HOME - Lettere al Direttore
 
 
27 Gennaio 2023

‘’Dobbiamo infondere nei nostri pazienti la consapevolezza dell’importanza dell’atto medico’’

Il presidente CAO Raffaele Iandolo interviene sulla questione degli allineatori comprati sul web e richiama i colleghi a rendere il paziente sempre più consapevole dell’importanza del ruolo dell’odontoiatra


Caro Norberto, ho apprezzato il tuo DiDomenica sul tema degli allineatori venduti in rete. Il primo pensiero che ho fatto è stato: ecco un’altra cosa che faremmo bene a non copiare dagli Stati Uniti.Come CAO Nazionale ci siamo fortemente battuti non solo verso il Ministero della Salute, chiedendo di vigilare e di adottare provvedimenti al fine di vietare la possibilità alle aziende di proporre l’allineatore come se fosse un prodotto cosmetico, ma anche verso i nostri iscritti, richiamandoli al rispetto delle norme deontologiche al fine di tutelare la salute del paziente. In particolare va sottolineata la imprescindibile esclusività delle competenze relative alla diagnosi ed al piano di trattamento. Tali competenze, in odontoiatria, sono di pertinenza esclusiva del dentista. 

Giustamente nello scritto evidenzi anche come i messaggi pubblicitari, che presentano l’allineatore come la soluzione e non come uno degli strumenti a disposizione del clinico per curare il paziente, diano un messaggio forviante, e la vicenda della signora di Milano ne è la prova. Come ho già avuto modo di sottolineare anche sulla tua rivista, servono norme a livello europeo per contrastare il proliferare di questi messaggi pubblicitari, così come di quelli che promuovono con modalità scorrette il turismo odontoiatrico. L’elenco di situazioni che mettono a rischio la salute del paziente potrebbe continuare. Contrastare con successo il problema solo all’interno dei confini nazionali è di fatto impossibile. 

Come CAO nazionale, ma su questo molto lavoro lo stanno facendo con profonda dedizione le Commissioni Albo Odontoiatri provinciali, continueremo a cercare di segnalare al Ministero ed al NAS situazioni a rischio così come pure continueremo a sensibilizzare, e nel caso sanzionare, gli iscritti che si prestano a collaborazioni che mettono non solo a rischio la salute dei pazienti, ma violano norme legislative e deontologiche. 

Le nuove tecnologie applicate all’odontoiatria offrono a noi odontoiatri opportunità incredibili per curare al meglio i nostri pazienti ma nei riguardi del paziente non deve passare il concetto, errato, che è la macchinao l’apparecchio a curarli. E’ sempre l’odontoiatra, con la propria professionalità e competenza, a stilare la diagnosi al fine di impostare la cura migliore per ogni situazione clinica. Questo ogni odontoiatria deve continuamente ricordarlo ai propri pazienti, solo un paziente correttamente informato e consapevole che la cura odontoiatrica è un atto medico non si farà abbindolare da messaggi pubblicitari che promettono l’irrealizzabile o, peggio, che mettono a rischio la sua salute. 

Raffaele Iandolo, presidente nazionale CAO

Articoli correlati

Dal CED di Bruxelles i moniti per professionisti, politici, utenza. Colasanto (AIO): “monitoriamo e contrastiamo le terapie fai da te”


Ortodonzia demandata al software. Il dott. Marco Pozzi ricorda i rischi per il paziente di affidarsi a non ortodontisti


L’azienda promoveva la vendita di allineatori trasparenti sui social e sul proprio sito invitando a prenotare direttamente un appuntamento da un loro odontoiatra di fiducia


Dalla tavola rotonda organizzata da Align, la richiesta alle Istituzioni di fare rispettare le regole ma anche verso professionisti ed azienda di pensare alla sicurezza del paziente 


Una ricerca pubblicata su JAMA esplora la percezione che il paziente ha del trattamento ortodontico e ipotizza le motivazioni che lo spingono ad acquistare l’allineatore sul web


In questo incontro di Clinical Arena affrontiamo una tematica in continua trasformazione, l’ortodonzia “pediatrica”, detta anche ortodonzia dell’età evolutiva. Terapia...

di Dino Re


prodotti     24 Novembre 2023

Innovative soluzioni ortodontiche

Bite ramps posteriori per il trattamento dei casi di morso crociato e morso aperto anteriore e per l’esecuzione di movimenti difficili, nuova versione del software di...


Secondo uno studio della National Center of Biotechnology Information degli Stati Uniti, per più di tre quarti (79,64%) dei partecipanti la tele odontoiatria aiuterebbe ad accorciare i tempi di...


La revisione sistematica ha esaminato la letteratura sul trattamento ortodontico eseguito in pazienti con parodontite aggressiva e cronica

di Lara Figini


Audizione in Commissione Affari Sociali nell’ambito della legge che vuole riconoscere l’apnea ostruttiva nel sonno come malattia cronica e invalidante


Altri Articoli

Il prof. Gagliani nel suo Agorà del Lunedì, oggi ci parla di “tempi di cottura” legati alla polimerizzazione del composito ...

di Massimo Gagliani


Meno entrate e più uscite ma il saldo è positivo grazie agli investimenti L’assemblea approva anche modifiche statutarie


Quanto è possibile detrarre per gli ormeggi natalizi e cosa può rientrare tra le spese di rappresentanza. Alcune indicazioni


Incontro con la Senatrice Erika Stefani, estensore del Ddl in materia di equo compenso. La Associazioni hanno epresso preoccupazione per la corsa al ribasso delle tariffe professionali 


Il provvedimento interessa anche i laboratori odontotecnici che lavorano per le Asl. Confindustria: grande soddisfazione per ordinanza del Tar, ora il governo lo cancelli 


In questo incontro di Clinical Arena affrontiamo una tematica in continua trasformazione, l’ortodonzia “pediatrica”, detta anche ortodonzia dell’età evolutiva. Terapia...

di Dino Re


Una ricerca USA ha analizzato i contenuti formativo presenti nei video postati sulla piattaforma social valutando quanto questi sono stati graditi dagli utenti

di Davis Cussotto


Oltre 70 esperti internazionali si sono incontrati all’edizione 2023 del meeting scientifico per discutere un nuovo consenso sulla formazione universitaria, post-laurea e...


Dal CED di Bruxelles i moniti per professionisti, politici, utenza. Colasanto (AIO): “monitoriamo e contrastiamo le terapie fai da te”


Per chi è in pensione ma continua a lavorare conta il reddito annuo. Obbligatorio indicare nel portale CoGeAPS se si continua a lavorare per non rischiare di perdere la copertura assicurativa


Per approfondire le interazioni tra salute orale e salute sistemica, ma anche per far fronte all’ingravescente richiesta di assistenza da parte dei pazienti per problematiche di...


Il Tribunale di Roma condanna il Comune per aver sanzionato illegittimamente un odontoiatra. A seguire la vicenda legale la CAO di Roma


Procedure e tecniche operative per preservare la vitalità pulpare nel libro EDRA di Lucio Daniele, Nicola Sibilla e Lorenzo Daniele


Gli studi dentistici, in qualità di strutture che erogano prestazioni di assistenza specialistica in regime ambulatoriale, devono essere in possesso dei requisiti previsti dalla...


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Iscriviti alla Newsletter

 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La lezione di storia dell’odontoiatria del prof. Guastamacchia

 
 
 
 
chiudi