HOME - Lettere al Direttore
 
 
03 Ottobre 2018

Eliminare il requisito della specializzazione per gli odontoiatri laureati

Campolongo (CIPOOOCMF – ANPO): soddisfatti che CAO ed ENPAM condividano con noi l’auspicio


In questi giorni è tornato all’attenzione dei media online l’auspicio formulato dal Collegio Italiano dei Primari Ospedalieri di Odontoiatria, Odontostomatologia e Chirurgia Maxillo-Facciale - Associazione Nazionale Primari Ospedalieri – di eliminare il requisito della specializzazione per gli odontoiatri laureati al fine di favorire un più facile accesso ai ruoli dirigenziali nel Servizio Sanitario Nazionale.  La proposta del Collegio era stata inserita in un più complessivo “suggerimento” formulato alla politica in previsione delle elezioni del nuovo parlamento all’inizio dell’anno. 

Odontoiatria33 aveva ripreso questa iniziativa nel febbraio di quest’anno

Più recentemente il Collegio ha inoltrato agli organi istituzionali una dettagliata relazione a supporto della richiesta diabrogazione dellalettera b) del primo comma dell’art 28 del DPR 10.12.1997 n. 483 che prevede il requisito della specializzazione per l’accesso degli Odontoiatri ai concorsi per l’assunzione nel SSN. La proposta rientra in un più ampio dibattito, sviluppatosi in questi anni tra i Primari ospedalieri di area odontoiatrica, sul ruolo dell’odontoiatria pubblica e sul suo futuro

In particolare la problematica relativa all’applicazione dei Livelli Essenziali di Assistenza odontoiatrici e i più recenti dati forniti da Istat relativi al ricorso alle cure odontoiatriche - flessione negli anni della crisi economica – non poteva non sollecitare una riflessione sul rapporto tra Servizio Sanitario Nazionale e offerta di cure odontoiatriche. 

La parziale e disomogenea applicazione dei LEA odontoiatrici a livello nazionale rappresenta peraltro il terreno più fertile sul quale confrontarsi per definire nuovi modelli organizzativi in grado di coniugare esigenze cliniche (livelli essenziali di assistenza - linee guida – evidenze scientifiche), economiche (revisione della spesa pubblica) e politiche(accesso alle cure). 

Nell’ipotizzare nuovi modelli organizzativi per l’odontoiatria pubblica il Collegio ritiene utile che siano definite preliminarmente le modalità organizzative minime essenziali - modello, strutture, operatori - in grado di consentire l’applicazione di quanto previsto dai LEA dando così risposte efficaci ai problemi di salute posti dai destinatari dell’intervento pubblico: soggetti in età evolutiva (0-14 anni), soggetti in condizioni di particolare vulnerabilità. 

Le diverse opzioni organizzative ipotizzabili non possono prescindere dalla realizzazione di una reale integrazione ospedale-territorio con un ruolo sostanziale della dirigenza medica odontoiatrica e della specialistica ambulatoriale interna. Se questo dovesse essere il modello per lo sviluppo di una moderna odontoiatria pubblicala problematica relativa alla carenza di medici odontoiatri specialisti rappresenterebbe il limite maggiore per tale sviluppo in quanto l’accesso alla dirigenza medica odontoiatrica prevede, come per gli altri professionisti, il requisito della specializzazione. 

Il Collegio pertanto è particolarmente soddisfatto che il Presidente nazionale delle Commissioni Albo Odontoiatri (CAO), Raffaele Iandolo, e il Presidente nazionale dell’Ente previdenziale dei medici (ENPAM), Alberto Oliveti, condividano l’auspicio del Collegio e concorrano per una proposta collegiale finalizzata a favorire l’accesso all’odontoiatria pubblica di giovani laureati. 

Rimuovere il vincolo della specializzazione, vincolo anacronistico nella sua definizione, legittimando le conoscenze e le competenze professionali acquisite con il Corso di laurea, consentirebbe inoltre il superamento dei limiti nella programmazione del fabbisogno formativo specialistico odontoiatrico, rendendo più equo l’accesso alla professione. 

