HOME - Protesi
 
 
10 Novembre 2015

Come gestire una perforazione palatale. Caso clinico tratto dalla letteratura

di Lara Figini


L'abuso di cocaina è aumentato in tutto il mondo nel corso delle ultime decadi e l'inalazione nasale rappresenta il più comune metodo di somministrazione.

Il contatto frequente o cronico diretto di cocaina per via inalatoria con la mucosa nasale conduce a continua ischemia, infiammazione, micronecrosi, infezione, alla lunga macronecrosi che può portare alla perforazione (Fig 1).

Le lesioni documentate più frequentemente sono:

- perforazione del setto nasale,

- distruzione della parete laterale della cavità nasali,

- perforazione con necrosi del palato molle e duro.

Secondo uno studio di Trimarchi e collaboratori le alterazioni a carico di turbinati nasali si presentano con una percentuale del 68% , e la perforazione palatina è stata osservata nel 25% dei pazienti.

La gestione di queste problematiche si compone di : somministrazione di una combinazione di antibiotici, costruzioni di protesi mobili (otturatori), e ricostruzioni chirurgiche del difetto.

La gestione protesica di difetti palatali spesso risulta essere fondamentale per ripristinare la parola e la deglutizione.

In questo studio di Rilo e collaboratori, pubblicato sul numero di ottobre 2015 del Journal of Prosthodontics viene descritto il caso clinico del gennaio 2012, di una donna di 31 anni, dipendente dalla cocaina, che per la prolungata inalazione di quest'ultima presentava ostruzione nasale, anosmia, diminuito senso del gusto, fistola oronasale (Fig 1) con rigurgito di solidi e liquidi. La ricostruzione chirurgica del difetto era stata già tentata ma senza successo ( per il continuo abuso di droga della donna)un anno prima, con la riapertura della fistola dopo 6 mesi la palatoplastica.

Gli autori hanno seguito le seguenti procedure:

Dopo aver condotto manovre di igiene orale professionale di base hanno realizzato un otturatore rimovibile dopo aver preso le relative impronte. Il dispositivo protesico comprendeva una struttura in lega di cromo-cobalto (Wironium Inoltre; Bego, Brema, Germania) e resina per la funzione da otturatore (vedi Fig 2 e 3) .


L'otturatore rimovibile protesico rappresenta un modo semplice ed efficace per la gestione di un difetto palatale, quale una perforazione per inalazione cronica da abuso di cocaina. Questo otturatore impedisce la comunicazione oro-nasale e la penetrazione nella cavità sinusali di fluidi orali e cibo, agevolando anche la fonazione e la deglutizione. Inoltre la resina acrilica è facilmente adattabile ai cambiamenti nella dimensione del difetto palatale.


A cura di: Lara Figini,
Coordinatore Scientifico Odontoiatria33


Bibliografia:

1) Prosthetic Management for a Palatal Perforation from Cocaine Abuse, Benito Rilo, Noelia Fernández-Formoso, Luis DaSilva, Joâo Carlos Pinho and Laura Lago. Journal of Prosthodontics October 2015 Volume 24,Issue 7 Pages 525-524

2) Trimarchi M, Nicolai P, Lombardi D, et al: Sinonasal osteocartilaginous necrosis in cocaine abusers: experience in 25 patients. Am J Rhinol 2003;17:33-43

  • Fig. 1: perforazione palatale dovuta a inalazione cronica di cocaina ( Figura tratta integralmente dall’articolo 1 menzionato in bibliografia)

  • Fig 2: otturatore in cromo-cobalto e resina ( Figura tratta integralmente dall’articolo 1 menzionato in bibliografia)

  • Fig 3: visione intra-orale dell’otturatore in sede ( Figura tratta integralmente dall’articolo 1 menzionato in bibliografia)

Articoli correlati

Disturbi psichici, aumento del rischio di accidenti cardiovascolari e lesioni oro-nasali: il consumo di cocaina può provocare gravi danni. Per questo il Dipartimento politiche antidroga della...


Dopo l'applicazione di una protesi dopo quanto tempo il paziente può chiedere al dentista gli eventuali danni ritenendo la protesi non realizzata correttamente?La domanda la pone,...


Dopo l'estrazione o la perdita di un elemento dentale, residuano frequentemente nella cresta alveolare difetti ossei che non permettono il posizionamento di impianti osteointegrati non solo...


La presenza di un difetto parodontale infraosseo influenza negativamente la prognosi dell' elemento dentario che ne è affetto. In particolare, all'aumentare della profondità del difetto...


Obiettivi. Il presente lavoro illustra il trattamento di un difetto infraosseo associato a deiscenza vestibolare mediante una strategia basata su un accesso chirurgico eseguito in accordo con i...


Altri Articoli

Una due giorni ad un Congresso qualsiasi può essere un ritorno alla normalità dice il prof. Gagliani che avverte: la formazione deve essere debitamente certificata e tutelata con regole non fondate...

di Massimo Gagliani


Sono nato una domenica dell’agosto 1964, anagraficamente contando il Governo Draghi è stato il quarantottesimo che ho vissuto. In Germania, nello stesso periodo, di Governi ne hanno avuti 19...

di Norberto Maccagno


Il Consejo General de Dentistas ha elaborato una relazione tecnica dove sono state analizzate la densità di professionisti per popolazione, l'evoluzione demografica negli ultimi...


Maria Grazia Cannarozzo

Dalla collaborazione tra l’Azienda Ospedaliera Cannizzaro di Catania e il COI-AIOG nasce il progetto “Odontoiatria rosa”, che attenzionerà la salute orale delle donne...

di Lorena Origo


Sarà Catania ad ospitare, dal 20 al 22 aprile 2023, il Congresso numero 30 del CDUO organizzato dalle Università di Palermo, Messina e Catania


 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Corsi ECM

 
 
 
 
 
 

I più letti

 
 

Corsi, Convegni, Eventi

 
 
 
 
 
 
 
 

Guarda i nostri video

Guarda i nostri video

Canino incluso: la pianificazione digitale

 
 
 
 
 
 
 
 
chiudi