HOME - DiDomenica
 
 
23 Luglio 2023

I modelli futuri di esercizio dell’odontoiatria ed il fattore ‘’YOLO’’

di Norberto Maccagno


Per i nostri video incontri domenicali abbiamo incontrato il prof. Francesco Longo, ricercatore presso il CERGAS Bocconi di cui è stato anche il direttore, per parlare di politiche sanitarie, di come queste unitamente ai cambiamenti sociali stanno condizionando il modo di esercitare la professione odontoiatrica.  

Il prof. Longo, 15 anni fa (2008), partecipò al Workshop di Cernobbio organizzato da ANDI. Durante la sua relazione ipotizzò l’ingresso del capitale in odontoiatria (al tempo Vitaldent era appena sbarcata in Italia), l’offerta delle cure odontoiatriche anche da parte dai grandi poliambulatori ed il decollo dei fondi integrativi sanitari e le assicurazioni.

Commentando ora la sua relazione, possiamo dire che la previsione era corretta anche se con alcuni aggiustamenti.  

L’odontoiatria organizzata finanziata dai fondi d’investimento è oggi una realtà ma il mercato è ancora caratterizzato dai piccoli studi che, però, nel giro di 10 anni vedranno il 50% dei titolari lasciare l’attività e non si capisce se troveranno chi è disposto a rilevarli. Quella che il prof Longo chiamava “organizzazioni di gruppi di medici che offrono anche cure odontoiatriche”, ovvero i grossi gruppi sanitari che gestiscono poliambulatori medici che offrono anche cure odontoiatriche, stanno crescendo e cresceranno ancora di più con la crisi del nostro SSN.
Poi la sanità integrativa e le assicurazioni che condizionano meno del previsto il mercato odontoiatrico, ed il prof. Longo ci spiega il perché.  

La fotografia che oggi il prof. Longo fa è quella di un settore condizionato, come tutti i settori, dai processi di aggregazione che stanno interessando il mondo dei servizi, spinti da logiche di piattaforma.  

Quattro i modelli che, spiega il prof. Longo, oggi offrono servizi odontoiatrici: il singolo professionista con il proprio studio; i gruppi industriali che si occupano solo di odontoiatria (catene NdR); i grandi gruppi privati della sanità che hanno e stanno diversificato anche sull’odontoiatria; movimenti di professionisti che lavorano in rete o diventano imprenditori offrendo lavoro ad altri professionisti.  

Un settore, quello odontoiatrico, che nonostante non venga considerato dalla sanità pubblica ne viene condizionato per via delle carenze di un SSN che dà meno risposte ai cittadini che si vedono costretti a rivolgersi al privato. 2.800 euro la spesa media annua per una famiglia di 4 persone per cure e diagnostica nella sanità privata alla quale si deve aggiungere le spese per la Long Term Care. Chi potrà permettersi di allocare più risorse per le cure richieste alla sanità privata non avrà problemi, gli altri dovranno decidere tra cardiologo e dentista, dice il prof. Longo.  

Sul fronte odontoiatria pubblica, il prof. Longo, anche in quanto membro del Consiglio superiore di Sanità, ha partecipato alla stesura del documento con le proposte per un modello di assistenza odontoiatrica sostenibile realizzate dalla Gruppo di lavoro creato ad hoc.   

Sintetizzandoci i contenuti e la spesa necessaria per realizzarla (l’1% della spesa sanitaria totale) il prof. Longo ribadisce che il SSN dovrebbe almeno offrire cure odontoiatriche ai poveri ed a quelli con problemi sanitari gravi ribadendo che è solo una questione politica, di scelta delle priorità. Poi le soluzioni e di modelli da adottare ci sono, dice e ci spiega quali.  

Ipotizzando gli scenari futuri per l’odontoiatria, per il prof. Longo sono 3 i fattori che condizioneranno il mercato e verso i quali si organizzeranno i servizi odontoiatrici. Il primo è quello della segmentazione della popolazione in base alla possibilità di spesa; il secondo la tipologia di organizzazione dell’offerta (industriale, monoprofessionale, aggregazione tra professionisti o professionisti imprenditori); il terzo fattore sarà quello della tecnologia.  

Il combinato disposto di queste tre variabili –dice Longo- favorirà la nascita di tantissimi potenziali segmenti di esercizio dell’odontoiatria. Odontoiatria che sarà sempre meno unitaria e stabile e questo creerà da un lato disorientamento in quanto abituati ad un settore stabile, sempre uguale a se stesso, dall’altro renderà il settore molto più dinamico, certo con grandi differenze ma che offrirà tante opportunità per i professionisti”.  

Infine, il fattore YOLO ovvero “You Only Live Once” (si vive una volta sola), fenomeno incentivato dal Covid che, ricorda Longo, sta interessando soprattutto i giovani professionisti ed indubbiamente condizionerà, anche, l’esercizio dell’attività imprenditoriale odontoiatrica.
Per capire come dovete vedere la video intervista che trovate sotto.    




