HOME - DiDomenica
 
 
05 Dicembre 2021

La triste storia dell’im(pavido) odontoiatra dal braccio di gomma

di Norberto Maccagno


L’approfondimento odierno doveva essere sul nuovo Decreto con l’obbligo vaccinale (terza dose inclusa) esteso anche ai dipendenti non sanitari che da domani diventa operativo (ma come abbiamo scritto nel nostro approfondimento la vera scadenza è il 15 dicembre). Volevo evidenziare come anche in questo secondo decreto vi fossero tante questioni non chiare su come adempiere, come già accaduto per il primo, tornando a chiedermi il perché della difficoltà di scrivere delle norme chiare e semplici, del perchè la politica per normare queste questioni non si affida a chi conosce la materia e dovrà applicarle sul campo. 

Poi irrompe la cronaca relegando la questione no-vax a pura macchietta. 

Il merito è tutto del vostro collega biellese di 57 anni, già sospeso perché non vaccinato che si è presentato all’hub vaccinale della città piemontese indossando un busto di scena in silicone (credo simile a questo trovato su Amazon) sperando che l’infermiera non si accorgesse di nulla ed inoculasse la dose che, nella mente del nostro odontoburlone no-vax, non avrebbe potuto raggiungere il braccio vero, salvandolo così dal complotto che porterà tutti noi vaccinati ad essere controllati dal microchip che ci è stato inoculato.  

Ovviamente l’infermiera se ne accorta e ha chiamato i carabinieri che lo hanno denunciato per tentata truffa, non capendo le intenzioni del tutto goliardiche del dentista. D'altronde anche chi lo conosce lo descrive ai cronisti come una persona “particolare ma divertente”. 

Natura goliardica confermata indirettamente anche dall’infermiera che lo ha smascherato stando alla giustificazione data dall’odontoburlone no-vax: "Non crederete mica che io abbia questo fisico”. 

E come non credere nella sua “buona fede”. D’altronde gli studi fatti dall’odontoburlone no-vax erano mirati “alla diagnosi ed alla terapia delle malattie ed anomalie congenite ed acquisite dei denti, della bocca, delle mascelle e dei relativi tessuti, nonché‚ alla prevenzione ed alla riabilitazione odontoiatrica”. Quindi come faceva a immaginare che l’avrebbero subito “sgamato”, che la consistenza del busto in silicone è diversa dalla pelle umana, lui è abituato ad infilare gli aghi nelle gengive. 

Ma questa è una vicenda che non fa ridere, non può fare ridere per rispetto dei 134 mila morti solo in Italia per Covid. Per rispetto delle loro famiglie, dei malati che l’hanno scampata ma ancora oggi ne patiscono le conseguenze.
Per rispetto di tutti i medici, infermieri, il personale sanitario che da due anni stanno onorando la loro missione, il lavoro per cui hanno studiato. Per rispetto della quasi totalità dei suoi colleghi odontoiatri (sempre che lo considerate un collega), che hanno rispettato le regole.
Per rispetto di tutti noi vaccinati, che abbiamo senso civico, crediamo nella medicina e rispettiamo le regole, senza cercare sotterfugi. 

La voce e lo sguardo nascosto dalla Ffp2 dell’infermiera che ha scoperto la mascherata dell’odontoburlone no-vax intervistata da La Repubblicaesprime non solo il rammarico ma quanto crede in quello che sta facendo e per cui ha studiato. A differenza del odondotoburlone no-vax. 

Infermiera che accortasi del braccio in silicone ha subito pensato di essere davanti ad una persona con problemi fisici e si è sentita in colpa per avergli chiesto di scoprire proprio il braccio con la protesi,dimostrando tutta l’umanità con cui deve essere svolta la vostra professione.
Per un attimo ho pensato di aver fatto una gaffe, perché gli avevo chiesto il braccio che usava meno, e mi sono detta: vuoi vedere che mi ha porto quello con la protesi?”, ha raccontato a La Repubblica. 

Poi gli ho chiesto di scoprire l'altro ed era identico. Non volevo crederci". In quel momento, aggiungo io, avrà pensato che i problemi quella persona li aveva, ma non al braccio. 

Come se non bastasse l’odontoburlone no-vax, una volta scoperto ha poi tentato -sempre stando alle cronache- di convincere l’infermiera di chiudere un occhio. Magari le avrà anche detto: dai fai finta di avermi vaccinato, il documento mi serve per lavorare, sono un medico.
Ma giustamente l’infermiera non solo ha chiamato i carabinieri perché avrebbe fatto un illecito, ma probabilmente perché il concetto di essere medico dimostrato dall’odontoburlone no-vax, è abissalmente distante dal suo. "Sono giorni difficili nei centri vaccinali” ha detto a La Repubblica l’infermiera.

Stanno arrivando quelli più arrabbiati, che il vaccino non vogliono farlo ma si sentono obbligati. Urlano, imprecano, a volte piangono. Ma da quest'uomo mi sono sentita offesa come professionista. Quando ha capito di essere stato scoperto mi ha chiesto di fargli comunque l'iniezione nel braccio finto". 

Alla notizia l’Ordine di Biella ha subito preso le distanze (riporta il Corriere della Sera pagina di Torino): “Appena avremo sufficienti prove per affermare che la persona sia lui, chiederemo un provvedimento disciplinare nei suoi confronti. Ciò che ha fatto è molto grave, soprattutto per un medico che dovrebbe aver fatto della scienza la sua ragione di vita”. 

