HOME - Inchieste
 
 
23 Luglio 2015

Le scelte in tema di igiene orale dei pazienti senior. A guidarli nell'acquisto degli strumenti sono i dentisti ma non la pubblicità


Concludiamo l'analisi del primo Rapporto Senior e salute realizzato da Federanziani analizzando proprio la parte che riguarda l'igiene orale aiutati dal commento della dott.ssa Lilia Bortolotti, odontoiatra uno dei maggiori esperti di protesi mobile e della dott.ssa Beatrice Carli Moretti di GSK.

Senior ed igiene orale

Solo il 10,6% degli anziani partecipanti al sondaggio ha dichiarato di lavare i denti ogni volta che mangia: circa il 22% degli anziani del Nord lava i denti dopo ogni pasto, il 9,5% al Centro l'8,4% al Sud.
Per quanto riguarda gli strumenti utilizzati, più dell'83% degli intervistati ricorre allo spazzolino manuale classico, il 12,6% quello elettrico. Il 63% di chi utilizza quello classico lo sceglie a setole medie, il17,4% ricorre allo spazzolino a setole morbide.

La scelta della tipologia di spazzolino da utilizzare avviene per quasi il 30% sulla base delle caratteristiche specifiche dello spazzolino e per circa il 28% seguendo le indicazioni ricevute dal proprio dentista e crediamo anche dall'igienista dentale (ma nella ricerca non è menzionato). Una fetta significativa (13,4%), spiegano da Federanziani, si fa guidare dalla presenza di promozioni in corso. La pubblicità ha condizionato la scelta solo del 5% del campione, in particolare si tratta per oltre l'80% di senior che utilizzano lo spazzolino manuale.
Lo spazzolino viene sostituito per il 41% degli intervistati ogni 2 mesi, quasi il 27% lo sostituisce ogni tre mesi mentre il 12% lo sostituisce dopo averlo utilizzato tra i quattro ed i sei mesi.

Per quanto riguarda la scelta del dentifricio il 58% dei senior ha dichiarato di utilizzarne uno con caratteristiche adatte ai suoi denti/gengive. Nello specifico il 32% ha dichiarato di utilizzare dentifricio al fluoro/anticarie, il 21% quello antiplacca e il 19% quello per gengive sensibili.
I più attenti alle specifiche del dentifricio sono i residenti al Sud (65%) seguiti da quelli del Nord (62%) mentre quelli residenti al Centro il 43%.

Per quanto riguarda gli altri ausili per l'igiene orale il collutorio è utilizzato, spesso, dal 35%, poco, dal 10%, il filo interdentale è impiegato -spesso- da quasi il 19% mentre -sempre- da poco meno dell'8%. Quasi il 53% non ricorre mai allo scovolino. La scelta del prodotto avviene sulla base del consigli del dentista per il 30% degli intervistati.

Per quanto riguarda la pulizia dei dispositivi protesici, il 52% dei portatori di protesi mobile ha dichiarato di utilizzare prodotti specifici, in prevalenza pastiglie, il 23% effettua una pulizia basata su dentifricio e spazzolino, il 9% impiega il bicarbonato o altri prodotti naturali.

Commenti

"La ricerca effettuata da Federanziani -commenta Beatrice Carli Moretti Head of Communications GSK- conferma la forte influenza dei dentisti e degli igienisti dentali sui pazienti, e dimostra di quanta fiducia essi godano presso i pazienti, tanto da influenzarne anche il comportamento d'acquisto (il 27,8% del campione sceglie lo spazzolino in base al consiglio del dentista, il 31% sceglie il dentifricio allo stesso modo, il 29% sceglie in generale i prodotti in base alle sue indicazioni).

Questi dati sono in linea con quanto rilevato da altre ricerche sulla relazione dentista-paziente , ad esempio quella che abbiamo presentato durante l'ultimo congresso degli Amici di Brugg di Rimini .

