HOME - Interviste
 
 
11 Novembre 2013

Le novità in tema ECM spiegate dal Coordinatore gruppo provider in odontoiatria

Intervita alla dott.ssa Maria Grazia Cannarozzo

Da qualche anno i principali provider che si occupano della formazione odontoiatrica accreditata ECM hanno dato vita ad un Coordinamento con l'obiettivo di essere il punto di riferimento, propositivo verso le istituzioni ed in particolare la Commissione Nazionale ECM.
La dott.ssa Maria Grazia Cannarozzo, presidente Coi/Aiog, è il coordinatore del Gruppo a cui hanno aderito: AIO, ANDI Servizi srl, ANDI Roma Servizi srl, B.E.BETA EVENTI srl, COI-AIOG, FORM@S srl, PIERRE SERVICE srl, SIDO, E20.

Abbiamo chiesto alla dott.ssa Cannarozzo di fare il punto sulla formazione continua in medicina dopo la V Conferenza Nazionale ECM organizzata il 4 ed il 5 novembre scorso a Roma.

Dott.ssa Cannarozzo, come giudica le novità emerse dalla conferenza nazionale ECM? Quali le più interessanti per i dentisti?

A Roma è stato tracciato il bilancio del triennio 2011-2013, e sono stati presentati obiettivi e prospettive per il triennio 2014-2016. Si va verso la valutazione e la certificazione dell'aggiornamento professionale, e diventa operativo, se pure ancora in maniera del tutto volontaria, il Dossier Formativo. Devo dire che quest'anno, da quanto emerso dagli interventi dei membri della Commissione, è apparsa evidente la volontà di semplificare un sistema troppo burocratizzato ed è stata dedicata maggiore attenzione alla formazione dei liberi professionisti, tra i quali noi odontoiatri. Le novità sono quelle già anticipate e presentate dal dott. Valerio Brucoli, all'interno  del Convegno organizzato dal Coordinamento lo scorso ottobre al Forum Expodental e cioè la conferma della flessibilità in termini di tempo e di modalità nell'acquisizione dei crediti, la possibilità di acquisire i crediti in autoformazione, il tutoraggio e la flessibilità del Dossier Formativo.

Come funzionerà il Dossier Formativo?

Dal 2 dicembre 2013  accedendo al portale del Cogeaps ogni professionista, in maniera del tutto volontaria, potrà  formulare e costruire il proprio Dossier Formativo. Questo gli consentirà di usufruire di un bonus di 15 crediti per il triennio 2014-2016, triennio nel quale l'obbligo formativo è stato confermato in 150 crediti. Il Dossier Formativo consterà di 3 sezioni: una anagrafica, una dedicata alla programmazione, ed una alla realizzazione/evidenza. L'area della validazione sarà attivata poi per la successiva valutazione da parte degli Ordini, sulla formazione attesa e realizzata. Si va quindi verso la costruzione della formazione del professionista secondo obiettivi formativi, che diventano la vera chiave del Dossier Formativo.

Dai dati presentati emerge che i dentisti non sono tra i professionisti della sanità più ligi a formarsi attraverso il sistema ECM, mentre confermano la centralità della attività dei provider appartenenti al Coordinamento che hanno organizzato la maggior parte degli eventi accreditati per la professione.

I dati presentati relativi al triennio 2011-2013 quantificano l' offerta formativa per gli odontoiatri in 4.847 eventi accreditati. E' interessante esaminare anche i dati disaggregati che vedono una crescita dell'offerta formativa costante a partire  dal 2011 al 2013. A fronte di questo c'e la conferma, nei dati, di come gli odontoiatri siano, è vero, meno propensi rispetto agli altri colleghi medici a formarsi attraverso il sistema ECM, anche se noi sappiamo benissimo che la formazione e l'aggiornamento sono alla base della nostra attività professionale e molti lo fanno sicuramente al di fuori dell' ECM, anche con corsi all'estero i cui crediti saranno ora anche considerati. Io attenderei i dati completi prima di commentare. Quelli presentati si fermavano a settembre del 2013 e l'anno in corso è quello in cui vi è stato un maggiore incremento di eventi e partecipanti. Per quanto riguarda il Coordinamento i dati aggregati che abbiamo forniti confermano quanto da lei detto.

Da quanto emerso dai lavori mi sembra che continuino a persistere le criticità del sistema verso i liberi professionisti che spesso avete denunciato chiedendo interventi. Un sistema che penalizza ancora i liberi professionisti.

E' vero, alcune criticità continuano ad essere presenti. Come Coordinamento abbiamo segnalato quelle sulle sponsorizzazioni. Nei dati disaggregati presentati è interessante notare come per eventi Residenziali nel 2013, il numero degli eventi non sponsorizzati stia raggiungendo quello degli eventi sponsorizzati. In un sistema pensato e scritto per il SSN quello che noi chiediamo è la detraibilità dei costi sostenuti per la formazione, una richiesta che rimane ancora inascoltata.  In linea generale mi sembra di aver colto una maggiore attenzione, rispetto al passato, per le problematiche della formazione dei liberi professionisti, e le novità introdotte sono sicuramente un segnale positivo.

Anche per il 2014 sembra non ci saranno le sanzioni per chi si aggiorna. Non trova che questo non sia giusto nei confronti di chi rispetta le regole frequentando corsi o convegni?

La relazione in apertura dei lavori dell'Sen. Bianco -vicepresidente Commissione Nazionale ECM e presidente FNOMCeO- ci dice come l'orientamento sia verso un sistema incentivante piuttosto che sanzionatorio. L'importante è che si faccia chiarezza, e in tal senso trovo che la certificazione e la valutazione dell'attività  formativa di ogni singolo professionista attraverso il Dossier Formativo vada, finalmente, in tal senso. Gli Ordini rilasceranno la certificazione nel caso che il professionista abbia soddisfatto il suo obbligo formativo, o la semplice attestazione nel caso in cui questo non sia avvenuto; ovviamente tenendo conto in un caso e nell'altro di eventuali esoneri o esenzioni.