E credo, spero, saranno provvedimenti esemplari quelli che prenderà l’Ordine e non solo perché le regole si devono rispettare ma perché, come scrivono i giudici del Consiglio di Stato confermando l’obbligo vaccinale per i medici, come medico odontoiatra dovrebbe sapere che “la prevalenza del diritto fondamentale alla salute della collettività” prevale “rispetto a dubbi individuali o di gruppi di cittadini sulla base di ragioni mai scientificamente provate”, ma soprattutto “il personale sanitario, sia - per legge e ancor prima per il cd. “giuramento di Ippocrate” - tenuto in ogni modo ad adoperarsi per curare i malati, e giammai per creare o aggravare il pericolo di contagio del paziente con cui nell’esercizio dell’attività professionale entri in diretto contatto".   

Articoli correlati

Il Ministero chiarisce chi potrà accedere ai novi vaccini specifici per le varianti Omicron, tra i “prioritari” anche i sanitari che hanno effettuato la terza dose 


Una nuova circolare del Ministero aggiorna le modalità di gestione dei casi e dei contatti stretti di caso COVID-19. Per i sanitari, in caso di contatto stretto, confermato...


“Tornare a una gestione ordinaria del rischio, lasciando agli Ordini le valutazioni deontologiche”. La quasi totalità dei medici e degli odontoiatri ha adempiuto all’obbligo vaccinale: meno...


In provincia di Vicenza denunciato per esercizio abusivo un dentista che nonostante fosse sospeso dall’Ordine continuava a lavorare. Sequestrato anche lo studio


In una lettera al Ministro della Salute le criticità verso l’ultima circolare sull’obbligo vaccinale per gli amministrativi e con le regole per chi è guarito


Le mascherine continueranno ad essere obbligatorie per accedere e lavorare nelle strutture sanitarie. Ecco le altre situazioni in cui l’obbligo rimane


Carabinieri del Nas eseguono 10 misure cautelari: 25 gli indagati. Il medico/dentista si faceva pagare per ogni falsa attestazione


Lo conferma il Ministro della Salute Roberto Speranza rispondendo alla Camera ad un’interrogazione dell’On. Rossana Boldi


Per il dott. Caprara, il punto principale è capire quale può essere il nostro obiettivo e quale la nostra sfera di influenza


Mentre l’Unione Europea lavora per un Green Deal europeo per trasformare l’economia dell’Unione in un modello moderno ed efficiente sotto il profilo della sostenibilità, le...

di Norberto Maccagno


“Rendiamo cool l’armonia e la naturalezza. Il BTX Bar® Italia vuole rendere popolare quello che i nostri antenati non sono riusciti a trasmettere. Il BTX Bar® Italia è...

di Norberto Maccagno


Come molti boomer sono attratto dalla tecnologia. In realtà lo ero anche prima di essere un boomer, ho ancora cassetti pieni di aggeggi tecnologici quasi mai usati e peraltro spesso inutili, ma...

di Norberto Maccagno


Altri Articoli

La guida degli esperti sulla connessione tra salute orale e salute neurologica: ecco perché lavarsi i denti è un’abitudine essenziale


Corsi per ortodonzia estetica e tecniche chirurgiche avanzate, ma anche per la gestione aziendale, il marketing digitale e l’intelligenza artificiale applicata all’odontoiatria


Restituito il sorriso a 800 ragazzi attraverso 6000 prestazioni. Nove gli ospiti che hanno potuto frequentare la scuola di odontotecnica 


L’Ordine dei dentisti spagnoli indica alcuni semplici consigli che potrebbero essere utile trasferire ai pazienti prima delle vacanze estive


Presto in commercio il primo spray nasale di adrenalina in caso di shock anafilattico potenzialmente mortale nei soggetti allergici gravi


Prof.ssa Ottolenghi: una opportunità ed una sfida con l’obiettivo di consentire a tutti gli Atenei di arrivare alla scadenza del 2027/28 con lo stesso passo 


L'essiccatore a membrana ad alta efficienza per aria compressa di altissima qualità rappresenta un significativo passo avanti nell'affidabilità dei sistemi di compressori per...


Coinvolti gli igienisti dentali che hanno frequentato durante l’anno i corsi pratici presso l’Academy. Due i lavori eccellenti vincitori a pari merito


La giurisprudenza sottolinea l'importanza di una documentazione clinica completa e accurata non solo per il trattamento del paziente, ma anche per la tutela legale degli operatori sanitari


Ad Udine 4 posti a tempo indeterminato, le domande entro il 10 agosto. A Napoli 4 posti a tempo pieno ma per 12 mesi, domande entro il 24 luglio


lo studio del Dipartimento di Medicina e innovazione tecnologica dell’Insubria di Varese pubblicato su Frontiers in Immunology


Anche per i professionisti è possibile accedere alla proposta tramite RedditiOnline o tramite la dichiarazione precompilata


Perché conviene un archivio digitale, come risolvere il problema dei documenti cartacei, quali le soluzioni possibili


 
 
 
 

Il Podcast
dell'Innovazione
Odontoiatrica

TUTTI GLI EPISODI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Iscriviti alla Newsletter

 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La lezione di storia dell’odontoiatria del prof. Guastamacchia

 
 
 
 
chiudi