HOME - Lettere al Direttore
 
 
26 Gennaio 2023

Agevolare l’odontoiatria pubblica attivando concorsi per assumere odontoiatri nel SSN

Il dott. Campolongo (ANPO), auspica che l’attuale coalizione di governo riprenda le iniziative promosse in tema di assistenza odontoiatrica pubblica


Di tanto in tanto Odontoiatria33 si fa carico di aggiornarci sui progressi dei lavori del Tavolo Tecnico sull’Odontoiatria, istituito presso il Ministero della Salute nel novembre 2020, e su quanto prodotto dal Gruppo di lavoro insediato, nel giugno 2022, all’interno della Sezione I del Consiglio superiore di Sanità. Di quest’ultimo organismo, i cui lavori sono finalizzati alla revisione dell’accesso alle cure odontoiatriche all’interno del Servizio Sanitario Nazionale (SSN), è ora disponibile una proposta i cui contenuti sono stati anticipati in una intervista al prof. Gherlone, consigliere del Ministro, nell’articolo di Odontoiatria33 del 18 gennaio 2023.  

Tale proposta è frutto della indicazione, data dal prof. Schillaci - Ministro della Salute - al prof. Gherlone, di individuare un modello di odontoiatria pubblica sostenibile, in grado di dare delle risposte concrete alle persone in difficoltà sociale e sanitaria, coerentemente con il programma di legislatura della coalizione di governo. In un DiDomenica del novembre scorso - era il 13 novembre 2022 - il Direttore Maccagno si interrogava se “Odontoiatria pubblica e l’odontoiatria sociale sono la stessa cosa ed il volontariato è la soluzione?”   Rispetto a questi termini, odontoiatria pubblica sostenibile e odontoiatria sociale, il Collegio Italiano dei Primari Ospedalieri di Odontoiatria, Odontostomatologia e Chirurgia Maxillo-Facciale (Associazione Nazionale Primari Ospedalieri - ANPO), introducendo un ulteriore termine - odontoiatria di comunità - propone lo spunto per una riflessione.  

Per odontoiatria pubblica comunemente si intende l’insieme delle attività (prevenzione, assistenza e riabilitazione) in capo al Servizio Sanitario Nazionale e ai Servizi Sanitari Regionali e delle Province autonome che, in base ai Livelli essenziali di assistenza (LEA) devono essere garantite alla popolazione avente diritto, secondo il principio della selettività.   Esplicitare una definizione di odontoiatria sociale non è così immediato e certo. Si può comunque convenire che l’odontoiatria sociale si occupa, in gran parte attraverso un encomiabile volontariato, di garantire assistenza a quanti, pur rientrando nell’ambito della vulnerabilità sociale garantita dai LEA, non accedono, per i motivi più diversi, alle strutture odontoiatriche del SSN. Per definire l’odontoiatria di comunità possiamo prendere a prestito quanto espresso da Giorgio Vogel nella presentazione al volume Odontoiatria di comunità di Roberto Ferro e Laura Strohmenger: “… è evidente che oggi il medico e l'odontoiatra rimangono ancorati esclusivamente all'obbligo prioritario di perseguire il bene del singolo cittadino ammalato. Occorre che essi operino in un orizzonte etico più ampio che tenga conto del bene comune, del bene della comunità e della società. La comunità chiede alla professione medica essenzialmente protezione e promozione della salute. L'accento viene spostato dalla malattia alla salute, dalla diagnosi e cura alla prevenzione. Il singolo riconosce il proprio interesse all'interno di quello della comunità”. Se partiamo da questi concetti cogliamo la differenza sostanziale tra odontoiatria privata, giustamente impegnata nel dare risposte assistenziali - cure - a singoli pazienti e odontoiatria pubblica, proiettata non solo a garantire le cure per la vulnerabilità sociale e sanitaria previste dai LEA, ma, e in via esclusiva, principalmente investita a garantire la promozione della salute orale e la prevenzione delle patologie del cavo orale per l’età evolutiva. Considerare la comunità dei soggetti in età evolutiva quale soggetto prioritario di interesse del SSN è garanzia, per l’odontoiatria pubblica, di sostenibilità a medio e lungo periodo. E quale maggior soddisfazione veder applicato, nelle strutture pubbliche, quel progetto raccomandazioni cliniche richiamato giustamente con orgoglio dal prof: Gherlone nell’articolo dedicato alla proposta elaborata dal CSS?.  

