombardi, di accedere alle cure odontoiatriche sono note. Cercare di riuscire a sostenere le fasce sociali più deboli con progetti mirati per favorire cure e riabilitazione, nonostante le poche risorse a disposizione dell'odontoiatria pubblica, è stato uno degli obiettivi del Tavolo tecnico odontoiatrico istituito in Regione Lombardia a supporto dell'assessorato alla Sanità.
Lavoro che sembra aver portato i primi risultati visto che la Regione ha deciso di finanziare con 10 milioni di euro un progetto sperimentale che, per ora, coinvolgerà la città di Milano e i capoluoghi di provincia limitrofi.

La notizia arriva a margine del convegno "Odontoiatria di comunità: tra presente e futuro: dal bisogno reale alla risposta in tempo di crisi" organizzato dalla Commissione Sanità e Politiche sociali lunedì 9 Febbraio in Regione Lombardia a Milano.

"Grazie alla sensibilità della Commissione Sanità e dell'Assessorato alla Sanità -ci dice Mario Longo responsabile del progetto- sono stati destinati fondi per attivare un progetto sperimentale di odontoiatria sociale che punterà ad assistere i cittadini lombardi socialmente deboli ed attivare un programma di prevenzione all'interno delle scuole".

"I finanziamenti che la Regione ha deciso di destinare al progetto -dice ad Odontoaitria33 Enrico Gherlone (nella foto) membro del Tavolo tecnico e presidente del Collegio dei Docenti, ideatore e promotore con il dott. Longo del progetto- permetterà di assistere, anche protesicamente, le persone bisognose che oggi hanno difficoltà ad accedere alle cure anche nelle strutture pubbliche lombarde".

Cittadini residenti in Lombardia con più di 65 anni e con un reddito ISEE massimo di 10 mila euro la fascia sociale che potrà usufruire del progetto. Progetto che parte dall'esperienza fatta nel 2003 nel Lazio e punta a coinvolgere gli studi odontoiatrici privati già accreditati o da accreditare esclusivamente per il progetto che volontariamente chiederanno di aderire.

"La situazione odontoiatrica nel nostro Paese è un problema sociale ed anche i dentisti privati devono fare la loro parte", commenta il prof. Gherlone.

Gli studi odontoiatrici dovranno essere in possesso dell'Autorizzazione Regionale e richiedere di prendere parte al progetto, dovranno essere dotati dei requisiti minimi strutturali individuati dalla Regione ed essere in regola con il programma di Educazione Continua in Medicina.
Visita odontostomatologica, identificazione delle necessità protesica, esecuzione di protesi completa o parziale rimovibile le prestazioni contemplate. Che poi sono quelle, oggi, escluse dai Lea.
Il paziente si rivolgerà alle strutture pubbliche individuate per effettuare la prima visita. La struttura individuerà il programma terapeutico necessario e indicherà al paziente i dentisti liberi professionisti aderenti al progetto.
Il paziente sceglierà il dentista a cui rivolgersi. Il sanitario condividerà il piano terapeutico proposto, in base alle sue competenze, e riabiliterà il paziente. Al termine della terapia vi sarà una verifica da parte della Regione. Agli studi aderenti sarà riconosciuto un rimborso delle spese sostenute.

Articoli correlati

È partito il Programma regionale di Odontoiatria sociale. Dal 12 dicembre saranno attivi i Centri Unici di Prenotazione (CUP) regionali per la prenotazione del servizio. Ad annunciarlo oggi in...


Il Collegio Italiano dei Primari Ospedalieri di Odontoiatria, Odontostomatologia e Chirurgia Maxillo-Facciale (ANPO) approfitta del dibattito elettorale per richiamare l'attenzione sull'accesso alle...


Oltre alla vicenda giudiziaria che ha investito l'ex senatore leghista Fabio Rizzi arrestato martedì insieme ad altre 21 persone tra cui il dentista Mario Longo nell'ambito dell'operazione...


Gentile direttoreDopo l'interessante lettura dell'intervista a Gerhard Seebergher e la recente pubblicazione sulla Gazzetta ufficiale del Decreto concernente le "Condizioni di erogabilità e...


Dal 29 novembre 2009 tutti gli iscritti ad un Ordine professionale hanno l'obbligo di dotarsi di una casella di posta elettronica certificata (PEC) e comunicare l'indirizzo al proprio Ordine che a...


Altri Articoli

Padre, madre e figlio condannati, assolto il direttore sanitario. Nei giorni scorsi la sentenza della Corte di Appello di Torino


Ne parla Filippo Ghelma, responsabile del DAMA all’Ospedale San Paolo di Milano intervistato dal presidente SIOH Paolo Ottolina e dal dott. Marco Magi


Al IX Workshop di economia in odontoiatria dell’ANDI, l’analisi e le proposte di soluzioni per diffondere la prevenzione e allargare l’accesso alle cure 


Giunto ormai alla sua decima edizione, l’appuntamento ha dimostrato ancora una volta di essere non solo un evento scientifico di alto livello, ma anche un'opportunità di...


Il Ministro Bernini firma i decreti con le disponibilità per il nuovo anno accademico. 149 i posti in più per Odontoiatria, nascono 2 nuovi Atenei sede di corso di laurea


Molte le novità presentate da ACTEON in Expodental Meeting a cominciare dal pulsante wireless per poter azionare la CBCT X-MIND Prime a distanza ottimizzando il flusso di lavoro...


Magenga: abbiamo risolto il problema della mancanza di ASO, grazie all’accordo sindacale si potrà assumere un non abilitato e formarlo attraverso un corso accreditato per...


Millenovecentottantaquattro: un anno iconico e misterioso. Ci aveva pensato, trentasei anni prima, George Orwell; un romanzo così intitolato per prospettare un mondo distopico,...

di Massimo Gagliani


La prof.ssa Nardi evidenzia il valore della tecnologia delle piattaforme on-line e delle applicazioni mobili che da’ la possibilità di interagire con la persona assistita e...

di Prof.ssa Gianna Maria Nardi


Viene differita a data da destinarsi l’entrata in vigore del decreto che riattiva il redditometro. Servirà un nuovo decreto per cancellare il provvedimento


La vicenda riporta di attualità la questione dell’autonomia della CAO all’interno della FNOMCeO e della possibile applicazione della legge Lorenzin


Molte le novità presentate da CGM in Expodental Meeting legate al software per gli studi odontoiatrici XDENT, dell’integrazione con l’Intelligenza artificiale per rispondere...


Un evento per aggionrare sulle nuove tecniche ortodontiche e per festeggiare i 90 anni di Leone ed i 25 della tecnica STEP


L’appuntamento di Rimini si conferma come il più importante evento italiano del dentale e tra i più visitati in Europa


 
 
 
 

Il Podcast
dell'Innovazione
Odontoiatrica

TUTTI GLI EPISODI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Iscriviti alla Newsletter

 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La lezione di storia dell’odontoiatria del prof. Guastamacchia

 
 
 
 
chiudi