HOME - Igienisti Dentali
 
 
10 Novembre 2022

‘’Good practice’’ in terapia parodontale non chirurgica

La prof.ssa Nardi ricorda perché la personalizzazione del trattamento sia alla base di una buona pratica clinica ed indica una serie di attenzioni da seguire

di Prof.ssa Gianna Maria Nardi


L’evoluzione delle evidenze scientifiche guida gli approcci clinici e nel caso della Good Practice in terapia parodontale non chirurgica le parole chiave sono: cavo orale in eubiosi, mininvasività e tecnologie performanti che assicurino la risposta ai bisogni clinici  della persona assistita. 

La personalizzazione del trattamento clinico odontoiatrico è alla base della buona pratica clinica e le tecnologie avanzate devono agevolare la filosofia di approccio che definiamo tailor-made (Nardi et al. J Biomed 2016; 1:26-31). 

La scelta della tecnologia idonea per ogni quadro clinico è il primo obiettivo dell’approccio tailor-made, che porta il professionista all’attenta osservazione delle caratteristiche anatomiche, tissutali, presenza di eventuali patologie, caratteristiche della superficie da trattare (rif. Giulia.Fantozzi Gianna Maria Nardi Anatomia ergonomia e tecniche operative in terapia parodontale non chirurgica), permettendo delle operatività efficaci e minimamente invasive, e per questo condivise nella scelta con il paziente.

Interagire con il paziente per spiegare le caratteristiche degli strumenti utilizzati per le fasi operative è il valore aggiunto che determina una maggiore fidelizzazione e una forte percezione di qualità della prestazione erogata e dell'operatore. 

La Terapia Parodontale non Chirurgica è la procedura assolutamente indispensabile in un trattamento di decontaminazione del cavo orale, alla base di ogni terapia odontoiatrica in prevenzione primaria, secondaria e terziaria. La scelta di tecnologie sofisticate che assicurino efficienza ed efficacia nelle procedure di deplaquing e debridement parodontale  è un percorso obbligato per il professionista, che può scegliere di usare strumentazione dinamica o strumentazione manuale. 

La letteratura scientifica ha sottolineato quanto l'efficacia del debridment parodontale possa essere ottenuta implementando l'uso della strumentazione ultrasonica all'uso della strumentazione manuale, assicurando, grazie alle tecnologie innovative, performance che rispettino anche l'abbassamento dei rischi per la salute dell'operatore come la sindrome del tunnel carpale.

Gli strumenti manuali di ultima generazione hanno caratteristiche tali da rispondere a criteri che salvaguardino l'ergonomia: manici con diametro opportuno per una  buona presa e perfetto controllo dello strumento, la leggerezza, e soprattutto hanno il pregio di offrire  differenti e molteplici opportunità di scelta relativa  alla parte lavorante di scalers e curettes, (Harmony-Hu Friedy) in modo da assicurare l'efficacia del debridment parodontale anche in situazioni cliniche a anatomiche complesse. 

Anche nel caso della strumentazione ultrasonica la tecnologia permette agli operatori performance di efficienza per la terapia parodontale non chirurgica, con la grande opportunità di poter eseguire sia il deplaquing con polveri a differenti granulometrie, che il debridment avendo a disposizione differenti punte e può calibrare l'intensità degli ultrasuoni in modalità soft (Mectron ).
Tali caratteristiche permettono di poter scegliere gli strumenti opportuni per mantenere standar di qualità delle prestazioni ed assicurano maggior confort all'operatore ed alla persona assistita. Il confort del paziente durante l'operatività clinica deve essere assicurato per permettere che lo stesso possa ritornare con certezza agli indispensabili follow-up.  