Come Coordinamento quali saranno le prossime iniziative?

Il Coordinamento continua nella sua azione di informazione e formazione: alcuni suoi membri hanno visto la loro attività di provider ulteriormente validata e sono passati in accreditamento standard, e questo conferma la validità della loro attività formativa. Nella costruzione del Dossier Formativo, dove si andrà come detto per obiettivi, i provider saranno chiamati a ben definire gli obiettivi formativi di ogni evento e l' offerta formativa verrà diversificata in base ai fabbisogni formativi espressi dai discenti.

Articoli correlati

In vista del Congresso della Digital Dental Academy che si terrà a Parma il 24-25 marzo dopo aver sentito Roberto Spreafico e Massimo Nuvina abbiamo sentito Franco Brenna (nella foto), un...


Walter Devoto, libero professionista in Sestri Levante (Ge) è sicuramente un "esperto" in tema di odontoiatria estetica: membro della Academy of Operative Dentistry, socio attivo della...


Sabato prossimo, 11 marzo presso il palazzo Pirelli di Milano, il Sindacato Italiano Assistenti di Studio Odontoiatrico celebrerà il suo Congresso nel decennale della costituzione.Una...


Nei giorni scorsi il presidente della CAO di Roma, Brunello Pollifrone (nella foto), è stato convocato dall'Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato a seguito della sua denuncia...


IntroduzioneL’ancoraggio palatale sta diventando una tecnica sempre più diffusa in ortodonzia. Tale procedura consente di avere ancoraggio pressoché totale per le...


Il morso aperto è considerato come una deviazione nella relazione verticale delle arcate dentali mascellare e mandibolare, caratterizzata da una mancanza di contatto tra segmenti...

di Davide Elsido


Quasi mai le leggi sono chiare, da sempre lo diciamo e la conferma arriva poi dalla necessità di spiegarle attraverso circolari o peggio ancora affidare alla magistratura, con le sentenze, la...


Come riforma della responsabilità medica fino a una settimana fa si parlava di "ddl Gelli", e in Senato prima ancora "ddl Bianco" dai nomi dei relatori. Ora la legge c'è, si chiama...


E' certamente l'ospite internazionale più atteso del prossimo IX Meeting Mediterraneo AIOP in programma il 7 - 8 Aprile a Riccione.Pascal Magne è uno dei punti di riferimento...


In uno studio italiano pubblicato sul Journal of Periodontology, gli autori hanno valutato l'associazione tra l’assunzione di una dieta mediterranea e il livello di attività fisica con lo stato...

di Lara Figini


Il bruxismo notturno (SB) è un’attività muscolare masticatoria involontaria eseguita durante il sonno e può essere ritmico (fasico) o non ritmico (tonico). La sua prevalenza...

di Lara Figini


Altri Articoli

Etica ed estetica nell’ambito odontoiatrico sono strettamente legate; entrambe sono cruciali per garantire cure efficaci e rispettose dei pazienti. E’ il tema affrontato in...

di Dino Re


A Napoli operativa la clinica mobile, obiettivo: offrire un servizio territoriale di prevenzione e prima cura alle categorie più fragili della società, garantendo loro il...


Lunedì 22 aprile alle ore 9:00 il ministero della Salute organizza, con il supporto di Edra S.p.A., un incontro interamente dedicato al tema della salute femminile, in occasione della Giornata...


UNIDI ha realizzato una collettiva con 23 aziende italiane per promuovere l’eccellenza italiana e presentare l’innovazione per il settore del Made in Italy


Gli attuali 10mila pensionati liberi professionisti prendono, in media, poco più di 16mila euro l’anno, ma il dato medio è falsato, spiegano da ENPAM indicando come fare a conoscere l’importo...


In vista della Giornata nazionale della salute della donna, la prof.ssa Nardi riflette sulla medicina personalizzata al genere applicata alla salute orale

di Prof.ssa Gianna Maria Nardi


È stato nominato nel corso della recente Assemblea Generale dell'EFP. Espandere la leadership della Federazione, incentivare la formazione dei clinici,...


E’ possibile recuperare le ore mancanti e in attesa di recuperarle l’ASO può comunque essere assunto? Il parere di ANDI, IDEA e del SIASO 


La fotografia dall’indagine dell’Osservatorio Sanità di Unisalute: Un italiano su tre non fa una visita odontoiatrica o una seduta di igiene orale da oltre tre anni


Nuova puntata del podcast Dentechstry di IDI Evolution. Protagonisti di questa puntata, l’odontoiatra Gabriella Grassi e lo psicologo Feliciano Lizzadro. Il tema la medicina...


Immagine d'archivio

Dopo la sentenza del Tar era tornato il “concorsone”,  ma adesso i giudici del Consiglio di Stato hanno riabilitato il TolC test online. Cosa potrà cambiare?


Obiettivo: formare in real time i professionisti del dentale attraverso la realtà aumentata attraverso un'esperienza di apprendimento personalizzata con consulenze live a distanza


Intervista con Karim Boussebaa, Executive Vice President and Managing Director, iTero Scanner and Services Business di Align Technology


La norma contenuta nel Decreto PNRR non convince il Sindacato Italiano Medici di Medicina Ambulatoriale e del Territorio (SIMMAT)


Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

Il Podcast
dell'Innovazione
Odontoiatrica

TUTTI GLI EPISODI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Iscriviti alla Newsletter

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La lezione di storia dell’odontoiatria del prof. Guastamacchia

 
 
 
 
chiudi