HOME - Interviste
 
 
04 Maggio 2016

Ritardi per la Legge contro gli abusivi. On. Pagano: abbiamo dovuto lavorare su altro ed il provvedimento è osteggiato da alcune professioni


I cittadini ma anche i professionisti vanno tutelati e per farlo si deve migliorare la legge. A dirlo è l'On. Alessandro Pagano (nella foto) -parlamentare di Area Popolare, Relatore in Commissione Giustizia alla Camera del Ddl Marinello sul contrasto dell'esercizio abusivo di una professione- durante il Convengo organizzato dall'ANTLO "La questione odontotecnica oggi".

Ddl fermo da oltre due anni in Commissione Giustizia della Camera che dovrebbe, stando a quanto l'On. Pagnano ha detto ad Odontoaitria33 a margine del convegno, approdare in Aula tra circa due mesi.

Come mai serve tutto questo tempo per discutere una proposta di legge che è già stata approvata da un ramo del Parlamento?

"Perché non è una proposta del Governo", taglia corto l'On. Pagano. "Governo che non ha avuto interesse di farla propria. Se non ci fosse stato un processo dal basso, se non fosse stata un'iniziativa parlamentare, questa legge non sarebbe mai uscita".

Quando gli facciamo notare, però, che il provvedimento è stato discusso pochissime volte in questi due anni, l'On. Pagano ci spiega che "le questioni sulla giustizia per questo Governo sono sempre una emergenza", e così la commissione è stata impegnata su più fronti in questi anni.

"Sulla questione unioni civili siamo stati inchiodati per sei mesi in Commissione Giustizia nonostante l'argomento non mi sembra fosse una priorità per i cittadini. Potrei portarle altri trenta esempi del genere per risponderle al perché ci state impiegando più due anni per licenziare il provvedimento. Evidentemente il Governo ha altre priorità".

Altro aspetto da non sottovalutare nel giudicare i tempi con cui è stata tratta la discussione del provvedimento sono probabilmente anche fattori esterni che vorrebbero che il provvedimento non passasse. Sbagliamo?

"Perché mi fa domande cattive", ci rimprovera l'On. Pagano ammettendo che "ci sono professioni che certamente non amano questo provvedimento", ma ricorda come tra i sostenitori vi siano le professioni sanitarie.

E quando gli chiediamo se non fosse stato meglio, per evitare proprio l'ostruzionismo delle altre professioni, prevedere una norma specifica per l'esercizio abusivo di una professione sanitaria ci ricorda come con il "senno di poi poteva essere una soluzione possibile".

Onorevole Pagano che vuole ricordare come la norma sull'abusivismo contenuta nel Ddl Lorenzin non sia un doppione del Ddl Marinello, in quanto va ad integrare la norma prevedendo un ulteriore aggravio delle pene per chi esercita abusivamente una professione sanitaria. "Un buon disegno di legge coerente con l'impostazione che abbiamo dato al Ddl".

Per quanto riguarda gli emendamenti presentati l'On. Pagano ci spiega che il Governo ha dato parere conforme a quello che punta a sanzionare il prestanome con la reclusione da 6mesi a due anni, con la multa da 10mila a 50 mila euro e l'interdizione, automatica, dalla professione da 1 a 3 anni.

Si attenderà invece il parere del Ministro della Salute sull'emendamento 4.07 ovvero quello che prevede l'ingresso per almeno due terzi nel capitale sociale delle società operanti nel settore odontoiatrico oltre ad imporre regole e responsabilità più stringenti per il direttore sanitario. L'On. Pagano ritiene che questo non sia "perfettamente pertinente con il provvedimento in questione" e proporrà una riformulazione in questi termini:

"Ogni società operante nel settore odontoiatrico deve nominare un direttore sanitario iscritto all'albo degli odontoiatri da almeno 7 anni, che avrà la responsabilità del centro operativo a lui assegnato e che opererà in via esclusiva non potendo cumulare medesimi incarichi. Resta fermo che l'esercizio dell'attività odontoiatrica è consentito esclusivamente a soggetti in possesso dei titoli abilitanti di cui alla legge 24 luglio 1985, n. 409 che prestano la propria attività come liberi professionisti ovvero all'interno di società operanti nel settore odontoiatrico in cui il direttore sanitario abbia i requisiti sopra indicati".

Norberto Maccagno

Articoli correlati

Dopo mesi di attesa, la Commissione Giustizia della Camera è tronata -martedì 5 luglio- ad esaminare il testo del DDL Marinello già approvato al Senato. In discussione gli...


Ieri Mercoledì 20 Gennaio, doveva essere la data in cui la Commissione Giustizia della Camera riprendeva la discussione del testo del Ddl Marinello sull'abusivismo professionale, cominciando...


