HOME - Igiene e Prevenzione
 
 
09 Gennaio 2017

Rapporto tra l'attività antiocariogena dei dentifrici al fluoro e il tempo di spazzolamento e la quantità di dentifricio utilizzata

di Lara Figini


E' stato dimostrato ampiamente che spazzolare i denti regolarmente con un dentifricio contenente fluoro riduce l'insorgenza di carie dentale [Marinho V. 2003]. Il suo meccanismo d'azione è almeno duplice:
in primo luogo il fluoro può ridurre la demineralizzazione legandosi alla superficie dello smalto, che fluorato risulta essere meno acido-solubile rispetto allo smalto nativo, in secondo luogo, può promuovere la rimineralizzazione dello smalto già parzialmente demineralizzato. Il fluoruro

può essere veicolato nella cavità orale mediante il dentifricio in alte concentrazioni solo durante i brevi periodi di spazzolamento. Ci sono però anche dimostrazioni scientifiche che indicano che il fluoro viene trattenuto in parte anche dai tessuti molli orali e nella placca che fungono da serbatoi liberando lentamente il fluoro nella cavità orale anche diverse ore dopo lo spazzolamento, aumentando il suo effetto protettivo sullo smalto (Duckworth R. 1991).

Ma quanto la quantità di dentifricio utilizzato e il tempo di spazzolamento possono influenzare le attività benefiche per lo smalto dentale del fluoro?

In realtà in letteratura non sono molti gli studi che hanno indagato questi aspetti. Uno studio clinico randomizzato recente, pubblicato sul Journal of Dentistry di dicembre 2016 affronta questo argomento, analizzando l'influenza che la quantità di dentifricio e il tempo di spazzolamento hanno su :

- rimineralizzazione dello smalto, misurando il recupero di microdurezza superficiale (SMHR );

- assorbimento del fluoro da parte dello smalto ( EFU ) e

- smalto- resistenza agli acidi post-rimineralizzazione (NAR)

Gli autori hanno preso in considerazione 63 soggetti che portavano protesi parziali con superfici di smalto demineralizzato a contatto.

I pazienti dovevano spazzolare i denti due volte al giorno per due settimane, seguendo uno dei seguenti protocolli:

- Spazzolamento dei denti per 120 sec. con 1,5 g di dentifricio 1150 ppm F (come NaF);

- Spazzolamento dei denti per 45 s con 1,5 g di dentifricio 1150 ppm F (come NaF)

- Spazzolamento dei denti per 120 sec. con 0,5 g di questo dentifricio;

- Spazzolamento dei denti per 45 s con 0,5 g di questo dentifricio e

- Spazzolamento dei denti per 120 s con 1,5 g di 250 ppm F (NaF) dentifricio.

I risultati ottenuti dagli autori sono stati i seguenti:
Confrontando lo spazzolamento per 120 s contro quello per 45 s, SMHR e EFU sono aumentati del 20,0% e del 26,9% rispettivamente quando è stato utilizzato 1,5 g di dentifricio; e del 22,8% e del 19,9% rispettivamente, quando si è utilizzato 0,5 g di dentifricio.

Confrontando lo spazzolamento con 1,5 g contro quello con 0,5 g di dentifricio, SMHR e EFU

sono aumentati del 35,3% e del 51,3%, rispettivamente, lavando i denti per 120 s, e del 38,4% e 43,0%, rispettivamente, lavando i denti per 45 s. E' anche emerso che aumentando tempo di spazzolamento e quantità di dentifricio aumentava anche il valore di NAR.

In base a questo studio si può affermare che la durata del tempo di spazzolamento e la quantità di dentifricio sono in grado di influenzare in modo significativo l'efficacia anti-cariogena dei dentifrici al fluoro.

A cura di: Lara Figini, Coordinatore Scientifico Odontoiatria33

Bibliografia:

V.C.C. Marinho, J.P.T. Higgins, S. Logan, A. Sheiham, Fluoride toothpastes for preventing dental caries in children and adolescents, Cochrane Database Syst. Rev. (Issue 1) (2003)
CD002278.

R.M. Duckworth, S.N. Morgan, Oral fluoride retention after use of fluoride dentifrices, Caries Res. 25 (1991) 123-129.

Effect of toothbrushing duration and dentifrice quantity on enamel remineralisation: An in situ randomized clinical trial: J.E. Creeth, S.A. Kelly, C. González-Cabezasb, R. Karwal, E.A. Martinez-Mier, R.J.M. Lyncha, M.L. Bosmaa, D.T. Zero Journal of Dentistry 55 (2016) 61-67

Articoli correlati

Lo studio presenta casi clinici ed esegue una revisione esplorativa della letteratura riguardante le reazioni di ipersensibilità ai dentifrici

di Lara Figini


Gli autori hanno valutato l'effetto genotossico e citotossico dei dentifrici disponibili in commercio con i diversi agenti sbiancanti

di Lara Figini


Con l’odontoiatria tradizionale, ora si dice analogica, poteva capitare (o capita ancora) che il dentista mandasse l’impronta al laboratorio con la generica richiesta di realizzare un apparecchio...

di Norberto Maccagno


Cresce l’utilizzo del flusso digitale per le riabilitazioni protesiche, rimane centrale la figura del laboratorio odontotecnico. I dati di un sondaggio tra i lettori di Odontoiatria33


Durante il Dentistry Summit EDRA, abbiamo coinvolto il Segretario COI AIOG prof. Giuseppe Lo Giudice sul tema del ruolo delle società scientifiche nella formazione sui temi legati alla...


