HOME - Implantologia
 
 
28 Febbraio 2007

L’espansione ossea controllata in mandibola: due tecniche a confronto in osso D1-D2

di B. Assenza, *G. Bondioli


L’atrofia dei processi alveolari, conseguente alla perdita dei denti, è spesso un elemento che limita la possibilità di inserire impianti endossei e ne condiziona comunque il corretto posizionamento a causa degli assi di inserimento, che risultano vestibolarizzati o lingualizzati nell’intento di ricercare volumi ossei sufficienti.
In questo lavoro, 8 pazienti che presentavano un rilevante assottigliamento delle creste ossee mandibolari sono stati selezionati per il trattamento della separazione delle corticali e la successiva espansione, mediante l’impiego di espansori conici progressivi da inserire per avvitamento fra le corticali, allo scopo di ottenere le condizioni sufficienti per l’inserimento delle fixture.
I pazienti sono stati suddivisi in due gruppi, sui quali l’espansione e l’inserimento degli impianti sono avvenuti con due modalità diverse per i tempi nei quali l’iter si è sviluppato.
Tutti i pazienti hanno conseguito apprezzabili guadagni ossei che hanno permesso la collocazione ottimale degli impianti, tutti perfettamente osteointegrati e funzionalizzati senza complicanze.
I risultati clinici portano alla conclusione che la tecnica di separazione ed espansione delle corticali, eseguita con espansori conici progressivi, sembra permettere una buona predicibilità anche in osso di tipo D1-D2, dovuta alle particolari incisioni osteotomiche, oltre a un approccio più controllabile da parte del chirurgo e a un minor rischio di complicanze e fratture indesiderate.

Controlled bony expansion of D1-D2 density lower jaw: a comparison of two techniques
The Authors report eight cases where a severe resorption and thinning of mandibular bony ridge occurred. The patients were divided in two groups. A bone expansion was performed in one or two surgical times by using cortical separation and screwing progressive conical expanders, followed by the insertion of implant fixtures.
A good implant insertion, an excellent osteointegration and an adequate functional integration were obtained. The best results of bone expansion were obtained with the two-step surgery. The above mentioned technique seems to assure predictable results even in a D1-D2 density type bone.

Qualifiche Autori:
Libero professionista - Milano
*Libero professionista - Arese (NO)



Altri Articoli

Andrea Piantoni

“Sono molto onorato e orgoglioso di poter assumere questo ruolo in IDI Evolution, che considero la mia famiglia, e di poter proseguire il percorso iniziato ormai diversi anni...


Attraverso il nuovo CCNL vengono definite formazione e mansoni. Per diventare CSO si dovrà frequentare un corso di 90 ore, potrà organizzarlo solo ANDI


Per la prof.ssa Nardi, la prevenzione ha un valore fondamentale che deve essere espresso a livello globale, sia in ambito pubblico che privato, per permettere a tutte le persone assistite degli...

di Prof.ssa Gianna Maria Nardi


Per la Società Italiana di Ortodonzia, alcune malocclusioni possono essere intercettate già a 5/6 anni, queste alcune indicazioni per i genitori


Pensato per persone con disabilità è una sorta di trackpad inserito in una mascherina trasparente posizionata nell’arcata superiore e realizzata con una stampante 3D 


47 gli odontoiatri denunciati, 5milioni di euro il valore dei beni sequestrati e 33 milioni di euro l’ammontare delle tasse non versate


Il dott. Migliano sulla sperimentazione in Lombardia del percorso di apprendistato per ASO e non solo


ANDI dettaglia gli aumenti salariali (indicativi) per i dipendenti degli studi odontoiatrici con l’entrata a regime del nuovo CCNL


L’applicazione si applica anche alle lavoratrici degli studi odontoiatrici con rapporti di lavoro dipendente a tempo indeterminato sia già instaurato che in via di instaurazione


Acquisire le conoscenze e le competenze idonee per riconoscere i segni e i sintomi caratteristici di tale condizione al fine di prevenire e/o attutirne le conseguenze


Immagine di repertorio

L’odontoiatra è titolare di studio, il padre lo “aiutava” curando i pazienti ma non aveva la laurea. Lo studio non era autorizzato, all’interno rivenuto un radiografico senza la...


Non si vive di sola burocrazia dicono i presidenti di AMOlp e  Andiamoinordine chiedendo alle Istituzioni di essere ascoltate e coinvolte su temi fondamentali per lo sviluppo e la sopravvivenza...


Diego Catania, Presidente dell’Ordine TSRM e PSTRP: “Siamo professioni intellettuali, la nostra autonomia non sia messa in dubbio”


Nella due giorni dei lavori a Catania focus sulla multidisciplinarietà dell’odontoiatria del domani e sull'odontoiatria di genere per aprire nuovi orizzonti di prevenzione e...


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Annuncio in Evidenza


12 Febbraio 2024
Vendo immobile adibito a studio odontoiatrico dal 1960

Vendita a Chiasso centro, in Svizzera, immobile adibito dal 1960 a studio odontoiatrico composto da quattro unità operative, con autorizzazione sanitaria. Per informazioni contattare Marzio Negrini: cell. whatsapp +393756589128

 
 

Iscriviti alla Newsletter

 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La lezione di storia dell’odontoiatria del prof. Guastamacchia

 
 
 
 
 
 
 
 
chiudi