HOME - Farmacologia
 
 
26 Febbraio 2013

Quando i bifosfonati fanno bene ai denti

Sperimentato con successo l'uso dei bifosfonati in ortodonzia: migliorano l'ancoraggio e riducono la perdita di osso

di Cosma Capobianco


zoledronatozoledronato

Una dose di bifosfonato per via topica rende massimo l'ancoraggio ortodontico e impedisce la perdita di osso durante la chiusura degli spazi dopo un'estrazione dentale. Almeno in un modello animale quindi, i bifosfonati (in questo caso si tratta di zoledronato) si prendono una piccola rivincita e dimostrano di poter svolgere un ruolo utile anche nel cavo orale, dove il loro nome è sinistramente legato a una temibile forma di osteonecrosi (nota con l'acronimo di BRONJ).

Per arrivare a questa affermazione, cinque specialisti del Baylor College of Dentistry di Dallas hanno preso due gruppi di 15 ratti: il primo ha ricevuto un'iniezione locale di semplice soluzione fisiologica, il secondo un'iniezione locale di 16 mg di zoledronato prima che a tutti venisse estratto il primo molare inferiore. Nel gruppo sperimentale circa 1/3 del bifosfonato è stato iniettato nell'alveolo. Infine, a tutti gli animali è stata applicata una molla ortodontica per chiudere lo spazio avanzando il secondo molare, misurando periodicamente il movimento mediante rx e calibri dentali. Dopo 3 settimane, i tessuti sono stati prelevati e analizzati. I risultati? nel gruppo di controllo il movimento del secondo molare era significativamente maggiore (indice di perdita di ancoraggio) così come la perdita di osso nel sito estrattivo  intorno ai secondi molari. Nel gruppo sperimentale, invece, l'osso alveolare risultava conservato e non vi erano segni di osteonecrosi. Lo zoledronato, almeno in teoria, potrebbe quindi diventare un'alternativa ai cosiddetti dispositivi di ancoraggio temporaneo, noti anche come TADs (Temporary Anchorage Devices. Lo zoledronato non è il primo farmaco studiato per modificare il movimento ortodontico: negli ultimi vent'anni si è visto che i Fans hanno effetto ritardante mentre ormoni steroidei,  tirosina e vitamina D3 hanno effetto accelerante.
La ricerca descritta, (pubblicata su Am J Orthod Dentofacial Orthop 2012;142:780-91), è di Ortega et al.

Am J Orthod Dentofacial Orthop 2012;142:780-91

Articoli correlati

Quali i rischi e quali le precauzioni che dovrebbero essere adottate nella pratica clinica per prevenire il rischio di osteonecrosi

di Arianna Bianchi


In uno studio pubblicato su Oral Surgery Oral Medicine Oral Pathology Oral Radiology, gli autori hanno valutato l’impatto di una sospensione dei farmaci...

di Lara Figini


I bifosfonati sono ampiamente utilizzati per il trattamento delle anomalie del metabolismo osseo, per esempio nell’osteoporosi. Il loro uso continuativo porta a una forte...

di Alessandra Abbà


Combinato con fattori di rischio come estrazioni dentali, una scarsa igiene orale, l'utilizzo di apparecchi mobili o la chemioterapia, il denosumab può favorire lo sviluppo di osteonecrosi dei...


prodotti     09 Febbraio 2024

Per un sorriso di lunga durata

IPS e.max® Gel garantisce cura e protezione extra per prevenire l’alta qualità e la longevità dei restauri


Il Gruppo OrisLine lancia sul mercato il nuovissimo software per la gestione del laboratorio odontotecnico OrisLab Q


Pubblicato sul sito del Ministero della Salute il verbale della riunione di settembre del Gruppo Tecnico sull’Odontoiatria presso il Ministero della Salute approvato nella riunione dell’8...


Quanti servizi, prestazioni e trattamenti offre il vostro studio? I vostri pazienti lo sanno? Conoscono tutto ciò che fate, la vostra qualità, quei plus che vi distinguono dagli...


Dopo aver raccolto il sostengo della CAO, di ANDI, ora la petizione attivata da Gilberto Triestino (nella foto), vice presidente ANDI Roma e membro della CAO di Roma, incassa anche il sostegno del...


Per praticare una buona Endodonzia con strumenti rotanti in NiTi è consigliabile utilizzare un motore endodontico con regolazione del torque. E' indispensabile inoltre avere un buon...


Altri Articoli

Durante la permanenza il team ha vissuto a stretto contatto con la popolazione locale, adattandosi alle loro abitudini alimentari basate principalmente sul riso e visitando tra...


Una ricerca di Philips Sonicare, in collaborazione con la dott.ssa Angelica Cesena, svela l’impatto dell’igiene orale su estetica e benessere. Sotto la lente d’ingrandimento...


Anche per odontoiatria ai 27 stati membri della Comunità è stato chiesto di adeguare, entro il 2026, i requisiti minimi di formazione alle nuove competenze. Le riflessioni di AIO


La pubblicità deve essere chiaramente riferita alla struttura che ha l’autorizzazione sanitaria e non al marchio. La Commissione conferma la sospensione per il Direttore...


I dati diffusi dal MEF (2022, dichiarazione 2023) indicano una crescita delle partite Iva soggette ad ISA mentre il fatturato è stabile


Roberto Messina, presidente di Senior Italia Federanziani e responsabile terza età della Lega, è agli arresti domiciliari con l’accusa di truffa, associazione a delinquere e riciclaggio


D’ora in poi l’appuntamento si terrà con cadenza annuale. Offrirà ai soci l’opportunità di un confronto senza i vincoli inevitabilmente posti dalle manifestazioni...


Il nuovo libro EDRA in collaborazione con Styleitaliano per approfondire le tecniche ed i materiali per offrire ai propri pazienti soluzioni estetiche, pratiche, funzionali, biologicamente...


Sesta puntata del podcast Dentechstry di IDI Evolution dedicata all’innovazione tecnologica e come sta modificando, in meglio, le cure odontoiatriche ma anche il rapporto con il paziente....


L’odontoiatra Dario Tamburrano torna a Strasburgo. Aveva seguito le politiche energetiche e le questioni inerenti i dispositivi medici ed in particolare la stampa 3D


Le considerazioni ed i consigli del prof. Antonio Pelliccia che ricorda che il prezzo non lo si determina solo guardando i conti ed indica 5 aspetti base da considerare


Il contributo previdenziale del 4 per cento a carico degli specialisti esterni è pienamene legittimo, e le società accreditate con il Servizio sanitario nazionale hanno l’obbligo di versarlo...


Secondo uno studio commissionato dall'ADF, le malattie parodontali associate alle patologie correlate provocano un costo sanitario che sfiora il miliardo di euro


Un evento per celebrare i 20 anni di attività, ripercorrere quanto fatto e guardare ai progetti futuri


 
 
 
 

Il Podcast
dell'Innovazione
Odontoiatrica

TUTTI GLI EPISODI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Iscriviti alla Newsletter

 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La lezione di storia dell’odontoiatria del prof. Guastamacchia

 
 
 
 
 
 
 
 
chiudi