Ben vengano quindi le riflessioni e le priorità individuate dal prof. Gherlone riferite agli igienisti dentali numericamente carenti e alla necessità di programmi di prevenzione ed assistenza per i giovani in età evolutiva.   Da ultimo, quale proposta pragmatica del Collegio ANPO, vorremmo ricordare che per favorire il necessario maggior impegno dell’odontoiatria pubblica sarebbe utile dar seguito ai contenuti del documento presentato al Gruppo Tecnico sull’Odontoiatria (GTO) nell’ultima riunione del 02 dicembre 2019, dal Presidente nazionale delle Commissioni Albo Odontoiatri (CAO), Raffaele Iandolo, e approvato all’unanimità dai componenti il GTO. Nel documento si affermava: “Sembra quindi assolutamente necessario procedere ad un intervento del legislatore che preveda per l’odontoiatria quanto meno l’abrogazione della lett. b) del primo comma dell’art. 28 del D.P. R. 10/12/1997 n. 483 recante “Disciplina concorsuale per il personale dirigenziale del Servizio sanitario nazionale”.

La proposta di abolizione del requisito della specializzazione per l’accesso ai ruoli dirigenziali del SSN potrebbe rappresentare una prima azione promossa dal Ministro Schillaci per favorire lo sviluppo di un modello di odontoiatria pubblica sostenibile che possa dare delle risposte concrete. L’abolizione del requisito della specializzazione per l’accesso ai ruoli dirigenziali del SSN realizzerebbe infatti la Proposta di Legge, d’iniziativa dei deputati della Lega, presentata alla Camera dei Deputati il 25 luglio 2019 avente ad oggetto: “Disposizioni in materia di accesso ai concorsi pubblici per diri-gente medico odontoiatra e alle funzioni di specialista odontoiatra ambulatoriale del Servizio sanitario nazionale”. L’argomento era stato ripreso anche in una Interrogazione parlamentare presentata il 26 luglio 2019 dall’onorevole Wanda Ferro, deputato di Fratelli d’Italia, ove si dichiarava “Odontoiatria grande dimenticata del Servizio sanitario. Procedere ad una revisione della legge del pubblico impiego che non consente di attuare i Lea odontoiatrici”.  

Il Collegio ANPO auspica che l’attuale coalizione di governo riprenda le iniziative promosse nella XVIII legislatura dai parlamentari della Lega e di Fratelli d’Italia e definisca le premesse per agevolare l’assistenza odontoiatrica pubblica attraverso un percorso che favorisca i concorsi per assumere odontoiatri nelle strutture pubbliche.    

Dr. Fulvio Campolongo: Segretario Nazionale del Collegio Italiano dei Primari Ospedalieri di Odontoiatria, Odontostomatologia e Chirurgia Maxillo-Facciale - A.N.P.O.

Articoli correlati

Tra le notizie che Odontoiatria33 propone a voi lettori, anche quelle dei concorsi pubblici che offrono la possibilità ad odontoiatri, igienisti dentali ed ora anche agli Aso, di lavorare negli...

di Norberto Maccagno


L’uscire da un modello centenario è cosa assai complicata, dice il prof. Gagliani aggiungendo che sarebbe ora di avanzare risposte adeguate, prima che un mercato furibondo abbia il sopravvento

di Massimo Gagliani


I 77 ambulatori pubblici afferiranno tutti alla rete e saranno divisi in strutture di primo livello, secondo e terzo livello a seconda del servizio erogato. 150 gli odontoiatri che lavorano nel SSR...


