HOME - Gestione dello Studio
 
 
30 Giugno 2015

Studi di settore. Gli scenari possibili se non si è congrui


Tempo di denuncie dei redditi, il 6 luglio scade il termine per pagare le tasse, e tempo di bilanci per dentisti, laboratori odontotecnici ed igienisti dentali, come per gli altri lavoratori autonomi e le imprese italiane, ma sarà possibile pagare entro il 20 agosto con un aggravio del 0,4%.

Per le attività e le professioni soggette, gli Studi di Settore possono rivelarsi un possibile alleato. Attraverso il software Gerico è infatti possibile verificare la propria congruità e decidere, con il proprio consulente, come muoversi.

Se si risulta congrui non dovrebbero esserci problemi. La congruità non garantisce "l'immunità" da una verifica ma le probabilità che questa avvenga sono decisamente poche e legati quasi esclusivamente alla casualità.

Diversi gli scenari se si risulta non congrui con i parametri indicati dagli Studi di Settore.

Va ricordato che recenti sentenze hanno stabilito che non è possibile effettuare "d'ufficio" una verifica solo sulla base della non congruità, ma questo non vuole dire che l'Agenzia delle Entrate possa utilizzare la non congruità per "decidere" di andare a verificare.

Adeguarsi. Un contribuente non congruo, in fase di dichiarazione dei redditi, può decidere di adeguarsi, ovvero di pagare secondo il reddito presunto secondo i parametri dello studio di settore anche se in realtà non è stato raggiunto quel reddito.

Ravvedersi. Di fatto il contribuente non congruo paga le tasse sulla base del reale reddito dichiarato e poi, successivamente, decide di ravvedersi, ovvero pagare la differenza di quanto dichiarato con quanto dedotto dai parametri scaturiti dallo studio di settore "beneficiando così della riduzione delle sanzioni, graduata in ragione della tempestività delle correzioni". Si può decidere di ravvedersi anche una volta ricevuta l'eventuale "allert" del Fisco o a seguito di un controllo.

Aspettare l'eventuale controllo. Soluzione estrema può essere quella di decidere di dichiarare il proprio reddito, anche se non congruo, ed attendere eventuali (ma non certe) comunicazioni dall'Agenzia delle Entrate o un controllo in studio o in laboratorio. Nel primo caso il Fisco aprirà con il contribuente un "dialogo" volto a capire i motivi del reddito più basso rispetto ai parametri dello studio di settore.

Nel secondo caso, il controllo diretto, si risponderà direttamente ai quesiti di chi controlla dimostrando eventuali problemi nati nell'anno fiscale oggetto del controllo.

Le cause giustificative determinate da condizioni di marginalità economica sono molte.

Attenzione alla non coerenza. Si può essere congrui ai parametri risultanti dagli studi di settore ma non coerenti. Ovvero si denuncia di più di quanto, sempre secondo lo studio di settore, si poteva "produrre". Per il fisco, questo aspetto può essere una criticità che merita verifica in quanto potrebbe nascondere situazioni non chiare come ad esempio dipendenti in nero. Per il contribuente, la non coerenza è anche più difficile da gestire in quanto, in caso di verifica o contenzioso, si dovrà dimostrare i motivi e non ci sono possibilità di "ravvedersi".

Regime premiante ma non per tutti. L' Agenzia delle Entrate, con apposita circolare, ha ribadito che i lavoratori autonomi (nel nostro settore i dentisti e gli igienisti dentali) non possono accedere al cosiddetto "regime premiale" che prevede tra l'altro l'accorciamento dei termini di accertamento nonché l'impossibilità di operare i cosiddetti accertamenti sintetici basati sul numero di guanti, sugli aspirasaliva ed altro materiale di consumo utilizzato.

Le motivazioni in quanto lo studio "nel valorizzare le prestazioni rese non riesce ad accogliere a pieno i possibili casi di omessa fatturazione, i relativi studi, in attesa delle eventuali modifiche che potranno essere introdotte in fase di evoluzione degli stessi, non vengono interessati dal regime premiale in argomento per l'annualità 2014".

Questa affermazione dell' Ufficio a mio parere rende ancora più debole la validità degli studi per i professionisti in quanto è la stessa Agenzia che ne attesta la non corrispondenza ai ricavi conseguiti.

A cura di: Franco Merli, libero professionista e consulente fiscale ANDI Genova

Articoli correlati

Rimborsi in arrivo, scadenze e altri avvisi personalizzati. L’Agenzia comunica con i cittadini anche sull’App IO


Cambia il modello 730 precompilato, sarà utilizzabile anche dagli autonomi. Chi lo adotta potrebbe evitare verifiche ma mancano ancora chiarimenti. Già possibile verificarlo...


