HOME - Endodonzia
 
 
01 Novembre 2010

Correlazione tra parafunzioni orali, malocclusioni e disordini temporomandibolari in pazienti in dentizione primaria e mista

di F. Vierucci, C. Mongelli, T. Doldo


Obiettivi. Valutare l’esistenza di una correlazione tra alcune parafunzioni orali (deglutizione atipica e bruxismo) e alcuni tipi di malocclusioni (morso crociato posteriore monolaterale,morso profondo, seconda classe scheletrica) e i disturbi temporomandibolari e pertanto considerare tali fattori come predisponenti lo sviluppo della patologia articolare.
Materiali e metodi. Quattrocentododici bambini (201 femmine e 211 maschi) sono stati sottoposti a una visita specialistica e per ciascuno è stato compilato un questionario per indagare la presenza di mal occlusioni, parafunzioni orali e disturbi temporomandibolari. È stata condotta un’analisi statistica di tipo descrittivo ed è stato condotto il Test di Fisher.
Risultati. Nei ragazzi la deglutizione atipica è positivamente correlata con i disordini temporomandibolari (p=0,023). Tra i diversi tipi di malocclusione il morso crociato posteriore monolaterale è significativamente associato con i DTM sia nei ragazzi sia nelle ragazze (p=0,013; p=0,05). La malocclusione di seconda classe è associata con i DTM solo nelle ragazze (p=0,036).
Conclusioni. Nel gruppo di bambini oggetto dello studio le parafunzioni orali, fatta eccezione per la deglutizione atipica nei ragazzi, non sono fattori determinanti la presenza di segni e sintomi dei disordini temporomandibolari. Nelle bambine il morso crociato e la seconda classe sono associate ai dirsturbi articolari. Nei bambini c’è un’associazione tra disordini temporomandibolari e morso crociato.



Articoli correlati

Allo stato attuale i disordini temporomandibolari (TMDs) risultano avere una prevalenza che varia dal 5% al 12%. Il 65% dei pazienti affetti da tali disturbi riportano dolore associato, spesso anche...


Secondo l'American Association for Dental Research (AADR), la diagnosi differenziale dei disordini temporomandibolari e del dolore orofacciale è primariamente clinica, basata sulle...


ObiettiviL’obiettivo dello studio è approfondire le conoscenze sulla possibilità di definire il protocollo di riferimento nell’artrocentesi dell’articolazione temporomandibolare (ATM)...


ObiettiviValutare l’effetto della terapia conservativa per il trattamento di pazienti con disordini temporomandibolari (DTM).Materiali e metodiIn questi studio clinico retrospettivo, a un campione...


Obiettivi. Numerosi autori affermano che il trattamento ortodontico debba essere considerato il gold standard tra le opzioni riabilitative per l’agenesia degli incisivi laterali superiori (AILS)....


Altri Articoli

Una due giorni ad un Congresso qualsiasi può essere un ritorno alla normalità dice il prof. Gagliani che avverte: la formazione deve essere debitamente certificata e tutelata con regole non fondate...

di Massimo Gagliani


Sono nato una domenica dell’agosto 1964, anagraficamente contando il Governo Draghi è stato il quarantottesimo che ho vissuto. In Germania, nello stesso periodo, di Governi ne hanno avuti 19...

di Norberto Maccagno


Il Consejo General de Dentistas ha elaborato una relazione tecnica dove sono state analizzate la densità di professionisti per popolazione, l'evoluzione demografica negli ultimi...


Maria Grazia Cannarozzo

Dalla collaborazione tra l’Azienda Ospedaliera Cannizzaro di Catania e il COI-AIOG nasce il progetto “Odontoiatria rosa”, che attenzionerà la salute orale delle donne...

di Lorena Origo


Sarà Catania ad ospitare, dal 20 al 22 aprile 2023, il Congresso numero 30 del CDUO organizzato dalle Università di Palermo, Messina e Catania


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Canino incluso: la pianificazione digitale

 
 
 
 
 
 
 
 
chiudi