HOME - Interviste
 
 
13 Aprile 2023

Laurea in odontoiatria, corsi di specialità ed odontoiatria pubblica

A colloquio con il presidente del Collegio dei Docenti prof. Roberto Di Lenarda alla vigilia del 30° Congresso del Collegio dei Docenti che si svolgerà dal 20 aprile a Catania


Dal 20 aprile a Catania il Collegio dei docenti celebra il suo 30° Congresso nazionale. Alla vigilia dell’evento abbiamo sentito il prof. Roberto Di Lenarda, presidente del Collegio dei Docenti e Magnifico Rettore dell’Università di Trieste.Molti i temi toccati nella video chiacchierata con il direttore di Odontoiatria33, dal futuro dei giovani dentisti, a come sta cambiando il corso di laurea in odontoiatria ma anche di odontoiatria pubblica, delle scuole di specialità di passaggio generazionale. 

Cambiamenti del coso di laurea che interessano i test di ammissione, ad oggi il migliore strumento per definire chi potrà accedere ai vari atenei dice il prof. Di Lenarda, con le due prove annuali (proprio oggi 13 aprile si è svolta la prima), anche se il suo sogno sarebbe quello di riuscire ad integrare, per i primi anni, il corso di medicina con quello di odontoiatria per dare una visione ancora più medica e di interdisciplinarietà ai futuri odontoiatri.Altro tema toccato quello della laurea abilitante.Una svolta epocale la definisce il presidente del Collegio, perché consentirà agli Atenei di migliorare la formazione pratica degli studenti oltre ad avere Corsi di laurea con un numero di iscritti proporzionato alla reale capacità formativa. 

Noi dobbiamo garantire che tutti i ragazzi che si laureano abbiano raggiunto una formazione clinica, quindi anche pratica, adeguata alla competenza necessaria per esercitare”, ha detto il prof. Di Lenarda ricordando anche il ruolo della CAO nel processo di verifica. 

Ovviante si è parlato anche di odontoiatria pubblica e della possibilità di “utilizzare” gli studenti che potranno svolgere attività pratica sui pazienti delle ASL, come è stato ipotizzato nelle settimane scorse dallo stesso Ministro della Salute Orazio Schillaci.
Pazienti che non sono cavie ma persone spesso fragili e anche per questo saranno trattate con tutte le attenzioni possibili”, dice ricordando come nessun studente viene lasciato da solo a curare i pazienti ma è seguito dal proprio tutor.
Quella di coinvolgere gli studenti non è certo la soluzione per risolvere i problemi dell’odontoiatria pubblica ma può essere una opportunità, dice il prof. Di Lenarda. E per dare una dimensione delle potenzialità che il coinvolgimento degli studenti potrebbe portare nel SSR, indica questo dato: la clinica odontoiatrica di Trieste effettua 100mila prestazioni all’anno, (mille le protesi totali realizzate), utilizzando anche gli studenti le prestazioni offerte potrebbero aumentare di un terzo. 

E parlando di odontoiatria pubblica si arriva anche al modello Friuli Venezia Giulia, per la cui attivazione il prof. Di Lenarda si è molto speso. Siamo partiti pressando la politica molti anni prima poi finalmente siamo riusciti ad attivarlo, dice.Un modello efficace ed efficiente confermato dai numeri delle prestazioni erogate che si basa anche su una attenta gestione delle risorse disponibili e del personale. Stiamo abbandonando le collaborazioni per assumerne odontoiatri ed igienisti dentali, informa spegnando anche il motivo. Odontoiatria pubblica che può quindi diventare anche uno sbocco a tempo pieno per i futuri dentisti.
Sull'argomento non si poteva non citare le scuole di specialità. Il prof. Di Lenarda non si sottrarre nel dare una risposta sia sulla questione dell’obbligo per gli odontoiatri che vogliono lavorare nel pubblico di conseguire un diploma di specialità, che quella della disparità di trattamento (economico) tra specializzandi in medicina e quelli che frequentano le specialità odontoiatriche. Infine l’attivazione della quarta scuola di specializzazione (e delle arre tematiche connesse) ed anticipa che entro il prossimo anno accademico potrebbe essere attivata. 

Al termine della chiacchierata, parlando del Congresso di Catania, entriamo nel tema delle nuove tecnologie in odontoiatria, degli scenari futuri, dei vantaggi e delle criticità e parlando di tecnologie si finisce a parlare di Etica, Deontologica e di quali siano le aspettative ed ambizioni dei futuri dentisti. 

Sotto la video intervista.