Articoli correlati

Obiettivo del documento: aumentare la conoscenza e la consapevolezza delle future mamme sulla necessità di non trascurare l’igiene orale durante la gravidanza


Su Dica33 le indicazioni ai cittadini delle presidentesse AIDI, Abbinante e Agneta, che possono essere condivise anche ai vostri pazienti


Lo studio valuta l'intensità del dolore post-operatorio in seguito all’utilizzo di due sistemi di strumentazione canalare in denti asintomatici con polpa necrotica e lesioni...

di Lara Figini


La revisione sistematica ha esaminato la letteratura sul trattamento ortodontico eseguito in pazienti con parodontite aggressiva e cronica

di Lara Figini


Presentato il progetto di formazione itinerante “Gengive sane per salvare il sorriso”. Si comincia con corsi in 35 città italiane 


Concorso pubblico, per titoli ed esami per un posto a tempo parziale. Le domande dovranno essere inviate, online, entro il 14 aprile 2024


Di Marco: “non sussiste alcuna subordinazione dell’Igienista dentale rispetto all’Odontoiatra, bensì vi è una proficua e paritetica sinergia nell’interesse della...


La prof.ssa Nardi ricorda come il controllo delle patologie oro-dentali prima e durante la gravidanza migliori la qualità di vita della donna, diminuisce l’incidenza di patologie orali nel bambino...

di Prof.ssa Gianna Maria Nardi


Serve formazione ed umanità ricorda la prof. Nardi indicando i livelli di attenzione nei protocolli operativi. All'Università Sapienza di Roma un evento congressuale ed un Master dedicati

di Prof.ssa Gianna Maria Nardi


Altri Articoli

Sfogliando l’innovativo e importante strumento è possibile conoscere la gamma di prodotti offerta, ma anche approfondire gli aspetti clinici grazie alla presentazione di casi e...


Un approfondimento EFP evidenza perchè i più recenti purificatori d’aria interni dotati di filtri HEPA dovrebbero essere installati in studi dentistici, ed ambienti sanitari...


Rimborsi in arrivo, scadenze e altri avvisi personalizzati. L’Agenzia comunica con i cittadini anche sull’App IO


10 ore di aggiornato valido per l’assolvimento dell’obbligo annuale. Update circa la gestione delle attrezzature ed i macchinari presenti in uno studio odontoiatrico


Accompagnamento assistenziale odontoiatrico alla mamma per il periodo di gestazione e al bambino fino ad età scolare e oltre


Corso FAD EDRA da 5 moduli ECM per un totale di 25 ore formative, coordinatore scientifico il prof. Giovanni Maria Gaeta


Devono effettuarla le strutture sanitarie che incassano i compensi dovuti per conto del professionista a cui affittano l’area operativa


Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di un posto di ASO a tempo indeterminato. Le domande dovranno essere inviate entro il 5 maggio 2024


Le due Associazioni hanno promosso un webinar informativo con la senatrice Erika Stefani sulla legge sull’equo compenso evidenziando la necessità che l’attuale legge sia estesa anche ai rapporti...


Queste le regole per raccogliere il 60% dei crediti attraverso autoformazione, formazione individuale, tutoraggio e pubblicazione articoli scientifici


Cronaca     09 Aprile 2024

Endocrown, il nuovo libro EDRA

Già un best-seller il libro Di Spreafico. Chirico e Gagliani che approfondisce una nuova via per la ricostruzione dei denti trattati endodonticamente


Patent protagonista al "Forum for Innovation" durante il Congresso Nazionale SIdP 2024 portando studi indipendenti che dimostrano l’assenza di perimplantite a 9 e 12 anni


I contratti tra collaboratori odontoiatri ed igienisti dentali e titolari dello studio devono essere redatti a tutela di entrambi, ma quali sono le caratteristiche anche in...


Se ci fosse un indicatore per il cambiamento nella musica, questo finirebbe fuori scala se volesse misurare quanti e quali cambiamenti Miles Davis ha compiuto da quando,...

di Massimo Gagliani


 
 
 
 

Il Podcast
dell'Innovazione
Odontoiatrica

TUTTI GLI EPISODI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Iscriviti alla Newsletter

 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La lezione di storia dell’odontoiatria del prof. Guastamacchia

 
 
 
 
chiudi