HOME - Endodonzia
 
 
10 Dicembre 2018

Efficacia dell’ipoclorito di sodio e di altri medicamenti canalari contro l’Enterococco faecalis


di Lara Figini


La flora microbica reperibile nei canali di denti trattati endodonticamente con lesioni radiotrasparenti periapicali persistenti differisce notevolmente da quella che invece si ritrova comunemente nei denti a polpa necrotica infetti non ancora trattati.

L’Enterococcus faecalis è la specie batterica più comunemente presente nei denti trattati endodonticamente con lesioni apicali persistenti, addirittura in concentrazioni nove volte superiori rispetto a quelle dei canali con infezioni endodontiche primarie.

Le caratteristiche principali dell’E. faecalis sono: una maggiore capacità di adesione, maggiori aggressività e resistenza agli antimicrobici.

Tipologia di ricerca e modalità di analisi
In uno studio in vitro, pubblicato sull’Australian Dental Journal di giugno 2018 è stata analizzata l'efficacia dell'ipoclorito di sodio e di altri farmaci endodontici comunemente usati contro l’E. faecalis coltivato come biofilm su un substrato di dentina.

Oltre all’ipoclorito di sodio i medicamenti testati sono stati:

  • pasta ledermix (con corticosteroidi);
  • idrossido di calcio;
  • odontopaste (con clindamicina);
  • clorexidina 0,2%;
  • combinazione di ledermix e idrossido di calcio 50:50;
  • combinazione di odontopaste e idrossido di calcio 50:50.

Un biofilm di E. faecalis è stato generato su fette di dentina umana utilizzando una cella a flusso continuo. I campioni di questo biofilm sono stati messi a contatto con le varie sostanze antimicrobiche sopraelencate, quindi è stata determinata la vitalità cellulare mediante placcatura in serie ed è stato conteggiato il numero di colonie batteriche persistenti.

L’analisi microscopica a scansione elettronica qualitativa del biofilm è stata eseguita dopo un'esposizione di 48 ore a ciascun agente di test.

Risultati
L'ipoclorito di sodio ha raggiunto l'eliminazione batterica totale
. Ledermix e odontopaste non hanno avuto effetti significativi sul biofilm di E. faecalis. Le combinazioni di Ca (OH) 2/ledermix o Ca (OH) 2/odontopaste hanno ridotto la vitalità batterica del Faecalis di oltre il 99% mentre la clorexidina 0,2% ha ridotto il numero di batteri del 97%.

Si è visto, pertanto, che l'efficacia antimicrobica dell'ipoclorito di sodio aumenta esponenzialmente con l'aumento del tempo di esposizione. L'eliminazione batterica totale è stata prevedibilmente raggiunta a 30 minuti di esposizione.

Conclusioni
Dai dati emersi da questo studio in vitro si può affermare che l'ipoclorito di sodio rimane il gold standard per l'eliminazione batterica nella terapia canalare, specialmente nei confronti dell’Enterococco feacalis nelle lesioni periapicali persistenti.

Anche l’idrossido di calcio Ca (OH) 2 combinato con ledermix e odontopaste è da considerarsi altamente efficace nel ridurre la vitalità batterica del Faecalis.

Implicazioni cliniche
I risultati di questo studio in vitro devono comunque trovare conferma in altri lavori analoghi.

Per approfondire

Plutzer B, Zilm P, Ratnayake J, Cathro P. Comparative efficacy of endodontic medicaments and sodium hypochlorite against Enterococcus faecalis biofilms. Aust Dent J 2018 Jun;63(2):208-16.   https://onlinelibrary.wiley.com/doi/abs/10.1111/adj.12580

Articoli correlati

Immagine di repertorio

La revisione ha identificato studi rigorosi sui ritrattamenti non chirurgici NS-ReTx eseguiti con metodiche “contemporanee”, indagando sia la guarigione periapicale che il...

di Lara Figini


Immagine di repertorio

Lo studio valuta la sopravvivenza della polpa dentale dopo incappucciamento diretto che preveda la disinfezione della cavità in denti posteriori adulti non dolenti con...

di Lara Figini


Lo studio confronta la qualità della rimozione dell'otturazione intracanalare, nonché la frequenza e il volume di materiale estruso dopo il ritrattamento con strumenti HyFlex o...

di Lara Figini


Guarda e vota il poster presentato al Congresso SIE da: L. Esposito, F. Iaculli, N.G. Armogida, M. Cernera, M. Simeone, S. Rengo


Guarda e vota il poster di: I Perondi, S. Taschieri, R. Fornara, C. Fortunati, G. Mulas, M.V. Zaro, S. Corbella