Fulvio Campolongo: Segretario Collegio Italiano dei Primari Ospedalieri di Odontoiatria, Odontostomatologiae Chirurgia Maxillo-Facciale - Associazione Nazionale Primari Ospedalieri (CIPOOOCMF – ANPO)

Articoli correlati

Tra le notizie della settimana c’è certamente quella che ha riguarda i test di ammissione a medicina ed odontoiatria, e non solo per la pubblicazione della graduatoria unica. Come ogni anno si...


Oliveti: bene voler eliminare requisito della specializzazione per accedere all’odontoiatria pubblica


Presso la sede nazionale dell’ANPO di Roma il 12 aprile us. si è riunita la Giunta Esecutiva del Collegio Italiano dei Primari Ospedalieri di Odontoiatria, Odontostomatologia e Chirurgia...


Nominati due rappresentanti dell’Associazione Nazionale Primari Ospedalieri (ANPO)


Il Collegio Italiano dei Primari Ospedalieri di Odontoiatria, Odontostomatologia e Chirurgia Maxillo-Facciale (ANPO) approfitta del dibattito elettorale per richiamare l'attenzione sull'accesso alle...


Altri Articoli

Millenovecentottantaquattro: un anno iconico e misterioso. Ci aveva pensato, trentasei anni prima, George Orwell; un romanzo così intitolato per prospettare un mondo distopico,...

di Massimo Gagliani


La prof.ssa Nardi evidenzia il valore della tecnologia delle piattaforme on-line e delle applicazioni mobili che da’ la possibilità di interagire con la persona assistita e...

di Prof.ssa Gianna Maria Nardi


Viene differita a data da destinarsi l’entrata in vigore del decreto che riattiva il redditometro. Servirà un nuovo decreto per cancellare il provvedimento


La vicenda riporta di attualità la questione dell’autonomia della CAO all’interno della FNOMCeO e della possibile applicazione della legge Lorenzin


Molte le novità presentate da CGM in Expodental Meeting legate al software per gli studi odontoiatrici XDENT, dell’integrazione con l’Intelligenza artificiale per rispondere...


Dal Collegio degli Odontologi e degli Stomatologi della Cantabria una serie di consigli da dare ai genitori per curare la salute orale fin dai primi mesi di vita dei bambini ...


Un evento per aggionrare sulle nuove tecniche ortodontiche e per festeggiare i 90 anni di Leone ed i 25 della tecnica STEP


L’appuntamento di Rimini si conferma come il più importante evento italiano del dentale e tra i più visitati in Europa


Presentato al IX workshop di economia in odontoiatria ANDI il progetto FAS. Un nuovo modello di sanità integrativa basato sulla premialità e la libera scelta dell’odontoiatra curante 


Migliorare i trattamenti odontoiatrici attraverso l'uso di prodotti nutraceutici punta a offrire ai dentisti e ai loro pazienti strumenti avanzati per supportare il cavo orale e la salute generale,...


La prof.ssa Letizia Perillo è stata eletta Presidente della World Federation of Orthodontists (WFO) per il quinquennio 2025/2030 in occasione dell'Annual Meeting dell’American...


Tutela socio-sanitaria a un costo ridotto per medici, odontoiatri e per le loro famiglie. Tra le novità la copertura infortuni gratuita per tutti gli iscritti 


Novità per l’App Mio Dottore, lo strumento che semplifica la gestione dello studio odontoiatrico, dando la possibilità al paziente di ottenere informazioni e prenotare in qualsiasi ora del giorno...


L’Autorità ha riscontrato numerosi ritardi nella gestione e nella definizione delle pratiche di rimborso, difficoltà per gli assicurati a contattare il servizio di assistenza e anche numerosi...


 
 
 
 

Il Podcast
dell'Innovazione
Odontoiatrica

TUTTI GLI EPISODI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Iscriviti alla Newsletter

 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La lezione di storia dell’odontoiatria del prof. Guastamacchia

 
 
 
 
chiudi