Incontri istituzionali per ANTLO che ieri 28 Ottobre ha incontrato alla Camera l'On. Alessandro Pagano, relatore del Ddl sull'abusivismo professionale, provvedimento fermo da tempo in Commissione...


Di Marco: lavoreremo su tanti temi per l’evoluzione della professione di igienista dentale insieme alle altre professioni sanitarie. Premio alla carriera per la prof.ssa Nardi


Chi deve istallarlo, quali le soluzioni da adottare e le limitazioni tecniche. Maurizio Quaranta ci aiuta a capire 


I dubbi e le considerazioni di Maurizio Quaranta: Stabilite le sanzioni ora partiranno i controlli? I verificatori saranno in grado di verificare la presenza del separatore di amalgama? E come?


Via libera dal Consiglio dei Ministri alla disciplina sanzionatoria: fino a 100 mila euro per l’odontoiatra che non rispetta il regolamento sull’utilizzo del mercurio


Per il prof. Mangani l’amalgama non ha più senso di essere utilizzata perché esistono validissime alternative. Ecco quali e perchè


Giovanni Zucchelli

Intervista a Giovanni Zucchelli, Presidente dell’Italian Academy of Osseointegration, alla vigilia del Congresso Internazionale IAO “The nightmare of perimplant papilla” in...


Alcune confezioni di farmaci scaduti, "dimenticate" al fondo di un cassetto hanno causato la denuncia penale per un dentista. A rinvenire le confezioni erano stati i NAS che avevano denunciato il...


Obiettivi. Lo scopo del presente studio è stato di comparare, in vitro e in vivo, la ritenzione allo smalto e il grado di infiltrazione di un moderno sigillante di tipo automordenzante con un...


Tra le preoccupazioni, reali o annunciate, del settore dentale vi è quella dell’invasione dell’Italia da parte dei dentisti comunitari. Già qualche tempo fa il GdO si era occupato del tema...


Altri Articoli

Un Decreto del Presidente della Repubblica accoglie il ricorso CAO, ANDI, AIO contro l’autorizzazione sanitaria concessa in Friuli ad uno studio di igiene dentale


Andrea Piantoni

“Sono molto onorato e orgoglioso di poter assumere questo ruolo in IDI Evolution, che considero la mia famiglia, e di poter proseguire il percorso iniziato ormai diversi anni...


Attraverso il nuovo CCNL vengono definite formazione e mansoni. Per diventare CSO si dovrà frequentare un corso di 90 ore, potrà organizzarlo solo ANDI


Per la prof.ssa Nardi, la prevenzione ha un valore fondamentale che deve essere espresso a livello globale, sia in ambito pubblico che privato, per permettere a tutte le persone assistite degli...

di Prof.ssa Gianna Maria Nardi


Per la Società Italiana di Ortodonzia, alcune malocclusioni possono essere intercettate già a 5/6 anni, queste alcune indicazioni per i genitori


Pensato per persone con disabilità è una sorta di trackpad inserito in una mascherina trasparente posizionata nell’arcata superiore e realizzata con una stampante 3D 


47 gli odontoiatri denunciati, 5milioni di euro il valore dei beni sequestrati e 33 milioni di euro l’ammontare delle tasse non versate


Il dott. Migliano sulla sperimentazione in Lombardia del percorso di apprendistato per ASO e non solo


ANDI dettaglia gli aumenti salariali (indicativi) per i dipendenti degli studi odontoiatrici con l’entrata a regime del nuovo CCNL


L’applicazione si applica anche alle lavoratrici degli studi odontoiatrici con rapporti di lavoro dipendente a tempo indeterminato sia già instaurato che in via di instaurazione


Acquisire le conoscenze e le competenze idonee per riconoscere i segni e i sintomi caratteristici di tale condizione al fine di prevenire e/o attutirne le conseguenze


Immagine di repertorio

L’odontoiatra è titolare di studio, il padre lo “aiutava” curando i pazienti ma non aveva la laurea. Lo studio non era autorizzato, all’interno rivenuto un radiografico senza la...


Se ne deve parlare per evitare d’innestare un circolo vizioso che penalizza studi e pazienti scrive il prof. Gagliani indicando nelle tecnologie uno dei possibili strumenti che possono aiutare...

di Massimo Gagliani


Diego Catania, Presidente dell’Ordine TSRM e PSTRP: “Siamo professioni intellettuali, la nostra autonomia non sia messa in dubbio”


Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Annuncio in Evidenza


12 Febbraio 2024
Vendo immobile adibito a studio odontoiatrico dal 1960

Vendita a Chiasso centro, in Svizzera, immobile adibito dal 1960 a studio odontoiatrico composto da quattro unità operative, con autorizzazione sanitaria. Per informazioni contattare Marzio Negrini: cell. whatsapp +393756589128

 
 

Iscriviti alla Newsletter

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La lezione di storia dell’odontoiatria del prof. Guastamacchia

 
 
 
 
chiudi