HOME - Lettere al Direttore
 
 
28 Giugno 2023

Odontoiatri ed autonomia ordinistica

Per il dott. Veronesi, problemi, molte difficoltà, immenso impegno, profonda esperienza sono indispensabili requisiti per giocare questa carta, ma se gli ideali tengono, tutto è superabile


Caro Norberto, “I grandi pascoli professionali”, cito il tuo DiDomenica, in realtà restano recintati da interpretazioni e posizioni che ancora si confrontano con soluzioni assolutamente non praticabili perché sancite da Corti europee e  Consiglio di Stato italiano. 

Nel mondo la figura professionale dell’odontoiatra è chiarita, salvo qualche roccaforte reazionaria che, non molto distante da noi, fatica ad abbattere gli steccati. Le definisci “barricate” le leve sulle quali forzare il cambiamento, affascinante esempio, ma le barricate sono storicamente sostenute da ideali e gli ideali costano. Nelle guerre d’indipendenza il costo era la vita, non arriveremmo a tanto nel mondo delle professioni, ma di certo con pantofole e plaid sulle gambe sarà molto difficile aprire grandi pascoli. 

Perché la Legge Lorenzin non ha ancora prodotto i richiesti cambiamenti? 

Gli addetti ai lavori sanno bene quale sia l’intoppo e quanto sarà difficile rimuoverlo, passare dalle parole ai fatti nell’ambito dell’autonomia vera, quella vera, quella fatta di aspetti economici è passaggio doloroso, se poi si affianca l’inevitabile difficoltà della gestione di un’esperienza nuova, totalizzante e senza rete, come creare un nuovo ordine professionale, allora di ideali ce ne vogliono tanti, condivisi e belli sostanziosi. Ecco dove convergono le diverse anime della professione: nel silenzio del giovane adulto che tutto sommato, pur soffrendo la paghetta settimanale, si siede con pantofole e plaid e vede il futuro autonomo irraggiungibile per difficoltà, vere certamente, ma tutte superabili se “volere è potere”. 

Nei lunghi anni di militanza come presidente CAO ho sempre cercato la quadra per trovare un’autonomia riconosciuta all’interno dell’Ordine e, a parte un gentlemen agreement fatto di grande disponibilità e attestati di stima, la sensazione di essere, comunque, un gradito ospite l’ho sempre sentita (premetto: laureato in medicina e doppio iscritto). 

Autonomia è libertà totale di decisione, su tutto, con conseguente responsabilità di tutto e questo, non nascondiamoci, può essere ottenuto solo con la divisione degli Ordini così come già fatto nel percorso professionale con la legge 409/85, due professioni distinte in un unico campo professionale. 

Tutte le difficoltà del mondo nel creare la separazione, ma la più grande è stata già fatta, la Legge Lorenzin ha dato le condizioni giuridiche per farlo, cosa manca? 
L’aspetto economico? 

Credo non sarebbe impossibile, anche se inevitabilmente da definirsi in sedi legali, la divisione dei capitali monetari e mobiliari di ordini provinciali e Federazione fra medici e odontoiatri. La sostenibilità delle sedi minori? 

La strategia politica dell’accorpamento provinciale è materia legale già definita, basterebbe, se realmente indispensabile, aderire a tale strategia. 
Ma domandiamoci come fa l’Ordine dei notai ad esistere essendo costituito da soli 5.143 iscritti? Il varo di un nuovo ordine? 

Come ha fatto la FNOPI, con la legge Lorenzin a nascere?

 Problemi, molte difficoltà, immenso impegno, profonda esperienza sul tema sono indispensabili requisiti per giocare questa carta, ma se gli ideali tengono, tutto è superabile, ma pantofole e plaid pesano su certe scelte e la sensazione è che più che un freno nazionale, sia un girarsi dall’altra parte della maggioranza della professione, presa da altre problematiche. 

Quindi: si apriranno mai grandi pascoli? 

Temo di no, restando nello status quo, si otterranno con il tempo e con la diplomazia generose e centellinate concessioni, come è logico che sia ottenere per chi preferisce ricevere piuttosto che costruire.

Luigi Veronesi: medico chirurgo odontoiatra

Articoli correlati

Per il dott. Caprara, il punto principale è capire quale può essere il nostro obiettivo e quale la nostra sfera di influenza


Moyra Girelli: “Veramente noi donne per affermarci professionalmente e raggiungere posizioni di vertice dobbiamo imparare dagli uomini? Che cosa, nello specifico, dobbiamo imparare? 


L’esperienza della dott.ssa Patrizia Biancuci: “il tetto di cristallo esiste ma le donne devono saper puntare i piedi per romperlo, ma anche riuscire a fare cambiare i retaggi...


Per la dott.ssa Tarditi il problema è da ricercare nei materiali, si deve chiedere alle aziende di produrre materiali più ecologici ed eco compatibili


Altri Articoli

Immagine di repertorio

Scoperto uno studio gestito da un diplomato odontotecnico che avrebbe effettuato, abusivamente, interventi odontoiatrici ed ortodontici direttamente su pazienti


Il professionista non aveva rinnovato l’iscrizione all’Ordine dal 2022. Di Marco (Albo igienisti dentali): l’iscrizione all’Albo è un requisito indispensabile per poter esercitare


L’ENPAM ha attivato un servizio di deleghe online per permettere a commercialisti, consulenti del lavoro e altri professionisti di agire per conto dei loro clienti medici e odontoiatri. La delega...


Anche all’interno dello studio odontoiatrico l’igienista dentale può operare solo se è presente un odontoiatra abilitato


Grazie a questo articolo di Odontoiatria33 ho letto con piacere che una tra le più illuminate società scientifiche italiane, ovvero la Società italiana di parodontologia e...

di Massimo Gagliani


La guida degli esperti sulla connessione tra salute orale e salute neurologica: ecco perché lavarsi i denti è un’abitudine essenziale


Corsi per ortodonzia estetica e tecniche chirurgiche avanzate, ma anche per la gestione aziendale, il marketing digitale e l’intelligenza artificiale applicata all’odontoiatria


Restituito il sorriso a 800 ragazzi attraverso 6000 prestazioni. Nove gli ospiti che hanno potuto frequentare la scuola di odontotecnica 


L’Ordine dei dentisti spagnoli indica alcuni semplici consigli che potrebbero essere utile trasferire ai pazienti prima delle vacanze estive


Presto in commercio il primo spray nasale di adrenalina in caso di shock anafilattico potenzialmente mortale nei soggetti allergici gravi


Prof.ssa Ottolenghi: una opportunità ed una sfida con l’obiettivo di consentire a tutti gli Atenei di arrivare alla scadenza del 2027/28 con lo stesso passo 


L'essiccatore a membrana ad alta efficienza per aria compressa di altissima qualità rappresenta un significativo passo avanti nell'affidabilità dei sistemi di compressori per...


La giurisprudenza sottolinea l'importanza di una documentazione clinica completa e accurata non solo per il trattamento del paziente, ma anche per la tutela legale degli operatori sanitari


Ad Udine 4 posti a tempo indeterminato, le domande entro il 10 agosto. A Napoli 4 posti a tempo pieno ma per 12 mesi, domande entro il 24 luglio


 
 
 
 

Il Podcast
dell'Innovazione
Odontoiatrica

TUTTI GLI EPISODI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Iscriviti alla Newsletter

 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La lezione di storia dell’odontoiatria del prof. Guastamacchia

 
 
 
 
chiudi