HOME - Implantologia
 
 
25 Maggio 2022

Riabilitazione dell’arcata inferiore utilizzando il protocollo D.I.G.I.T. Caso Clinico

Il dott. Baruffaldi presenta un protocollo di chirurgia guidata per la riabilitazione di una arcata completa inferiore attraverso protesi fissa su impianti

di Alfonso Baruffaldi

Alfonso BaruffaldiAlfonso Baruffaldi

Nell’odontoiatria moderna hanno sempre più preso piede numerose tecnologie che permettono di rendere maggiormente predicibile il nostro flusso di lavoro. Nel caso specifico dell’implantologia, possiamo affidarci alle varie tecniche di chirurgia guidata che integrano un disegno CAD della protesi e la successiva progettazione della posizione implantare.

La realizzazione del caso qui presentato ha previsto una riabilitazione dell’arcata inferiore utilizzando il protocollo D.I.G.I.T. (Digitally Guided Implant Therapy, “A suggested protocol to increase the accuracy of prosthetic phases in case of full-arch model-free fully guided computer-aided implant placement and immediate loading”, di  A. Baruffaldi, M. Baruffaldi, C. Maiorana, P.P. Poli).   Tecnica approfondita nel libro Edra appena pubblicato Tecniche digitali in chirurgia e protesi implementare – Dal chair-side alla tecnica DIGIT-Skyn concept

Caso clinico
All’anamnesi remota la paziente, di 72 anni, riferiva unicamente un ipotiroidismo controllato in terapia. A livello dell’arcata superiore presentava una precedente riabilitazione su impianti realizzata da un collega, mentre inferiormente vi era una situazione di edentulia parziale con mobilità di secondo e terzo grado degli elementi residui.

Si è deciso quindi di optare per una bonifica degli elementi ormai compromessi e di procedere con una riabilitazione fissa su impianti.

Sulla base di un’impronta ottica e di una CBCT è stata realizzata una ceratura diagnostica virtuale usando come riferimento la dimensione verticale e l’occlusione della paziente che come si può osservare erano comunque conservate.

Sulla base della ceratura sono state pianificate le posizioni dei sei impianti che avrebbero supportato la protesi.

Per quanto riguarda il tipo di connessione protesica, è stata scelta la soluzione conometrica, accoppiando quindi per frizione i monconi implantari a coppette secondarie inglobate nella protesi.

Utilizzando quindi il wax-up virtuale e la pianificazione implantare, prima dell’intervento sono state prodotte:

  • guida di posizionamento dei pin intraossei guidata dai denti presenti in bocca al momento dell’intervento;
  • guida di posizionamento implantare che si accoppia alla guida dei pin;
  • protesi provvisoria in BioHPP che si accoppia alla guida dei pin.  

La combinazione tra la tecnica D.I.G.I.T. e la protesi conometrica ha molti vantaggi:

  • il flusso è realizzabile interamente in digitale e in modo guidato;
  • i vari componenti della tecnica consentono di ridurre al minimo le variabili, ottimizzando il posizionamento protesico già al termine dell’intervento chirurgico;
  • il sistema conometrico è di facile gestione, ha un’ottima versatilità dato che può essere utilizzato sia in elementi singoli che in riabilitazioni più estese, ed elimina alcuni problemi che possono avere altri sistemi come la protesi cementata o avvitata, considerando anche l’immediatezza con la quale può essere rimossa durante i controlli o le sedute di igiene.

Nelle immagini che seguono viene illustrato lo svolgimento del caso.



Figg. 1-4 Foto intraorali che mostrano l’elevato grado di compromissione parodontale degli elementi residui e la dimensione verticale che comunque è conservata


Fig. 5 Immagine radiografica della situazione iniziale


Fig. 6 Ceratura diagnostica virtuale basata sull’impronta ottica e sulla CBCT


Figg. 7-9 Componenti della mascherina chirurgica: la guida per il posizionamento dei pin, quella per l’inserimento degli impianti e, infine, la protesi provvisoria, la cui posizione è sempre guidata dagli attacchi a palla sulla mascherina di base


Figg. 10-13 Inserita la mascherina di base si procede con le estrazioni e con il posizionamento degli impianti seguiti dai monconi conometrici. Si esegue una rigenerazione vestibolare con biomateriali agli impianti del 4 quadrante, e si sceglie di non caricare l’impianto in zona 46 per motivi di insufficiente stabilità primaria


Figg. 14-16 Si ribassa la protesi provvisoria sulle cappette conometriche e, una volta rifinita e lucidata, questa viene inserita nel cavo orale della paziente e la conometria viene attivata


Fig. 17 La conservazione di un corretto rapporto occlusale è garantita dalla guida della mascherina con i pin, che permette di trasporre fedelmente nel cavo orale della paziente quanto progettato in precedenza


Figg. 18, 19 Guarigione a 6 mesi e confezionamento della protesi definitiva con flange ridotte nella zona distale per facilitare le manovre di igiene domiciliare, d’accordo con la paziente


Fig. 20 Ortopanoramica di controllo a 1 anno che mostra una buona stabilità dei livelli ossei

Articoli correlati

OT Equator è compatibile con tutte le piattaforme implantari ed è disponibile in otto altezze gengivali


Dal 21 al 23 marzo 2024, presso il Palazzo di Congressi di Rimini, si terrà il XXIII Congresso Nazionale della Società Italiana di Parodontologia e...