Avevano utilizzato un software che avrebbe dovuto nascondere la contabilità in nero. Sequestrai beni ad un’odontoiatra di Barletta ed a uno di Molfetta


L’Agenzia delle Entrate ha pubblicato una Circolare che rende operative le nuove regole introdotte dalla riforma fiscale


Entro quanti giorni si può emettere una fattura elettronica e come si applica l’imposta di bollo da 2 euro e quando si deve versare l’importo?


La ricerca scientifica legata alla rigenerazione ossea, e al controllo delle perimplantiti aumentano le indicazioni all'utilizzo degli impianti nella pratica quotidiana. Quali scelte affrontare? Come...


La gomma da masticare diventa amara in presenza di perimplantite. E' quanto emerge da una estesa ricerca paneuropea, che promette di realizzare presto un test di autodiagnosi per i pazienti portatori...


Stando alle anticipazioni sulla prossima legge finanziaria la tanto discussa IRAP, l'imposta regionale sulle attività produttive, potrebbe andare in pensione per essere sostituita dall'IRI...


State pensando di sostituire il vecchio riunito o di comprare il nuovo forno per ceramica oppure uno scanner o semplicemente cambiare computer e stampante? Farlo entro i prossimi 14 mesi potrebbe...


E' da sempre lo strumento più criticato ed odiato dai contribuenti mentre l'Erario lo considera indispensabile per la lotta all'evasione fiscale soprattutto in questi ultimi mesi dell'anno che...


Altri Articoli

Nuova puntata del podcast Dentechstry di IDI Evolution. Protagonisti di questa puntata, l’odontoiatra Gabriella Grassi e lo psicologo Feliciano Lizzadro. Il tema la medicina...


Immagine d'archivio

Dopo la sentenza del Tar era tornato il “concorsone”,  ma adesso i giudici del Consiglio di Stato hanno riabilitato il TolC test online. Cosa potrà cambiare?


Intervista con Karim Boussebaa, Executive Vice President and Managing Director, iTero Scanner and Services Business di Align Technology


La norma contenuta nel Decreto PNRR non convince il Sindacato Italiano Medici di Medicina Ambulatoriale e del Territorio (SIMMAT)


A poche settimane dalla scadenza per la re-iscrizione al Registro dei fabbricanti, una utile guida di ANTLO per capire e determinare la classe di rischio dei dispositivi fabbricati


Le tempistiche e le indicazioni per presentare domanda per essere iscritto nell’elenco presso i Tribunali. Ma chi è il CTU e quali le sue funzioni ed i suoi compiti?


Lo prevede il Decreto PNRR. L’assunzione sarà a discrezione delle Aziende e per fini didattici. Il contratto potrà essere prorogato fino alla acquisizione del titolo


8 relatori di fama internazionale, 8 moduli videoregistrati per un totale di 16 ore formative per valutare le varie scelte di come approcciare un caso mono e pluri-disciplinare in un corso unico di...


Sovente, direi sempre, le lotte sindacali contro le norme che impongono nuovi adempimenti si concentrano sulla burocrazia, sulle responsabilità, sull’opportunità, quasi mai sulle sanzioni. Forse...

di Norberto Maccagno


Sfogliando l’innovativo e importante strumento è possibile conoscere la gamma di prodotti offerta, ma anche approfondire gli aspetti clinici grazie alla presentazione di casi e...


Dall’evento SEPA le raccomandazioni sul ruolo di alcuni collutori nell'igiene orale, e nel trattamento della gengivite e nella prevenzione della parodontite


Cronaca     12 Aprile 2024

Abusivo scoperto a Ferrara

Finanza denuncia odontotecnico che curava pazienti in uno studio medico. Avviate le indagini per verificare gli eventuali reati fiscali


Rimborsi in arrivo, scadenze e altri avvisi personalizzati. L’Agenzia comunica con i cittadini anche sull’App IO


10 ore di aggiornato valido per l’assolvimento dell’obbligo annuale. Update circa la gestione delle attrezzature ed i macchinari presenti in uno studio odontoiatrico


 
 
 
 

Il Podcast
dell'Innovazione
Odontoiatrica

TUTTI GLI EPISODI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Iscriviti alla Newsletter

 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La lezione di storia dell’odontoiatria del prof. Guastamacchia

 
 
 
 
chiudi