HOME - Gestione dello Studio
 
 
11 Febbraio 2021

La spinta digital della pandemia anche in odontoiatria

Quattro indicazioni per fornire soluzioni al problema di salute del paziente attraverso le tecnologie digitali

di Davis Cussotto


Lo studio odontoiatrico è come un environment: un ambiente relazionale e  organizzativo nel quale entrano in contatto le persone.  Il paziente alla ricerca di soluzioni a un problema reale o percepito di salute umana e il dental team, un gruppo di professionisti in grado di  soddisfarlo.     La trasformazione digitale consente oggi a questo environment di espandersi al di fuori delle pareti fisiche dello studio e di porsi in relazionazionei con pazienti attivi o potenziali sul territorio.

La pandemia ha accelerato il processo di trasformazione delle persone sempre più digitali e alla ricerca di contenuti di loro interesse sui social. 
Videocall, prenotazioni online, utility per realizzare da casa anamnesi e triage COVID, pagamenti elettronici spinti dal cashback, videocamere intraorali che il paziente utilizza da se per condividere immagini con il professionista, sono tutti esempi di come la medicina di oggi sceglie il digitale per rinnovare i propri metodi e automatizzare i processi. 

Acquisire la consapevolezza di questo cambiamento è essenziale per il professionisti.  

Fornire soluzioni a un problema di salute del paziente (il cliente esterno), attraverso tecnologie digitali, realizza una sorta di  “digital engagement”, la percezione e la presa di coscienza di far parte di un processo evolutivo, di essere al passo con i tempi.  
La stessa efficacia in termini di utilità si realizza nei confronti  del personale dello studio, collaboratori, assistenti , segretarie (il cliente  interno) che sperimenta la nuova tecnologia come un messaggio di aggiornamento professionale continuativo. 

L'odontoiatra che percepisce il digitale in ottica clinica, perché intende fornire un prodotto adeguato (precisione marginale / riproducibilità etc), deve  essere anche consapevole degli altri aspetti positivi della  filosofia digitale in odontoiatria.      

L’approccio al digitale per lo studio ha una ricaduta positiva non solo sulla fase clinica ma anche su quella organizzativa e comunicativa dello stesso. In altre parole sul servizio di cure dentali che lo studio offre all’utente visto con la duplice veste di paziente e consumatore.


Ecco quattro strumenti digital che fanno la differenza:


1) La scheda su Google my business 

 Farsi individuare facilmente e nel minor tempo possibile, godere di visibilità su Google e offrire rapidamente informazioni utili sulla propria attività: queste le peculiarità di Google My Business, una piattaforma messa a disposizione gratuitamente dal motore di ricerca per creare una scheda di presentazione di tutte le attività. Google My Business offre anche la possibilità di inserire un link che faciliti la prenotazione online. 

2) La prenotazione online: l’operazione salva-tempo.

Prenotare online una visita o un consulto medico è un’operazione che permette di risparmiare tempo e risorse tanto al paziente, quanto al professionista. Varie applicazioni si possono utilizzare allo scopo e sono spesso integrate nell'agenda del professionista per controllare in tempo reale le sue disponibilità in agenda. 

3) Le videocall e l’assistenza online per seguire i pazienti.

Risolvono rapidamente dubbi e situazioni che non richiedono una visita. È possibile rendere nota l’offerta di questi servizi inserendoli, ad esempio, all'interno della scheda creata su Google My Business o del proprio sito web, sottolineando che si mettono a disposizione degli utenti servizi da remoto col vantaggio di essere anche meno costosi rispetto a quelli tradizionali. 

4) Facebook 

E’ senza dubbio il social di riferimento per le comunicazioni, ma ci si può servire anche del proprio sito web o di linkedin per descrivere in modo professionale le proprie competenze. 

____________________________________________________________________ 

Se hai trovato utile questo articolo e non sei ancora abbonato ad Odontoiatria33, sostieni la qualità della nostra informazione 

Articoli correlati

Le domande devono essere presentate direttamente dal richiedente attraverso il portale ENPAM per gli odontoiatri ed INPS per igienisti dentali e odontotecnici


Il prof. Antonio Pelliccia ed il prof. Vincenzo Russo ci sintetizzano di cosa si tratta ed i vantaggi per migliorare approccio e giudizio del paziente ma anche per rendere più efficiente il Team...


Dai “fringe benefits” al bonus carburanti, questi i benefit che possono essere erogati ai dipendenti. Prof. Pelliccia: strumenti che gratificano e responsabilizzano il collaboratore


Una guida di ANDI sugli adempimenti che i datori di lavoro dovranno effettuare al momento dell’assunzione e la regolamentazione nel contratto di lavoro


Una risorsa strategica per lo studio odontoiatrico. Ecco le tre leve, dirette o indirette per influenzarla

di Davis Cussotto


Altri Articoli

Uno studio vuole spiegare perché la professione odontoiatrica debba ridurre e gestire i propri rifiuti in modo appropriato e i vantaggi sociali e ambientali che ne deriverebbero...

di Arianna Bianchi


Un nuovo canadese studio fa chiarezza. Tre pazienti su quattro guariscono ad un anno dall’infezione


Il Ministro della Salute firma il decreto di ricostituzione della Commissione Nazionale ECM, per gli odontoiatri riconfermato Alessandro Nisio


AIDI incontra i cittadini in 14 piazze italiane da Nord a Sud, da Bolzano a Lecce nei weekend dell’8/9 e 15/16 ottobre. Bari, Bolzano, L’Aquila, Genova, Milano, Torino i capoluoghi coinvolti 


Il nuovo sistema CBCT VistaVox S Ceph offre la possibilità di scelta tra diverse dimensioni di volume, decidere la migliore dimensione in funzione delle necessità diagnostiche, cliniche e...


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Canino incluso: la pianificazione digitale

 
 
 
 
chiudi