HOME - Interviste
 
 
08 Gennaio 2020

La sedazione cosciente nello studio odontoiatrico

Intervista con il prof. Paolo Tonelli sui vantaggi e le implicazioni odontoiatriche di una pratica clinica che non deve essere considerata alternativa all’anestesia


Trattare l’ansia ed evitare il dolore al paziente è da sempre una “attenzione” fondamentale per l’odontoiatra, specialmente nella fase chirurgica, oltre che un diritto per il paziente.

Con il prof. Paolo Tonelli (nella foto), Direttore del corso post laurea in Sedazione cosciente ed emergenza odontoiatrica dell’Università di Firenze, abbiamo cercato di fare il punto sul tema. 

Prof. Tonelli, spesso si associa la sedazione cosciente con lo strumento per "calmare" il paziente. Per quali interventi può essere in alternativa all'anestesia?

La sedazione cosciente non è un'alternativa all'anestesia locale piuttosto uno strumento da associare al controllo del dolore intraoperatorio ottenuto con un'anestesia locale efficace. La scelta di applicare le tecniche di sedazione cosciente odontoiatrica muove da una precisa valutazione clinica personalizzata sul singolo paziente e sullo specifico piano di cure odontoiatrico. La sedazione cosciente odontoiatrica, detta ansiolisi, garantisce la possibilità di ottenere elevati livelli di tranquillità nei pazienti ansiosi e odontofobici ma anche di aumentare la sicurezza e il benessere in tutti i casi in cui sia preferibile evitare lo stress operatorio al paziente, permettendo un'esperienza piacevole e positiva anche in procedure lunghe o invasive. L'odontoiatra sedazionista è dunque un medico laureato in Odontoiatria, quindi competente nelle patologie del cavo orale, che ha come vocazione deontologica la salute della persona. Come specialista della salute del cavo orale il medico odontoiatra di oggi è colui che sposa un'idea di salute non come assenza di patologia, ma come uno stato di equilibrio della persona. 

Quali sono i vantaggi?

Il paziente ha diritto a ricevere cure prive di ansia e dolore: muovendo da questo assunto etico sono molti i benefici di questo approccio. L'accesso alle cure odontoiatriche di successo anche in soggetti ansiosi o che provano un certo disagio nell'affrontare le cure odontoiatriche, la soddisfazione e il benessere del paziente, la maggiore sicurezza e tranquillità nelle procedure e una aumentata compliance alle terapie sono alcuni dei vantaggi che derivano dal controllo di ansia e dolore secondo un approccio olistico che, è bene sottolineare, inizia fin dalla prima visita e prosegue nel postoperatorio. Inoltre il clima di benessere e sicurezza coinvolge l'operatore e il suo team di studio alimentando un ambiente di lavoro sereno e tranquillo per tutti. 

Ci sono delle implicazioni normative, chi può effettuarla?

Il medico odontoiatra è tenuto ad perseguire il controllo di ansia e dolore del paziente durante tutte le procedure. La complessità dell'approccio sedazionista richiede che l'odontoiatra dedichi tempo ad apprendere queste tecniche in corsi specialistici che diano strumenti culturali e tecnico-scientifici nonché descrivano i limiti come in ogni ambito della medicina. A tal proposito il nostro Corso dedicherà un incontro anche agli aspetti normativi e medico legali di questa branca dell'odontoiatria sempre più richiesta. 

Può essere utilizzata su tutti i pazienti? Quali i rischi?

Il target di queste procedure sono tutti quei pazienti che provano disagi nel sottoporsi a cure odontoiatriche pur godendo di buona salute o con problematiche di salute generale adeguatamente compensate in cui la seduta odontoiatrica rapprensenta un evento capace di generare forti stess psico- fisici. Queste procedure diminuiscono i rischi del paziente e ne aumentano la sicurezza: è noto come siano il mancato controllo di ansia, stress e dolore cause scatenanti della maggioranza degli eventi avversi verificabili nello studio odontoiatrico. L'ansiolisi può essere raggiunta tramite l’impiego di tecniche non farmacologiche (comportamentali o di iatrosedazione) o farmacologiche (protossido d’azoto o benzodiazepine) specifiche per l’odontoiatria che garantiscono sempre il mantenimento della coscienza e, perciò, dei riflessi di protezione delle vie aeree, del respiro spontaneo e della stabilità emodinamica del paziente in termini di frequenza cardiaca e pressione arteriosa. 

Tra i temi approfonditi durante il vostro master, anche quello delle emergenze in odontoiatria, quali in particolare?