Articoli correlati

Definito il numero di posti: 903 suddivisi per i 34 Atenei sede di corso di laurea. Domani il test, entrerà uno studente ogni 2,8 aspiranti


Rispetto a 5 anni prima il calo è stato del 61%. Stabile il numero dei i titoli riconosciuti conseguiti all’estero da cittadini stranieri 


Prof. Ferrari: realizzato il sogno di organizzare un corso di studi che potesse competere con quelli stranieri dimostrando che non c’è bisogno di andare all’estero per emergere


Secondo il rapporto AlmaLaurea la quasi totalità dei laureati trova lavoro nei 5 anni successivi, ma come liberi professionisti. Buone anche le retribuzioni


A colloquio con il prof. Di Lenarda, critico sul metodo utilizzato per approvare le norme che non ha permesso di considerare tutti gli aspetti che i nuovi provvedimenti condizioneranno


Dovrebbe definire le regole per definire il fabbisogno di medici. La discussione potrebbe coinvolgere anche Odontoiatria 


Per il prof. Gagliani per evitare che sia un inutile privilegio si deve rimodulare e calibrare l’insegnamento alle trasformazioni che il mondo del lavoro odontoiatrico sta vivendo

di Massimo Gagliani


Il Ministero ha indicato le date di svolgimento dei test d’ingresso alle facoltà con numero programmato. Ecco il quadro completo, compresi gli atenei privati


Confermate le anticipazioni: circa cento posti in più rispetto allo scorso anno. Aumenta anche il numero degli atenei che salgono a 37  


Nisio: serve una programmazione su almeno 5 anni che tenga conto anche delle lauree estere e si deve rivedere il numero degli atenei italiani


Per il prof. Gagliani, oggi gli studenti chiedono all’Università gli strumenti per possedere al meglio le competenze per esercitare la professione nelle più alte espressioni ...

di Massimo Gagliani


Fabio Velotti (UNIDI) e Roberto Di Lenarda (CDUO) hanno siglato un accordo che formalizza una partnership già consolidata in tema di ricerca e formazione anche in collaborazione con AISO


Altri Articoli

Il termine “chirurgia guidata” viene molto spesso utilizzato per proporre una procedura chirurgica poco invasiva e poco traumatica; i vantaggi però vanno molto oltre queste...


Per il prof. Gagliani superare l’idea del dentista tuttologo potrebbe aprire una strada differente all’erogazione di un servizio per la cura dalla salute orale alla quale concorrano piccole...

di Massimo Gagliani


Irrigazione e Detersione Endodontica: certezze cliniche ed innovazioni tecnologiche: l’anteprima della relazione del dottor Manuele Mancini al 38° Congresso Nazionale SIE 


Il presidente CAO Brescia commenta le parole della presidente Di Marco sulla recente sentenza del Tribunale di Messina


La seconda edizione del progetto Curasept 4 è dedicata ai futuri talenti del settore dentale. Istituito il Premio Curasept 4 Students 2024 in collaborazione con SIdP


Quanto richiedere quella anticipata e quando quella ordinaria, ed in entrambi i casi come poter ipotizzare l’ammontare dell’assegno? La “Busta arancione” si arricchisce di una nuova funzione


Tra le notizie che Odontoiatria33 propone a voi lettori, anche quelle dei concorsi pubblici che offrono la possibilità ad odontoiatri, igienisti dentali ed ora anche agli Aso, di lavorare negli...

di Norberto Maccagno


Il Tribunale di Messina assolve igienista accusato di abusivismo. Di Marco: «sentenza storica. Rappresenta un riconoscimento fondamentale della nostra piena autonomia...


Il paziente può trovare informazioni, filmati e notizie utili per individuare i sintomi comuni della malattia parodontale e sapere quando è il momento fare visita al proprio dentista  


Prosegue l’iniziativa “Il sorriso insieme a voi” che punta a promuovere l’igiene e la salute orale nel paziente con bisogni speciali


O33Cronaca     22 Settembre 2023

Asl di Vercelli cerca un odontoiatra

Concorso pubblico, per titoli ed esami, per la copertura di un posto di dirigente odontoiatria, a tempo indeterminato. Domande entro il 16 ottobre 2023


Per la prof.ssa Nardi fondamentale è il ruolo dell’igienista dentale a supporto di questi pazienti e dei familiari, come fondamentale è l’uso delle nuove tecnologie

di Prof.ssa Gianna Maria Nardi


Al centro Giorgio Albonetti con Gianpaolo Crasta e Alessio Crisantemi

Il Presidente del nostro Gruppo Editoriale guiderà l’Associazione degli editori b2b, professionali e specializzati


AIO, sollecitata dalle richieste di alcuni pazienti, ritorna sulla questione pubblicando una serie di consigli ed indicazioni dell’avvocato Maria Maddalena Giungato


Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Iscriviti alla Newsletter

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Il presidente Iandolo commenta le norme odontoiatriche contenute nel Decreto bollette

 
 
 
 
 
 
chiudi