Citando uno studio coreano, il prof Gagliani ricorda a odontoiatri e igienisti dentali che il trattamento della perimplantite non deve essere considerata una singola procedura, ma un ciclo continuo...

di Massimo Gagliani


Nella puntata inaugurale del 2024 del Clinical Arena abbiamo deciso di affrontare una delle tematiche più richieste tra i nostri lettori ossia gli impianti in zirconio.Uno degli obiettivi della...

di Dino Re


Per la rubrica 20 Minutes Digital Workflow incontriamo la dott.ssa  Ioana Datcu per conoscere il suo approccio  alla cure mini invasive  grazie all’utilizzo delle  nuove tecnologie


Immagine di repertorio

Lo studio analizza la precisione di uno scanner intraorale (IOS - Medit i700) nel rilevamento di impronte di monconi dentali con preparazioni verticali a due diverse profondità...

di Lara Figini


Marco Ferrari

L’appuntamento del prossimo maggio, a Firenze, porrà al centro del suo dibattito il tema della sostenibilità declinata nei diversi aspetti: biologica, economica, ambientale e...


Si terrà dal 15 e 16 marzo 2024 a Riccione. Obiettivo: esplorare le frontiere emergenti della disciplina clinica e della ricerca ortodontica applicate alla protesi


Nella restaurativa diretta, prevalentemente per il trattamento del settore frontale, recentemente è stata introdotta una nuova metodica: La Injection Molding Technique, che...

di Dino Re


Immagine di repertorio

Tassi di successo e di sopravvivenza delle corone singole in metallo-ceramica a confronto con quelli dei restauri in resina composita applicati su denti devitalizzati con perni in...

di Lara Figini


Gli autori hanno confrontato l’accuratezza della posizione in 2D e 3D di quattro protocolli chirurgici implantari guidati utilizzando un’analisi delle deviazioni lineari e angolari

di Lara Figini


Obiettivi: Scopo del lavoro è presentare un nuova tecnica di rialzo di seno per via crestale durante un intervento di chirurgia implantare guidata utilizzando un set di frese disegnate per...


Altri Articoli

A Napoli operativa la clinica mobile, obiettivo: offrire un servizio territoriale di prevenzione e prima cura alle categorie più fragili della società, garantendo loro il...


Lunedì 22 aprile alle ore 9:00 il ministero della Salute organizza, con il supporto di Edra S.p.A., un incontro interamente dedicato al tema della salute femminile, in occasione della Giornata...


UNIDI ha realizzato una collettiva con 23 aziende italiane per promuovere l’eccellenza italiana e presentare l’innovazione per il settore del Made in Italy


Gli attuali 10mila pensionati liberi professionisti prendono, in media, poco più di 16mila euro l’anno, ma il dato medio è falsato, spiegano da ENPAM indicando come fare a conoscere l’importo...


In vista della Giornata nazionale della salute della donna, la prof.ssa Nardi riflette sulla medicina personalizzata al genere applicata alla salute orale

di Prof.ssa Gianna Maria Nardi


È stato nominato nel corso della recente Assemblea Generale dell'EFP. Espandere la leadership della Federazione, incentivare la formazione dei clinici,...


E’ possibile recuperare le ore mancanti e in attesa di recuperarle l’ASO può comunque essere assunto? Il parere di ANDI, IDEA e del SIASO 


La fotografia dall’indagine dell’Osservatorio Sanità di Unisalute: Un italiano su tre non fa una visita odontoiatrica o una seduta di igiene orale da oltre tre anni


Nuova puntata del podcast Dentechstry di IDI Evolution. Protagonisti di questa puntata, l’odontoiatra Gabriella Grassi e lo psicologo Feliciano Lizzadro. Il tema la medicina...


Immagine d'archivio

Dopo la sentenza del Tar era tornato il “concorsone”,  ma adesso i giudici del Consiglio di Stato hanno riabilitato il TolC test online. Cosa potrà cambiare?


Obiettivo: formare in real time i professionisti del dentale attraverso la realtà aumentata attraverso un'esperienza di apprendimento personalizzata con consulenze live a distanza


Tra abbuoni ed atre riduzioni, un odontoiatra che lo scorso triennio ha raccolgo almeno 120 crediti può assolvere l’obbligo formativo di questo triennio recuperando 46 crediti in tre anni, ecco...


La norma contenuta nel Decreto PNRR non convince il Sindacato Italiano Medici di Medicina Ambulatoriale e del Territorio (SIMMAT)


A poche settimane dalla scadenza per la re-iscrizione al Registro dei fabbricanti, una utile guida di ANTLO per capire e determinare la classe di rischio dei dispositivi fabbricati


 
 
 
 

Il Podcast
dell'Innovazione
Odontoiatrica

TUTTI GLI EPISODI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Iscriviti alla Newsletter

 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La lezione di storia dell’odontoiatria del prof. Guastamacchia

 
 
 
 
 
 
 
 
chiudi