Come in molti ambiti della medicina anche quello dell'emergenza riflette la massima possibilità di successo quando il medico è in grado di prevenire l'insorgere della patologia; oltre alle più note tecniche di gestione dell'arresto e di RCP per lo studio odontoiatrico, ampio spazio sarà dedicato alla conoscenza del monitoraggio clinico e strumentale del paziente odontoiatrico indispensabile per di una completa valutazione del rischio clinico al fine di rendere il medico odontoiatra sempre più capace di intercettare le condizioni di rischio e prevenire l'emergenza.  

Articoli correlati

Queste dell’AISOD sono le prime linee guida validate per il settore odontoiatrico dal Sistema Nazionale Linee Guida secondo la Legge Gelli/Bianco


La sedazione cosciente viene utilizzata in odontoiatria pediatrica per ridurre l’ansia nei bambini e migliorare i risultati del trattamento. Sia il protossido di azoto-ossigeno...

di Alessandra Abbà


Baldus Touch rappresenta l’ultima avanguardia nel settore della sedazione cosciente e un validissimo supporto al lavoro quotidiano del dentista. I vantaggi di questo tipo di...


Il punto al Congresso AISOD. Presentato progetto ‘’Sorridere Prego’’


Quanto è efficace e quanto evita l’anestesia generale?

di Lara Figini


O33ricerca     10 Giugno 2024

La gestione dell’ansia dentale

Lo studio indaga l’efficacia di indossare occhiali con lenti verdi nel ridurre l'ansia dentale, la pressione sanguigna, la frequenza cardiaca e il dolore intra-operatorio nei...

di Lara Figini


Uno studio condotto al Policlinico Giaccone di Palermo ha dimostrato che i fumetti rappresentano uno strumento prezioso per migliorare la capacità di tollerare l'ansia in attesa...


In uno studio controllato randomizzato, che pubblicato sul The Journal of American Dental Association 2023, gli autori hanno valutato l'effetto della realtà virtuale e della musicoterapia su...

di Lara Figini


In uno studio clinico controllato randomizzato, pubblicato sul Journal of Dentistry gli autori hanno indagato l’effetto di un ascolto musicale personalizzato sulla percezione di “pesantezza”...

di Lara Figini


In un recentissimo studio genetico, pubblicato sull’Oral Surgery Oral Medicine Oral Pathology Oral Radiology, gli autori hanno valutato l’associazione tra i polimorfismi genetici e le...

di Lara Figini


Altri Articoli

L'essiccatore a membrana ad alta efficienza per aria compressa di altissima qualità rappresenta un significativo passo avanti nell'affidabilità dei sistemi di compressori per...


Coinvolti gli igienisti dentali che hanno frequentato durante l’anno i corsi pratici presso l’Academy. Due i lavori eccellenti vincitori a pari merito


La giurisprudenza sottolinea l'importanza di una documentazione clinica completa e accurata non solo per il trattamento del paziente, ma anche per la tutela legale degli operatori sanitari


Ad Udine 4 posti a tempo indeterminato, le domande entro il 10 agosto. A Napoli 4 posti a tempo pieno ma per 12 mesi, domande entro il 24 luglio


lo studio del Dipartimento di Medicina e innovazione tecnologica dell’Insubria di Varese pubblicato su Frontiers in Immunology


Anche per i professionisti è possibile accedere alla proposta tramite RedditiOnline o tramite la dichiarazione precompilata


Obiettivo dell’iniziativa: dare agli iscritti le dritte giuste sulle polizze di Rc Professionale e sulle altre tutele che possano garantire una professione serena e senza intoppi


Perché conviene un archivio digitale, come risolvere il problema dei documenti cartacei, quali le soluzioni possibili


Il primo passo nel processo di decontaminazione è garantire che gli strumenti dentali riutilizzabili siano scrupolosamente puliti: in un recente articolo pubblicato sul British...


Abbiamo incontrato Massimiliano Rossi di IDI Evolution per capire come si realizza un podcast di successo. 


Le indagini partite dalla denuncia di due pazienti, gli odontoiatri avrebbero fatto lavorare il finto dentista 


L’On. Dario Tamburrano, odontoiatra romano, è l’unico dentista italiano, e forse anche europeo, nel nuovo parlamentare europeo. Avevamo annunciato la sua elezione in questo...

di Norberto Maccagno


Chi non ha effettuato la nuova registrazione non può emettere dichiarazione di conformità per i dispositivi realizzati. E’ comunque ancora possibile registrarsi


Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

Il Podcast
dell'Innovazione
Odontoiatrica

TUTTI GLI EPISODI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Iscriviti alla Newsletter

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La lezione di storia dell’odontoiatria del prof. Guastamacchia

 
 
 
 
chiudi