Tali conferme evidenziano l'importanza del dialogo tra dentista e paziente. Soprattutto in presenza di problemi delicati che portano una persona a confrontarsi con apparecchi che cambiano il proprio stile di vita, come una protesi dentale, è importante che il dentista possegga le informazioni e l'approccio necessario a migliorare questo rapporto. Fine ultimo è facilitare la comprensione reciproca: da una parte il dentista per agevolare il suo lavoro quotidiano e fidelizzare i propri pazienti, dall'altra per il paziente che ha bisogno di potersi fidare del proprio medico, di sentirsi libero di fare domande ed ottenere risposte esaurienti.
D'altra parte, i dati sulla spesa annuale che il target senior sostiene per la propria salute orale sembrano anche richiedere implicitamente che la relazione sia davvero produttiva in termini di informazioni e di conseguenti comportamenti corretti (oltre un terzo del campione spende più di 300€ l'anno).
GSK si impegna su entrambi i fronti per garantire un miglioramento delle condizioni di vita dei portatori di protesi dentali garantendo prodotti science-based che cercano di andare incontro alle esigenze del consumatore e un'informazione esaustiva, dall'altro aiutando i dentisti a capire i bisogni dei propri pazienti per una comunicazione sempre proficua ed efficace".

Dubbi sulla ricerca arrivano dalla dott.ssa Lilia Bortolotti, odontoiatria libero professionista e tra i massimi esperti di protesi rimovibile.
"Probabilmente l'impressione è per via dei termini utilizzati, soprattutto sulla tipologia di protesi utilizzate (quali sono le dentiere fisse?), che non fanno capire realmente il quadro di riferimento. Scorretto i dati ho trovato curiosi si sia voluto abbinare l'utilizzo di protesi con quello di apparecchi ortodontici in una ricerca rivolta ad una popolazione di over '60.
Le mie percezioni di libero professionista, quelle che avverto giornalmente stando a contatto con i miei pazienti, non collimano con quanto emerso dalla ricerca. Per esempio lo spazzolino elettrico viene usato nei senior molto meno di quanto risulta dalla ricerca, stessa cosa per il filo interdentale.
Ritengo che nella compilazione di queste statistiche ci sia bisogno anche di un "addetto ai lavori" odontoiatra, altrimenti si rischia che nella confusione delle terminologie ci siano poi errate interpretazioni dei risultati".

Sull'argomento leggi anche:

16 Luglio 2015: Gli over '60 si rivolgono al dentista privato ma spendono meno di 300 euro. Controlli, detartrasi e revisione della protesi le prestazioni più richieste

17 Luglio 2015: Over '60 e dispositivi protesici. Quali sono stati applicati, quanto hanno speso, come li mantengono efficienti

Articoli correlati

La conoscenza del corretto utilizzo del ciuccio permette ai professionisti di fornire raccomandazioni ai genitori dei propri pazienti con l’obiettivo di sfruttarne gli effetti...


Una ricerca italiana presenta un nuovo protocollo clinico chiamato Choral Kids basato su un approccio logopedico e miofunzionale applicato mediante lezioni di canto impartite a bambini


La carie della prima infanzia (ECC) è definita come la carie dentale che si sviluppa precocemente nei bambini di età inferiore ai 6 anni e le si riconosce avere un effetto negativo...


L'erosione dentale sta diventando un fenomeno irreversibile sempre più prevalente nella dentizione primaria. Consiste nel processo di perdita di tessuto dentale, non dovuto alla carie, che...


Continuiamo ad analizzare il Rapporto di Federanziani sulle abitudini in tema di prevenzione e cure odontoiatriche degli over '60. Questa volta analizziamo i dati che hanno cercato di approfondire il...


Valutazione dei costi e dello stato nutrizionale derivante della riabilitazione ad arcata dentale ridotta (SDA) come alternativa alla riabilitazione protesica convenzionale con...

di Lara Figini


Le abitudini dei senior sull’igiene orale secondo il report di FederAnziani. Di Marco: la prevenzione va insegnata e calibrata per ogni fascia di età, si deve coinvolgere l’Igienista...