Il sindacato degli specialisti ambulatoriali UILFPL SAI scrive al presidente del Comitato di settore Regioni-Sanità per chiedere interventi e denuncia: “l’odontoiatria sociale è allo sbando”


Con il dott. Attanasi (SUMAI) abbiamo cercato di capire le possibilità per gli odontoiatri di lavorare negli ambulatori pubblici e come poterlo fare


Nel dibattito politico estivo, la sanità pubblica ed i problemi del nostro Servizio Sanitario Nazionale hanno occupato in più occasioni le pagine dei maggiori quotidiani nazionali (Corriere,...

di Norberto Maccagno


Una domanda di servizio odontoiatrico domiciliare esisterebbe, dice il prof. Gagliani che aggiunge: basterebbe un piccolo programma fatto seriamente e una nuova odontoiatria “accessibile” 

di Massimo Gagliani


Tra i temi toccati nella video intervista quello delle specialità odontoiatriche, della medicina estetica con le questioni che dovranno essere chiarite a cominciare dalla formazione e dalla tutela...


Istituito il Tavolo tecnico che coordinerà e visionerà le varie iniziative attivate per assistere le persone socialmente deboli


Per i nostri video incontri domenicali abbiamo incontrato il prof. Francesco Longo, ricercatore presso il CERGAS Bocconi di cui è stato anche il direttore, per parlare di...

di Norberto Maccagno


La delibera proposta da AIO. Capuano, si interrompe i viaggi della speranza di questi pazienti fragili costretti a rivolgersi in altre regioni per avere assistenza


Altri Articoli

Sembra una ovvietà ma non credo che questa affermazione sia un percepito di voi dentisti quando si parla di società odontoiatriche, di “Catene”.Invece l’aveva chiaro il legislatore quanto nel...

di Norberto Maccagno


Di Marco: “non sussiste alcuna subordinazione dell’Igienista dentale rispetto all’Odontoiatra, bensì vi è una proficua e paritetica sinergia nell’interesse della...


Proseguendo la collaborazione con TeamSmile per altri due anni l'azienda compie un ulteriore passo avanti verso il raggiungimento di uno degli obiettivi centrali del suo programma...


Per approfondire l’odontoiatria digitale. Scopri gli appuntamenti e gli eventi gratuiti per odontoiatri ed odontotecnici


Immagine di repertorio

Molti pazienti avevano già versato anticipi per le cure o attivato finanziamenti. Le indicazioni di Adiconsum e della CAO Oristano. Da valutare le responsabilità degli odontoiatri e del direttore...


E' online il corso FAD ECM su Medicina estetica odontoiatrica, relatore Michele Cassetta. Un corso per approfondire ma anche solo capire le possibilità che si sono aperte per lo studio odontoiatrico


In collaborazione con Curasept fino al 13 aprile un doppio appuntamento quotidiano per per raccontare i benefici dell’igiene orale e della cura della bocca


Una guida ENPAM sulle tutele previste per l’inattività temporanea, ma scattano dal 31° giorno di inattività. Per essere coperti sempre, serve anche una polizza ad hoc


Ne abbiamo parlato con la dott.ssa Maria Grazia Cannarozzo in occasione del lancio del corso FAd Edra sul tema


La terza giornata è dedicata al digitale in estetica ed ortodonzia. Le anticipazioni delle relazioni dei dottori Poggio e Cocconi


Ancora due mesi di tempo per i fabbricanti di disposivi medici su misura che devono rifare l’iscrizione al nuovo Registro telematico dei fabbricanti


Il primo italiano ad avere l’onore di aprire la Convention annuale tenendo la Buonocore Memorial Lecture, riconoscimento riservato a pochissimi professionisti al mondo


Tra coloro che soffrono di edentulia più o meno estesa, solo la metà ritiene di poterla ripristinare con una soluzione protesica, fissa o rimovibile. Discriminate il fattore culturale e sociale


Il 22 e 23 febbraio a Chicago, nel corso della settimana del Midwinter Meeting, si è svolto il 95° Congresso di American Prosthodontic Society. L’American Prosthodontic Society, fondata nel...


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Annuncio in Evidenza


12 Febbraio 2024
Vendo immobile adibito a studio odontoiatrico dal 1960

Vendita a Chiasso centro, in Svizzera, immobile adibito dal 1960 a studio odontoiatrico composto da quattro unità operative, con autorizzazione sanitaria. Per informazioni contattare Marzio Negrini: cell. whatsapp +393756589128

 
 

Iscriviti alla Newsletter

 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La lezione di storia dell’odontoiatria del prof. Guastamacchia

 
 
 
 
chiudi