HOME - Normative
 
 
13 Marzo 2014

La cassazione ribadisce: per sanzionare l'iscritto la CEPPS (e l'Ordine) deve motivare i motivi per cui la pubblicità non è corretta


Dopo la sentenza del gennaio scorso la Cassazione ritorna ad occuparsi di pubblicità in ambito odontoiatrico e ribadisce che l'iscritto non può essere sanzionato se non viene motivato il perché l'informazione pubblicitaria non è conforme con quanto definito dal Codice di deontologia medica.
Questa volta la Cassazione (sentenza 5612/14) entra nel merito di una vicenda che sta diventando il "simbolo" della possibilità o meno di fare pubblicità in ambito odontoiatrico.

Nel 2009 il direttore sanitario di un centro Vitaldent di Genova (iscritto però all'Ordine di La Spezia)  viene condannato dal proprio Ordine con la sospensione di 6 mesi dall'esercizio professionale. Motivo della decisione l'utilizzo di un messaggio pubblicitario che riportava l'informazione "prima visita gratuita, diagnosi, radiografia e preventivi gratuiti"  ed il termine "estetica".

La decisione viene impugnata davanti alla CCEPS.

Nel 2010 la CCEPS riduce la pena a 5 mesi argomentando la non accettazione della richiesta di annullamento della decisione in quanto, la liberalizzazione sulla pubblicità data della legge 248/2006 (Decreto Bersani), non è applicabile alle società.

La decisione viene impugnata in Cassazione.

Nel 2012 la Cassazione indica, per la prima volta, che la legge 248/2006 si applica a tutti gli operatori in sanità, società incluse, invitando nuovamente la CCEPS a formulare una nuova decisione tenendo conto di quanto indicato.
Nel 2013 la CCEPS, sottolineando di decidere applicando il Decreto Bersani, confermava i 5 mesi di sospensione motivando la decisione con il fatto che l'Ordine di La Spazia aveva verificato che la pubblicità effettuata non era "conforme ai dettati deontologici".

Decisione che viene nuovamente impugnata.

Con questa ultima sentenza (11 marzo 2014) la Cassazione accoglie il ricorso dell'iscritto e torna ad invitare la CCEPS a riprendere in esame il ricorso dettagliando dove la pubblicità non rispetta il dettato deontologico.

"In sostanza -ci spiega l'avv. Silvia Stefanelli esperto di diritto sanitario in Bologna (nella foto)- la CCEPS è inviata a "spiegare" perché ritiene che una pubblicità debba considerarsi ingannevole, indicando anche (come qualsiasi giudice di secondo grado) in quali parti aderisce alle motivazioni di primo grado ed in quali parti invece  si discosta, nonché chiarendo quali sono le norme deontologiche e/o legislative che si ritengono violate. Cioè deve valutare in via autonoma e  "motivare" le sue decisioni".

Come nostro commento a questo lungo "calvario" per giungere ad una decisione definitiva mi rimandiamo all'ultimo Visto da Fuori del nostro direttore.

Articoli correlati

Il collaboratore che opera in più studi non deve avere la valutazione dell’esperto di radioprotezione trattandosi di personale classificato come “non esposto”


Dipende dalla normativa regionale sulle autorizzazioni sanitarie ma non solo. Abbiamo chiesto un parere a Giovanni Migliano ed Andrea Tuzio 


Nuova delibera della Commissione Nazionale ECM che posticipa il termine per spostare i crediti al triennio 2020-2022 per mettersi in pari


Lo afferma la Cassazione che ribadisce, “nonostante l’odontotecnico sia una professione sanitaria”, può esclusivamente realizzare le protesi


Nessun obbligo di nomina da parte del collaboratore odontoiatra di un proprio specifico personale esperto di radioprotezione


Altri Articoli

I dati diffusi dal MEF (2022, dichiarazione 2023) indicano una crescita delle partite Iva soggette ad ISA mentre il fatturato è stabile


Roberto Messina, presidente di Senior Italia Federanziani e responsabile terza età della Lega, è agli arresti domiciliari con l’accusa di truffa, associazione a delinquere e riciclaggio


D’ora in poi l’appuntamento si terrà con cadenza annuale. Offrirà ai soci l’opportunità di un confronto senza i vincoli inevitabilmente posti dalle manifestazioni...


Il nuovo libro EDRA in collaborazione con Styleitaliano per approfondire le tecniche ed i materiali per offrire ai propri pazienti soluzioni estetiche, pratiche, funzionali, biologicamente...


Sesta puntata del podcast Dentechstry di IDI Evolution dedicata all’innovazione tecnologica e come sta modificando, in meglio, le cure odontoiatriche ma anche il rapporto con il paziente....


L’odontoiatra Dario Tamburrano torna a Strasburgo. Aveva seguito le politiche energetiche e le questioni inerenti i dispositivi medici ed in particolare la stampa 3D


Le considerazioni ed i consigli del prof. Antonio Pelliccia che ricorda che il prezzo non lo si determina solo guardando i conti ed indica 5 aspetti base da considerare


Il contributo previdenziale del 4 per cento a carico degli specialisti esterni è pienamene legittimo, e le società accreditate con il Servizio sanitario nazionale hanno l’obbligo di versarlo...


Il Premio è stato istituito nel 2021 con l'obiettivo di promuovere la ricerca in Europa e nel mondo. Inviate le vostre proposte originali in tema “salute delle gengive”...


Secondo uno studio commissionato dall'ADF, le malattie parodontali associate alle patologie correlate provocano un costo sanitario che sfiora il miliardo di euro


Un evento per celebrare i 20 anni di attività, ripercorrere quanto fatto e guardare ai progetti futuri


La recente norma sulla neutralità fiscale le rende ancora più convenienti per aggregarsi. Il presidente CAO Roma ci spiega cosa sono e perché possono essere un ottimo strumento...


Bquadro Astidental consolida la sua leadership nel settore dentale aumentando il livello dei servizi da offrire ai propri clienti


Alla vigilia del Congresso dei Docenti abbiamo intervistato il presidente prof. Roberto Di Lenarda.Tra i temi toccati anche l’odontoiatria pubblica ed i test di ammissione ai corsi di laurea


 
 
 
 

Il Podcast
dell'Innovazione
Odontoiatrica

TUTTI GLI EPISODI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Iscriviti alla Newsletter

 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La lezione di storia dell’odontoiatria del prof. Guastamacchia

 
 
 
 
chiudi