Articoli correlati

I vantaggi fiscali derivanti dai versamenti contributivi al fondo pensione integrativo ed al fondo ENPAM, i consigli dei consulenti fiscali AIO


Dal 2019 i professionisti sanitari non possono (vi è un divieto) emettere fatturazione elettronica per le prestazioni rese ai pazienti. Stessi sanitari che sono invece obbligati, come le...

di Norberto Maccagno


Quando è conveniente comprare scorte di materiale ma anche anticipare al laboratorio odontotecnico gli importi dei futuri lavori che si effettueranno nel 2024


Determinante è la pianificazione per non trovarsi sorprese quando si dovranno pagare saldo o acconto delle tasse, ma anche il contributo Enpam. I consigli dei dottori Terzuolo, consulenti fiscali...


I dottori commercialisti consulenti AIO, Alessandro ed Umberto Terzuolo, spiegano di cosa si tratta e quando ed a chi conviene


Nel dibattito politico estivo, la sanità pubblica ed i problemi del nostro Servizio Sanitario Nazionale hanno occupato in più occasioni le pagine dei maggiori quotidiani nazionali (Corriere,...

di Norberto Maccagno


Istituito il Tavolo tecnico che coordinerà e visionerà le varie iniziative attivate per assistere le persone socialmente deboli


La delibera proposta da AIO. Capuano, si interrompe i viaggi della speranza di questi pazienti fragili costretti a rivolgersi in altre regioni per avere assistenza


Una domanda di servizio odontoiatrico domiciliare esisterebbe, dice il prof. Gagliani che aggiunge: basterebbe un piccolo programma fatto seriamente e una nuova odontoiatria “accessibile” 

di Massimo Gagliani


In provincia di Novara si rafforza il progetto di odontoiatria sociale diffusa che permette di ricevere cure, ortodonzia e protesi in cambio di ore di volontariato per serizzi verso la comunità 


Dire che l’odontoiatra sia un professionista anomalo nel panorama dei professionisti italiani, e non solo in ambito sanitario, è oggi talmente vero da risultare una banalità. Così come ricordare...

di Norberto Maccagno


didomenica     05 Novembre 2023

ECM e la proroga lessicale

Oltre alla ripresa delle attività della Commissione ECM dopo oltre un anno, la vera novità sul tema è stato l’annuncio del Ministro della Salute Orazio Schillaci: “non ci...

di Norberto Maccagno


Altri Articoli

E' online il corso FAD ECM su Medicina estetica odontoiatrica, relatore Michele Cassetta. Un corso per approfondire ma anche solo capire le possibilità che si sono aperte per lo studio odontoiatrico


L’On. Andrea De Bertoldi (FdI) conferma l’impegno del Governo a lavorare sui decreti attuativi, servono per incentivare le aggregazioni tra professionisti e la creazione di...


È vero che le sigarette elettroniche sono meno dannose di quelle tradizionali? La risposta da una ricerca italiana


Cronaca     05 Dicembre 2023

Iva su chirurgia estetica

Il Decreto Anticipi approda in Aula al Senato, contiene anche l’emendamento che abolirebbe l’applicazione dell’Iva alle prestazioni di chirurgia estetica


Il libro EDRA di Giuliano Garlini e Marco Redemagni per guidare i lettori, step by step, alla risoluzione di un’ampia casistica di situazioni cliniche


Per il prof. Gagliani, l’adesione non è stata solo un processo per sé stesso rivoluzionario ma ha rivoluzionato un modo d’intendere l’odontoiatra che ha spaziato in vaste...

di Massimo Gagliani


Devono inviarla i titolari di società di capitale. Ecco quando sono interessati gli studi odontoiatrici ed i laboratori odontotecnici


Approfondimenti      04 Dicembre 2023

Influenza e salute orale

Dall’ADA 5 semplici consigli da dare ai pazienti per prendersi cura della salute orale quando sono malati


I vantaggi fiscali derivanti dai versamenti contributivi al fondo pensione integrativo ed al fondo ENPAM, i consigli dei consulenti fiscali AIO


Dal 2019 i professionisti sanitari non possono (vi è un divieto) emettere fatturazione elettronica per le prestazioni rese ai pazienti. Stessi sanitari che sono invece obbligati, come le...

di Norberto Maccagno


Considerati per molto tempo elementi utili o cruciali per l’ottenimento di condanne, negli anni si sono appurate criticità concernenti i rilievi identificativi delle lesioni...


Una revisione della letteratura conferma che gli interventi di prevenzione della carie dentale nei giovani tra i 5e i 17 anni, con gel, integratori al fluoro, vernici e sigillanti fluorurati...


Supplemento di International Dental Journal (IDJ) con l’obiettivo di fornire dati sempre più attuali sul tema e sulle possibili alternative


Capita a Mantova, non sono basati quasi otto anni di processo per arrivare ad una sentenza che stabilisse se aveva o non aveva svolto abusivamente la professione di dentista


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Iscriviti alla Newsletter

 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La lezione di storia dell’odontoiatria del prof. Guastamacchia

 
 
 
 
chiudi