HOME - Normative
 
 
25 Febbraio 2014

SISTRI: si avvicina la scadenza per l'iscrizione ma sono ancora molti i dubbi. Chi dovrebbe aderire e chi no


Le uniche certezze sono, per ora, la scadenza del 3 marzo 2014 per iscriversi al SISTRI, il sistema informatico di tracciamento dei rifiuti che sostituisce il registro di carico e scarico, e la proroga dell'attivazione del regime sanzionatorio a gennaio 2015.

Chi dovrebbe aderire

• Produttori iniziali di rifiuti pericolosi: imprese ed enti. In questa categoria rientrerebbero anche gli studi odontoiatrici ma solo quelli organizzati in società o comunque non come liberi professionisti

• Produttori iniziali di rifiuti non pericolosi: imprese ed enti con più di 10 dipendenti

Chi è escluso

• I dentisti liberi professionisti produttori di rifiuti pericolosi o speciali.
• I laboratori odontotecnici produttori dei soli rifiuti speciali con meno di 10 dipendenti.


In un clima di incertezze, l'obbligo di iscrizione al SISTRI da alcuni anni sta subendo continui rinvii, le associazioni di categoria degli artigiani consigliano di aspettare sperando in una ulteriore semplificazione della normativa che penalizza le piccole imprese.

"Non ci sembra il caso di rincorrere la scadenza del 3 marzo", dice Agostino Bonomo presidente di Confartigianato Vicenza. "Stiamo quindi proponendo agli associati di attendere ulteriori indicazioni su come e quando attivare il Sistri. Come Confartigianato stiamo continuando la nostra battaglia contro il Sistri, che riteniamo un'altra assurdità burocratica inventata da chi non conosce le fatiche delle imprese".

Articoli correlati

Il SISTRI starebbe contattando le imprese non più obbligate all'iscrizione chiedendone la cancellazione, ipotizzando presunti obblighi che queste imprese avrebbero in caso di mancata...