HOME - Farmacologia
 
 
26 Aprile 2018

Sedazione cosciente con protossido d’azoto

Quanto è efficace e quanto evita l’anestesia generale?

di Lara Figini


Spesso l’odontoiatra si trova di fronte a casi difficili da gestire, o per ansia eccessiva del paziente o perché di fronte a soggetti pediatrici poco collaboranti, pazienti con disabilità o con problematiche cardiocircolatorie di un certo livello in cui si devono prevenire emergenze mediche.

In questi casi si è rivelato molto efficace l’impiego della sedazione cosciente, che allo stato attuale risulta ampiamente utilizzata e ben definita in protocolli specifici e consente di evitare di ricorrere all’anestesia generale, molto più invasiva. Questa metodica, oltre a essere efficace, ha il grande pregio di essere molto sicura e facilmente gestibile in ambito ambulatoriale.

La sedazione cosciente tramite protossido d’azoto N2O/O2 ha un’azione sia analgesica che ansiolitica e causa, a livello del sistema nervoso centrale (SNC), depressione ed euforia con effetti trascurabili sul sistema respiratorio e cardiocircolatorio.

Tipologia di ricerca e modalità di analisi

In uno studio clinico pubblicato sul British Dental Journal di marzo 2018 è stata studiata l’utilità della sedazione cosciente con protossido d’azoto soprattutto indagando quanto questa metodica possa evitare di ricorrere all’anestesia generale.

I dati sono stati raccolti per un periodo di 2 anni e 2 mesi in un campione di 118 bambini e giovani adulti, riferiti al WCDC della West Cornovaglia. I criteri di inclusione sono stati:

● pazienti senza disabilità dell'apprendimento;

● pazienti di età compresa tra quattro e 18 anni;

● pazienti con livelli d'ansia da lieve a moderata verso i trattamenti dentali;

● pazienti disposti a sottoporsi a sedazione cosciente con protossido d’azoto RA (Analgesia Relativa).

Risultati

I risultati hanno mostrato che dei 118 pazienti l'88% è stato gestito con RA. Sono state evitate un totale di 105 anestesie generali e 141 denti sono stati restaurati, piuttosto che estratti, grazie a questa metodica.

Conclusioni

Dallo studio si evince che la sedazione cosciente con protossido d’azoto RA è un'alternativa efficace all’anestesia generale e che grazie a questa metodica un numero di denti può essere curato invece che estratto. È anche emerso che RA ha un tasso di morbilità trascurabile.

Implicazioni cliniche

Nei soggetti con ansia lieve e moderata e nei bambini l’ausilio della sedazione mediante protossido d’azoto può semplificare la gestione all’odontoiatra, permettendogli di eseguire dei trattamenti conservativi - piuttosto che estrattivi - con maggiore frequenza evitando l’anestesia generale che per il paziente risulta sicuramente più invasiva.

Per approfondire:

Altri Articoli

“Rendiamo cool l’armonia e la naturalezza. Il BTX Bar® Italia vuole rendere popolare quello che i nostri antenati non sono riusciti a trasmettere. Il BTX Bar® Italia è...

di Norberto Maccagno


Durante la permanenza il team ha vissuto a stretto contatto con la popolazione locale, adattandosi alle loro abitudini alimentari basate principalmente sul riso e visitando tra...


Una ricerca di Philips Sonicare, in collaborazione con la dott.ssa Angelica Cesena, svela l’impatto dell’igiene orale su estetica e benessere. Sotto la lente d’ingrandimento...


Anche per odontoiatria ai 27 stati membri della Comunità è stato chiesto di adeguare, entro il 2026, i requisiti minimi di formazione alle nuove competenze. Le riflessioni di AIO


La pubblicità deve essere chiaramente riferita alla struttura che ha l’autorizzazione sanitaria e non al marchio. La Commissione conferma la sospensione per il Direttore...


I dati diffusi dal MEF (2022, dichiarazione 2023) indicano una crescita delle partite Iva soggette ad ISA mentre il fatturato è stabile


Roberto Messina, presidente di Senior Italia Federanziani e responsabile terza età della Lega, è agli arresti domiciliari con l’accusa di truffa, associazione a delinquere e riciclaggio


D’ora in poi l’appuntamento si terrà con cadenza annuale. Offrirà ai soci l’opportunità di un confronto senza i vincoli inevitabilmente posti dalle manifestazioni...


Il nuovo libro EDRA in collaborazione con Styleitaliano per approfondire le tecniche ed i materiali per offrire ai propri pazienti soluzioni estetiche, pratiche, funzionali, biologicamente...


Sesta puntata del podcast Dentechstry di IDI Evolution dedicata all’innovazione tecnologica e come sta modificando, in meglio, le cure odontoiatriche ma anche il rapporto con il paziente....


L’odontoiatra Dario Tamburrano torna a Strasburgo. Aveva seguito le politiche energetiche e le questioni inerenti i dispositivi medici ed in particolare la stampa 3D


Le considerazioni ed i consigli del prof. Antonio Pelliccia che ricorda che il prezzo non lo si determina solo guardando i conti ed indica 5 aspetti base da considerare


Il Premio è stato istituito nel 2021 con l'obiettivo di promuovere la ricerca in Europa e nel mondo. Inviate le vostre proposte originali in tema “salute delle gengive”...


Secondo uno studio commissionato dall'ADF, le malattie parodontali associate alle patologie correlate provocano un costo sanitario che sfiora il miliardo di euro


 
 
 
 

Il Podcast
dell'Innovazione
Odontoiatrica

TUTTI GLI EPISODI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Iscriviti alla Newsletter

 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La lezione di storia dell’odontoiatria del prof. Guastamacchia

 
 
 
 
 
 
 
 
chiudi