La linea a base di idrossiapatite offre una cura a 360 gradi, riparando le micro-fratture dello smalto


Il vetro fosfosilicato di calcio fluoruro è un nuovo componente bioattivo contenente fluoruro a bassa concentrazione; incorporato nei dentifrici  sembrerebbe aumentare la...

di Lara Figini


Grazie ai suoi prodotti innovativi l’azienda tutta italiana mira a rendere l’igiene orale un piacere per tutti


I prodotti della linea Biorepair® Plus sono a base di microRepair®, microparticelle attive di carbonato-idrossiapatite-zinco-sostituita simili per composizione a quelle...


La revisione mira a identificare le più efficaci strategie di profilassi per prevenire il manifestarsi delle white spot (WS) durante i trattamenti di ortodonzia fissa

di Lara Figini


agora-del-lunedi     20 Febbraio 2023

Il Fluoro per mia nipote

immagine di repertorio

“Luoghi comuni” contro evidenze scientifiche oppure giovani pediatri contro documentati nonni dentisti. Per capire di cosa parla il dott. Gagliani dovete leggere il suo Agorà del Lunedì

di Massimo Gagliani


Il portale “Dottoremaeveroche” offre, sul tema fluoro e prevenzione della carie, utili risposte che odontoiatri ed igienisti dentali possono utilizzare con i propri pazienti 


Altri Articoli

Andrea Piantoni

“Sono molto onorato e orgoglioso di poter assumere questo ruolo in IDI Evolution, che considero la mia famiglia, e di poter proseguire il percorso iniziato ormai diversi anni...


Attraverso il nuovo CCNL vengono definite formazione e mansoni. Per diventare CSO si dovrà frequentare un corso di 90 ore, potrà organizzarlo solo ANDI


Per la prof.ssa Nardi, la prevenzione ha un valore fondamentale che deve essere espresso a livello globale, sia in ambito pubblico che privato, per permettere a tutte le persone assistite degli...

di Prof.ssa Gianna Maria Nardi


Per la Società Italiana di Ortodonzia, alcune malocclusioni possono essere intercettate già a 5/6 anni, queste alcune indicazioni per i genitori


Pensato per persone con disabilità è una sorta di trackpad inserito in una mascherina trasparente posizionata nell’arcata superiore e realizzata con una stampante 3D 


47 gli odontoiatri denunciati, 5milioni di euro il valore dei beni sequestrati e 33 milioni di euro l’ammontare delle tasse non versate


Il dott. Migliano sulla sperimentazione in Lombardia del percorso di apprendistato per ASO e non solo


ANDI dettaglia gli aumenti salariali (indicativi) per i dipendenti degli studi odontoiatrici con l’entrata a regime del nuovo CCNL


L’applicazione si applica anche alle lavoratrici degli studi odontoiatrici con rapporti di lavoro dipendente a tempo indeterminato sia già instaurato che in via di instaurazione


Acquisire le conoscenze e le competenze idonee per riconoscere i segni e i sintomi caratteristici di tale condizione al fine di prevenire e/o attutirne le conseguenze


Immagine di repertorio

L’odontoiatra è titolare di studio, il padre lo “aiutava” curando i pazienti ma non aveva la laurea. Lo studio non era autorizzato, all’interno rivenuto un radiografico senza la...


Non si vive di sola burocrazia dicono i presidenti di AMOlp e  Andiamoinordine chiedendo alle Istituzioni di essere ascoltate e coinvolte su temi fondamentali per lo sviluppo e la sopravvivenza...


Diego Catania, Presidente dell’Ordine TSRM e PSTRP: “Siamo professioni intellettuali, la nostra autonomia non sia messa in dubbio”


Nella due giorni dei lavori a Catania focus sulla multidisciplinarietà dell’odontoiatria del domani e sull'odontoiatria di genere per aprire nuovi orizzonti di prevenzione e...


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Annuncio in Evidenza


12 Febbraio 2024
Vendo immobile adibito a studio odontoiatrico dal 1960

Vendita a Chiasso centro, in Svizzera, immobile adibito dal 1960 a studio odontoiatrico composto da quattro unità operative, con autorizzazione sanitaria. Per informazioni contattare Marzio Negrini: cell. whatsapp +393756589128

 
 

Iscriviti alla Newsletter

 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La lezione di storia dell’odontoiatria del prof. Guastamacchia

 
 
 
 
 
 
 
 
chiudi