Presentati al Ministero della Salute i risultati del “II Rapporto su Senior e Odontoiatria”. Per FederAnziani: “subito un piano per l’odontoiatria sociale”


Con una popolazione sempre più vecchia e sempre meno disposta a spendere per le cure dentarie, si dovrà parametrare i criteri di cura, dice il prof. Gagliani nel suo Agorà del Lunedì 


In una revisione sistematica, pubblicata sul Journal of Dentistry, gli autori hanno fornito una panoramica delle attuali evidenze sulle associazioni tra le condizioni di salute generale, le...

di Lara Figini


Il rischio di sviluppare una sensibilità moderata o grave è 4 volte superiore nel gruppo placebo: lo studio pubblicato su JADA di aprile


Lo studio approfondisce gli effetti degli interventi per ottenere la cessazione dal fumare, compresa la consulenza e la farmacoterapia, sui parametri parodontali e gengivali nei...

di Lara Figini


Altri Articoli

Sesta puntata del podcast Dentechstry di IDI Evolution dedicata all’innovazione tecnologica e come sta modificando, in meglio, le cure odontoiatriche ma anche il rapporto con il paziente....


L’odontoiatra Dario Tamburrano torna a Strasburgo. Aveva seguito le politiche energetiche e le questioni inerenti i dispositivi medici ed in particolare la stampa 3D


Le considerazioni ed i consigli del prof. Antonio Pelliccia che ricorda che il prezzo non lo si determina solo guardando i conti ed indica 5 aspetti base da considerare


Il contributo previdenziale del 4 per cento a carico degli specialisti esterni è pienamene legittimo, e le società accreditate con il Servizio sanitario nazionale hanno l’obbligo di versarlo...


Il Premio è stato istituito nel 2021 con l'obiettivo di promuovere la ricerca in Europa e nel mondo. Inviate le vostre proposte originali in tema “salute delle gengive”...


Secondo uno studio commissionato dall'ADF, le malattie parodontali associate alle patologie correlate provocano un costo sanitario che sfiora il miliardo di euro


Un evento per celebrare i 20 anni di attività, ripercorrere quanto fatto e guardare ai progetti futuri


La recente norma sulla neutralità fiscale le rende ancora più convenienti per aggregarsi. Il presidente CAO Roma ci spiega cosa sono e perché possono essere un ottimo strumento...


Incontro con la dott.ssa Barbara Sabiu: “Si deve considerare il flusso di lavoro nel suo insieme dove concorrono tutti i componenti del Team odontoiatrico ed i pazienti”


Bquadro Astidental consolida la sua leadership nel settore dentale aumentando il livello dei servizi da offrire ai propri clienti


Alla vigilia del Congresso dei Docenti abbiamo intervistato il presidente prof. Roberto Di Lenarda.Tra i temi toccati anche l’odontoiatria pubblica ed i test di ammissione ai corsi di laurea


La notizia è stata ripresa, con l'enfasi della rivoluzione, anche dai più importanti giornali e TG generalisti, anche dal sito della Gazzetta dello Sport, con questo titolo (questo quello del...

di Massimo Gagliani


Imminente il Summit sulla Sostenibilità in Odontoiatria della FDI World Dental Federation, che si terrà a giugno. Contestualmente si terrà il Contest per la Sostenibilità FDI...


La prof.ssa Nardi indica l’importante ruolo degli operatori sanitari di facilitare e permettere alla persona assistita di adattarsi ed autogestire sfide sociali, fisiche ed...

di Prof.ssa Gianna Maria Nardi


 
 
 
 

Il Podcast
dell'Innovazione
Odontoiatrica

TUTTI GLI EPISODI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Iscriviti alla Newsletter

 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La lezione di storia dell’odontoiatria del prof. Guastamacchia

 
 
 
 
chiudi