In uno studio sperimentale, pubblicato sul Journal of Dentistry, gli autori hanno esaminato l’effetto modulatorio della vernice arginina - fluoruro su un biofilm multispecie

di Lara Figini


Per la prof.ssa Nardi il punto focale è l’approccio clinico tailor-made: elemento fondamentale che deve portare l’operatore a scelte opportune protocollari incentrate non sulla patologia ma...

di Prof.ssa Gianna Maria Nardi


L’irrigazione canalare è uno dei più importanti step del trattamento canalare e il suo scopo principale è eliminare i microrganismi, che spesso aderiscono alla parete del...

di Lara Figini


La carie dentale e le malattie periodontali, tra cui gengivite e parodontite, sono causate da batteri organizzati in biofilm tridimensionali adesi alle superfici dentali, ai...

di Lara Figini


Il degrado dell'interfaccia dei restauri adesivi in composito è il risultato di più fattori combinati. Alla base vi è la contrazione da polimerizzazione tipica dei materiali compositi, che può...


Quando dobbiamo affrontare un caso clinico che riguarda la frattura di un incisivo, in cui vi è stato il coinvolgimento di smalto, dentina e polpa, il nostro obiettivo è...

di Simona Chirico


Specialmente negli anni passati, di fronte a carie profonde vicine alla polpa dentaria vi era l’abitudine di posizionare sotto l’otturazione un sottofondo o liner di idrossido...

di Lara Figini


Altri Articoli

Andrea Piantoni

“Sono molto onorato e orgoglioso di poter assumere questo ruolo in IDI Evolution, che considero la mia famiglia, e di poter proseguire il percorso iniziato ormai diversi anni...


47 gli odontoiatri denunciati, 5milioni di euro il valore dei beni sequestrati e 33 milioni di euro l’ammontare delle tasse non versate


Il dott. Migliano sulla sperimentazione in Lombardia del percorso di apprendistato per ASO e non solo


ANDI dettaglia gli aumenti salariali (indicativi) per i dipendenti degli studi odontoiatrici con l’entrata a regime del nuovo CCNL


L’applicazione si applica anche alle lavoratrici degli studi odontoiatrici con rapporti di lavoro dipendente a tempo indeterminato sia già instaurato che in via di instaurazione


Acquisire le conoscenze e le competenze idonee per riconoscere i segni e i sintomi caratteristici di tale condizione al fine di prevenire e/o attutirne le conseguenze


Immagine di repertorio

L’odontoiatra è titolare di studio, il padre lo “aiutava” curando i pazienti ma non aveva la laurea. Lo studio non era autorizzato, all’interno rivenuto un radiografico senza la...


Non si vive di sola burocrazia dicono i presidenti di AMOlp e  Andiamoinordine chiedendo alle Istituzioni di essere ascoltate e coinvolte su temi fondamentali per lo sviluppo e la sopravvivenza...


Se ne deve parlare per evitare d’innestare un circolo vizioso che penalizza studi e pazienti scrive il prof. Gagliani indicando nelle tecnologie uno dei possibili strumenti che possono aiutare...

di Massimo Gagliani


Diego Catania, Presidente dell’Ordine TSRM e PSTRP: “Siamo professioni intellettuali, la nostra autonomia non sia messa in dubbio”


Nella due giorni dei lavori a Catania focus sulla multidisciplinarietà dell’odontoiatria del domani e sull'odontoiatria di genere per aprire nuovi orizzonti di prevenzione e...


Definite anche le mansioni del CSO, contestate dal SIASO. Magenga (SIASO): “Troppo generiche, si crea solo confusione, pronti a scendere in piazza” 


8 relatori di fama internazionale, 8 moduli videoregistrati per un totale di 16 ore formative per valutare le varie scelte di come approcciare un caso mono e pluri-disciplinare


Il riconoscimento è arrivato a dicembre 2023 al termine di un audit che ha coinvolto i principali processi aziendali, con particolare riferimento a tutte le fasi di gestione...


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Annuncio in Evidenza


12 Febbraio 2024
Vendo immobile adibito a studio odontoiatrico dal 1960

Vendita a Chiasso centro, in Svizzera, immobile adibito dal 1960 a studio odontoiatrico composto da quattro unità operative, con autorizzazione sanitaria. Per informazioni contattare Marzio Negrini: cell. whatsapp +393756589128

 
 

Iscriviti alla Newsletter

 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La lezione di storia dell’odontoiatria del prof. Guastamacchia

 
 
 
 
 
 
 
 
chiudi