HOME - Farmacologia
 
 
30 Gennaio 2015

L'emergenza medica nello studio odontoiatrico:riconoscimento e primo intervento. Le principali patologie da valutare


Il primo modulo del primo corso FAD (Dental Cadmos 1/2015) è dedicato all'emergenza medica nello studio odontoiatrico.

L'emergenza medica è un evento improvviso in grado di compromettere gli apparati essenziali per la vita e può avvenire in qualsiasi circostanza e in qualsiasi momento. Nel corso delle cure odontoiatriche si verificano condizioni che ne aumentano la probabilità soprattutto nei pazienti a rischio per patologie croniche preesistenti. Per questo motivo l'odontoiatra, che esegue nella sua pratica professionale manovre chirurgiche in una struttura sanitaria non protetta, deve saper immediatamente riconoscere, quando si presentano, i segni e i sintomi delle emergenze cliniche che potrebbero alterare i parametri vitali del paziente. Consentire al team odontoiatrico di diagnosticare le principali urgenze mediche e fornire le linee-guida del supporto vitale di base o basic life support (BLS) sono gli obiettivi principali del lavoro.

Sostenere le funzioni vitali del paziente significa in pratica verificare se le funzioni neurologiche, respiratorie e cardiocircolatorie siano sufficienti. Tali funzioni devono essere controllate con poche manovre, semplici ma precise, secondo una rigorosa sequenza temporale. Valutare questi tre parametri vitali ed eventualmente soccorrerli in caso di deficit di uno o più di essi vuol dire praticare il supporto basale delle funzioni vitali, ossia quella semplice ma indispensabile sequenza di interventi da mettere in atto nel più breve tempo possibile in caso di emergenza medica.

Lo scopo principale del BLS è la prevenzione dei danni anossici cerebrali; infatti la mancanza di apporto di ossigeno alle cellule cerebrali produce lesioni che entro 10 minuti sono irreversibili. Sono riportati due algoritmi di soccorso di primo livello che seguono le più recenti linee-guida dell'European Resuscitation Council e dell'American Heart Association.

Segue un inquadramento diagnostico mirato alle varie patologie che si possono verificare durante una seduta al fine di consentire all'equipe odontoiatrica di assicurare anche un intervento di secondo livello mettendo in atto un trattamento tempestivo che può condizionare la prognosi del paziente. Tra i principali quadri clinici che possono determinare un'emergenza e che prevedono interventi farmacologici e strumentali precisi, sono presi in esame in particolare la crisi vagale, la crisi ipoglicemia, la grave reazione allergica immediata, l'attacco cardiaco, lo scompenso cardiaco acuto, la crisi asmatica, la crisi ipertensiva, la crisi convulsiva, l'ictus.

Viene inoltre indicato quanto è necessario per organizzare la gestione dell'emergenza, infatti per poter fronteggiate correttamente questi eventi l'ambulatorio odontoiatrico deve essere dotato di un adeguato strumentario, di una fonte di ossigeno e degli appropriati farmaci, organizzati in un carrello che ne consenta il rapido spostamento nei locali operativi.

Le principali patologie croniche da valutare

Sindromi coronariche croniche e acute nel paziente odontoiatrico

Angina stabile

Angina instabile

Pregresso infarto miocardico acuto

(IMA)

Cardiopatia valvolare (sottoposta o non a sostituzione valvolare)

Stenosi, insufficienza e prolasso mitralico

Stenosi e insufficienza aortica

Ostruzione polmonare cronica

Enfisema polmonare

Bronchite cronica ostruttiva

Asma bronchiale

Esiti di ictus

Da trombosi cerebrale

Da emorragia cerebrale

Epilessia

Miastenia gravis

Diabete mellito

Tipo 1

Tipo 2

Ipertiroidismo

Allergia ad anestetici locali e/o a materiali dentari

Epatopatia cronica con insufficienza epatica severa

A cura di: Anna Maria Melica Consulente Scientifico Dental Cadmos

Articoli correlati

Bibite gassate, le bevande considerate salutari, come quelle "energetiche", acque aromatizzate e succhi di frutta e poi gli zuccheri, merendine e tutti quegli stili di vita poco salutari stanno...


Iandolo: “Massima soddisfazione, recepita appieno la nostra posizione. Ora intervenga il Legislatore riconoscendo la sola laurea in odontoaitria per l’accesso ai ruoli dirigenziali del SSN"


Il paziente vuole essere "trattato bene" e un atto professionale prestato in maniera integrata all'interno di un team costituito da dentista, assistente e igienista, la cura della squadra e...


Dental Trey, distributore dentale che commercializza oltre 40.000 prodotti odontoiatrici, sostiene il Politruck di Emergency a Milano, donando prodotti per la salute orale agli ambulatori mobili...


Sebbene ancora resista alle conseguenze dei cattivi stili di vita e ai ritardi nella prevenzione, "complice" anche l'invecchiamento della popolazione, il nostro Paese conta oggi un esercito di malati...


Altri Articoli

L’On. Dario Tamburrano, odontoiatra romano, è l’unico dentista italiano, e forse anche europeo, nel nuovo parlamentare europeo. Avevamo annunciato la sua elezione in questo...

di Norberto Maccagno


Chi non ha effettuato la nuova registrazione non può emettere dichiarazione di conformità per i dispositivi realizzati. E’ comunque ancora possibile registrarsi


Un diplomato odontotecnico svolgeva l’attività dell’odontoiatra, la segretaria quella di ASO. Nei guai anche un terzo soggetto che potrebbe essere il direttore sanitario


Presentato oggi durante il convegno: Odontoiatria italiana, il futuro passa per una formazione universitaria basata su intelligenza artificiale e tecnologie


Sono esclusi i liberi professionisti e gli studi associati, possono goderne le Società odontoiatriche, sia Srl che Stp. Le indicazioni dei consulenti fiscali AIO


Pressoché invariato per odontoiatria, 1585 i posti, la CAO ne aveva indicati 1200. Per i corsi in Igiene dentale il numero di posti disponibili sarà 755


L'azienda fornirà una suite di prodotti di consumo, apparecchiature e tecnologie per aiutare gli odontotecnici ad accelerare la trasformazione digitale


45 i posti disponibili, di questi il 70% riservato ai residenti. Il costo: 300 euro per i residenti, 600 euro per i non residenti. Entro il 9 agosto le domande di iscrizione


Cairo (SIdP): lavoriamo per promuovere la formazione e la sensibilizzazione verso una malattia ancora troppo sottovalutata. Ghirlanda (ANDI): solo il 30% dei dentisti è consapevole...


La prof.ssa Nardi ricorda come la carenza di vitamina D sia stata associata a una maggiore prevalenza del rischio di parodontite e infiammazione gengivale

di Prof.ssa Gianna Maria Nardi


Come ottenere 5mila euro per essere ospitati in uno dei collegi universitari accreditati. Attivo il bando ENPAM 2024


La società tedesca promuove un’odontoiatria più sostenibile, dimostrando che è possibile coniugare eccellenza tecnologica e rispetto per l'ambiente


L’Associazione dentisti americana mette in guardia i pazienti verso i soggetti che privi di abilitazione professionale propongono faccette dentali 


La selezione dei nuovi docenti AIO under 40 mette le ali. A breve saranno scelti i dieci finalisti che esporranno nel 2025 al 5° Congresso AIO Academy a Palermo


 
 
 
 

Il Podcast
dell'Innovazione
Odontoiatrica

TUTTI GLI EPISODI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Iscriviti alla Newsletter

 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La lezione di storia dell’odontoiatria del prof. Guastamacchia

 
 
 
 
 
 
 
 
chiudi