HOME - Ortodonzia e Gnatologia
 
 
30 Settembre 2006

Trattamento ortognatodontico dell’apnea ostruttiva notturna nel paziente adulto. Studio preliminare

di A. Buccheri, C. Mastrangelo, *O. Gallo, F. Chinè


L’apnea ostruttiva notturna (OSA) è un disturbo della respirazione, che colpisce il 2-4% della popolazione adulta, caratterizzato da arresti del respiro durante il sonno, per una durata superiore ai 10 secondi la cui frequenza è maggiore di 10 nell’arco di un’ora. Si distinguono un’apnea notturna centrale, causata dall’interruzione della stimolazione nervosa dei muscoli respiratori e una periferica (ostruttiva). La terapia varia a seconda dell’eziologia della patologia e può consistere in una terapia medica, chirurgica, con CPAP o in un trattamento ortodontico-ortopedico. Quest’ultimo, in particolare nei soggetti adulti, si basa sull’utilizzo di dispositivi intraorali notturni capaci di aumentare la pervietà delle prime vie aeree, avanzando la mandibola, aumentando la dimensione verticale e rieducando la funzionalità respiratoria e linguale. In questo lavoro gli Autori presentano uno studio clinico effettuato su 15 pazienti OSA trattati con un apparecchio intraorale notturno (NAPA modificato). Dei pazienti trattati con tale dispositivo intraorale e ripresentati al controllo (11), 9 hanno avuto un netto miglioramento della sintomatologia con una drastica riduzione delle apnee notturne, come confermato dai valori dei test di significatività effettuati prima e dopo l’uso del NAPA.

Orthodontic treatment of obstructive sleep apnoea in adult patients: a preliminary study
Obstructive Sleep Apnoea (OSA) is a breathing disorder which affects only 2-4% of the adult population.
OSA is characterized by breathing stops during sleep, lasting more than 10 seconds, whose frequency is greater than 10 in an hour. There are two different types of apnoea: a central form, caused by an interruption of nervous stimulation of the respiratory muscles, and a peripheral (obstructive) one. Treatment options are different according to aetiology and may be represented by medical or surgical therapy, therapy with CPAP or orthodontic-orthopedic therapy. In adult subjects this latter therapy consists in using intraoral appliances which increase the upper airways volume by advancing the mandible; they also increase vertical dimension and promote the rehabilitation of lingual and respiratory functions.  The Authors present a study on a sample of 15 OSA cases treated by a nocturnal oral device (modified NAPA). Nine of these patients reported a significant improvement of their symptoms, with a drastic reduction of nocturnal apnoea, as confirmed by the significance level performed, with and without  NAPA appliance.

Qualifiche Autori:
Ospedale S. Giovanni-Addolorata - Roma
UOC di Chirurgia Maxillo-Facciale
Direttore: prof. G. Poladas
UOD Chirurgia Orale e Odontoastomatologia
Direttore: dott. Mundula 
*UOC Malattie Apparato Respiratorio e Fisiopatologia Respiratoria Finalizzata alla Riabilitazione 
Direttore: dott. G. Da Sacco



Articoli correlati

In uno studio pubblicato su Oral Surgery Oral Medicine Oral Pathology Oral Radiology gli autori hanno valutato l’efficacia della chirurgia di avanzamento maxillomandibolare per il...

di Lara Figini


Quanti dei vostri pazienti russano? Probabilmente molti, data la diffusione del disturbo, e per alcuni di questi secondo la British Society of Dental Sleep Medicine (Bsdsm) potete fare qualcosa:...


Il problema del russamento può compromettere non solo i rapporti familiari, ma può provocare, interrompendo la respirazione per diversi secondi, scompensi al sistema cardio-respiratorio.Il sito...


La sindrome dell’apnea ostruttiva nel sonno è una patologia comune che molti medici specialisti e generici possono incontrare nella loro pratica. In questo lavoro gli Autori hanno identificato e...


Dagli Stati Uniti la Pillar procedure: tre tasselli messi sul palato per ridurre il moto vibratorio dei tessuti molli Se in futuro un paziente seduto sulla poltrona vi dirà: “Attenzione dottore,...


Obiettivi. Lo scopo di questo lavoro consiste nel valutare l’associazione di un dispositivo ortodontico preformato alla terapia ortodontica fissa.Materiali e metodi. Vengono presentati il...


La paura del dentista è un fenomeno diffuso e di notevole interesse clinico che si può manifestare in diverse forme e livelli. L’obiettivo di questo studio è stato quello di valutare la...


Altri Articoli

A Napoli operativa la clinica mobile, obiettivo: offrire un servizio territoriale di prevenzione e prima cura alle categorie più fragili della società, garantendo loro il...


Lunedì 22 aprile alle ore 9:00 il ministero della Salute organizza, con il supporto di Edra S.p.A., un incontro interamente dedicato al tema della salute femminile, in occasione della Giornata...


UNIDI ha realizzato una collettiva con 23 aziende italiane per promuovere l’eccellenza italiana e presentare l’innovazione per il settore del Made in Italy


Gli attuali 10mila pensionati liberi professionisti prendono, in media, poco più di 16mila euro l’anno, ma il dato medio è falsato, spiegano da ENPAM indicando come fare a conoscere l’importo...


In vista della Giornata nazionale della salute della donna, la prof.ssa Nardi riflette sulla medicina personalizzata al genere applicata alla salute orale

di Prof.ssa Gianna Maria Nardi


È stato nominato nel corso della recente Assemblea Generale dell'EFP. Espandere la leadership della Federazione, incentivare la formazione dei clinici,...


E’ possibile recuperare le ore mancanti e in attesa di recuperarle l’ASO può comunque essere assunto? Il parere di ANDI, IDEA e del SIASO 


La fotografia dall’indagine dell’Osservatorio Sanità di Unisalute: Un italiano su tre non fa una visita odontoiatrica o una seduta di igiene orale da oltre tre anni


Nuova puntata del podcast Dentechstry di IDI Evolution. Protagonisti di questa puntata, l’odontoiatra Gabriella Grassi e lo psicologo Feliciano Lizzadro. Il tema la medicina...


Immagine d'archivio

Dopo la sentenza del Tar era tornato il “concorsone”,  ma adesso i giudici del Consiglio di Stato hanno riabilitato il TolC test online. Cosa potrà cambiare?


Obiettivo: formare in real time i professionisti del dentale attraverso la realtà aumentata attraverso un'esperienza di apprendimento personalizzata con consulenze live a distanza


Tra abbuoni ed atre riduzioni, un odontoiatra che lo scorso triennio ha raccolgo almeno 120 crediti può assolvere l’obbligo formativo di questo triennio recuperando 46 crediti in tre anni, ecco...


La norma contenuta nel Decreto PNRR non convince il Sindacato Italiano Medici di Medicina Ambulatoriale e del Territorio (SIMMAT)


A poche settimane dalla scadenza per la re-iscrizione al Registro dei fabbricanti, una utile guida di ANTLO per capire e determinare la classe di rischio dei dispositivi fabbricati


 
 
 
 

Il Podcast
dell'Innovazione
Odontoiatrica

TUTTI GLI EPISODI
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Iscriviti alla Newsletter

 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

La lezione di storia dell’odontoiatria del prof. Guastamacchia

 
 
 
 
 
 
 
 
chiudi