HOME - Igiene e Prevenzione
 
 
27 Marzo 2012

Anestesia e igienisti: perché no?

di Viviana Cortesi Ardizzone, Irene Riccitelli Guarella


Perché gli igienisti italiani ancora non possono praticare l'anestesia locale, visto che in molti Stati europei e americani l'igienista è abilitato a farlo? Non mi capita spesso di trovarmi nelle condizioni di "dover" richiedere all'odontoiatra l'anestesia per un paziente parodontale sensibile, con particolare sensibilità dentinale o più semplicemente spaventato, ma, quando succede, ciò comporta tanto tempo perso per tutti, in quanto l'odontoiatra può non essere immediatamente disponibile!
L'unica alternativa sono gli anestetici topici sulle mucose o sottogengivali, più o meno efficaci e dal costo non propriamente vantaggioso, con il risultato che si lavora male e il paziente ne soffre. Ovviamente, se gli igienisti praticassero l'anestesia dovrebbero anche frequentare corsi di aggiornamento per approfondire quanto appreso durante il Corso di Laurea in tema di fisiologia della conduzione nervosa o di farmacocinetica e, come tutti i liberi professionisti, dovrebbero ottenere il consenso informato del paziente a questo tipo di intervento. Date queste premesse... perché no?
Lo abbiamo chiesto alla collega Irene Riccitelli Guarrella, Past Presidente AIDI, Past Tesoriere Europeo, ma soprattutto Past Presidente Europeo, da sempre esperta e scrupolosamente attenta alle leggi, alla loro applicazione e al loro rispetto e che con nostro grande rammarico ha deciso di lasciare l'AIDI. A lei tutto il nostro affetto e gratitudine per tutto quello che ha fatto per l'associazione e che ci ha risposto come segue.

Viviana Cortesi Ardizzone



Articoli correlati

In uno studio clinico, che verrà pubblicato sul Journal of Dentistry, gli autori hanno valutato le preferenze dei pazienti e riportato i livelli di ansia e disagio dei partecipanti...

di Lara Figini


In uno studio clinico, pubblicato sul Journal of Endodontics, gli autori hanno valutato l’effetto delle variabili anatomiche sulla percentuale di successo dell’anestesia nei molari mascellari...

di Lara Figini


In uno studio prospettico, randomizzato, in doppio cieco, pubblicato su Oral Surgery, gli autori hanno valutato lo stato cardiaco e le alterazioni cardiovascolari nei pazienti ipertesi durante le...

di Lara Figini


Spesso nei bambini le estrazioni plurime di denti decidui cariati richiedono l’esecuzione in anestesia generale (GA), principalmente per motivi legati alla gestione del piccolo...

di Lara Figini


Nei giorni scorsi a Verona, stando a quanto ha pubblicato la stampa locale, i genitori di una neonata nata morta avrebbero denunciato che la causa del decesso sarebbe da attribuire all’anestesia a...


Altri Articoli

Cronaca     29 Settembre 2022

A Roma al via l'Assemblea CAO

ECM, pubblicità sanitaria, l’odontoiatria digitale saranno molti degli argomenti su cui discuteranno i 106 presidenti delle Commissioni Albo Odontoiatri degli Ordini.


Quest’anno, oltre a sensibilizzare i cittadini verso la prevenzione si punta a porre l’attenzione sull’importanza della relazione odontoiatra-paziente


Maggiore integrazione tra medico di base, pediatre e dentista ma anche un maggiore rapporto tra pubblico e privato tra i temi toccati durante la presentazione del Mese della Prevenzione, Il video...


Il MUR definisce le nuove regole per accedere ai test di ammissione. Prof. Di Lenarda: novità significativa che dovrà essere valutata nella pratica dopo la pubblicazione dei decreti attuativi 


Gli errori da non fare, gli strumenti da utilizzare e come utilizzarli nelle considerazioni della prof.ssa Nardi che si sofferma sui livelli di attenzione dedicati alla gestione del paziente in...

di Prof.ssa Gianna Maria Nardi


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Canino incluso: la pianificazione digitale

 
 
 
 
 
 
 
 
chiudi